Wade su Nowitzki, Perkins il missionario

Il #3 di Miami lancia la sfida al tedesco di Dallas con i texani che potrebbero recuperare una pedina, ad Oklahoma City il centro paragona il suo PG ad un suo ex compagno a Boston, a L.A il GM mette in chiaro la situazione sulla scelta di Brown.

NBA FINALS 2011

PLAYOFFS 2011: FINALI DI CONFERENCE

Il conto alla rovescia è iniziato, tra 4 giorni all’American Airline Arena di Miami andrà in scena la Gara1 delle NBA Finals 2011 con protagonista le stesse squadre di quelle del 2006; Dirk Nowiztki (30 anni) e Dwyane Wade (28 anni) giocarono quelle Finals con quest’ultimo a trionfare dopo esser stato sotto 2-0, proprio Wade ha voluto parlare della rivincita lanciando subito la sfida al rivale tedesco: “Lui è davvero concentrato, l’ho osservato durante la premiazione dell’altro giorno, ha alzato il trofeo e poi si è diretto subito negli spogliatoi senza prolungare le celebrazioni. Ha un solo obiettivo in mente ma anche noi lo abbiamo” concludendo: “Gli abbiano dato una grane delusione 5 anni fa e lui non aspetta altro che tornare sul luogo del delitto…ma siamo pronti a ridargli quel dispiacere”.
A Dallas ci si sta preparando alla trasferta e, dagli spogliatoi, giungono voci di speranza per Caron Butler (31 anni); l’ala ex Wizards si è infortunata ad inizio anno e fu costretto ad operarsi dando di fatto addio alla stagione regolare, ma i Mavericks sono alle Finals e le condizioni del ginocchio sono migliorate: “Sarà molto difficile, ma voglio crederci” ha dichiarato il coach Rick Carlisle.

Oklahoma City: Perkins aiuta Westbrook
La radio di Kendrick Perkins (26 anni) non smette mai di trasmettere, anche dopo l’eliminazione dei suoi Thunder contro i Dallas Mavericks il centro ex Boston ha voluto dire la sua; stavolta Perk è entrato nel mezzo della discussione sulle prestazioni sregolate di Russell Westbrook (22 anni) in questi Playoffs: “La situazione di Russell è peggio di quella di Rondo (in merito alle critiche, ndr), Rajon ci è passato per un breve periodo ma Westbrook ha passato tutti i Playoffs a sentirsi dire dietro di tutto sia che giocasse bene che male” aggiungendo: “Io posso aiutarlo grazie all’esperienza a Boston” e alla domanda su che suggerimenti avrebbe da dare: “Non guardare ESPN, non leggere i giornali, la pallacanestro non deve entrare in casa sua…pensate che io con mia moglie neanche ne parliamo”. Intanto il diretto interessato ha ribadito che vuole restare nell’Oklahoma.

L.A Lakers: Kupchak fa ordine
Continuano i lavori a casa Lakers soprattutto nell’apparato dirigenziale dove, in mattinata,  non è stato rinnovato il contratto all’assistant GM Ronnie Lester; mentre il Gm Mitch Kupchak ha voluto mettere ordine sulle ultime voci dopo l’ingaggio di Mike Brown com head-coach: “Prima di tutto voglio chiarire una cosa: la scelta di Mike Brown è stata unanime! é una persona piena di energia, entusiasta e che ha voglia di fare”  poi sul triangolo: “Non è andato, coach Brown ha un pedrigee notevole e con l’esperienza fatta lavorando con Popovich e Carlisle saprà sicuramente cosa fare”.

 

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B