Nowitzki ferito ma non grave, Brown su Kobe

Il tedesco si è infortunato al dito medio della mano sinistra ma non è grave, Brown parla dei Lakers e di Bryant, Howard giura fedeltà ad Orlando, Cleveland conferma Irving come obiettivo e Rubio non ha ancora firmato mentre due leggende contestano le parole di Pippen!

NBA FINALS 2011

Le NBA Finals sono iniziate e i Dallas Mavericks si trovano ad inseguire, Gara1 è andata ai Miami Heat dei “Three Kings” e in casa Dallas vi sono stati momenti di panico: infatti Dirk Nowitzki (32 anni) si è strappato il tendine del dito medio della mano sinistra e, molto probabilmente, usufruirà di un tutore per il resto della serie.
L’accaduto è arrivato nel 4° periodo quando il tedesco ha provato a strappare la palla dalle mani di Chris Bosh, gli arbitro hanno fischiato fallo al #41 in maglia blu e quando Dirk si è guardato la mano: “Non riuscivo più a raddrizzare il mio dito, so che non è niente di grave ma dovrò usare il tutore per tutte le Finals”. Le certezze del “White Mamba” sono arrivate quando le radiografie hanno dato esito negativo in merito a lesioni/fratture, in casa Miami LeBron James (26 anni) ha voluto subito smorzare i toni di gioia per l’infortunio della superstar avversaria: “Nowitzki usa la mano destra, non la sinistra, quindi non è limitato e comunque è sempre Dirr e siamo sempre alle Finals”.

L.A Lakers: Brown su Bryant
Nella notte è stato inoltre presentato ufficialmente Mike Brown come nuovo head-coach dei Lakers, scontate le mille domande su come si comporterà con Kobe Bryant (32 anni), ecco le sue risposte: “Questa è ancora la sua squadra! Farò in modo che lui abbia i suoi palloni da giocare e che si possa trovare a suo agio. Lui ha una grande comprensione della mia visione di gioco, siamo sulla stessa barca”.
Inoltre Matt Barnes (31 anni) ha esercitato l’opzione da $1.9 milioni per restare anche nella prossima stagione a Los Angeles.

Orlando: Howard uomo d’onore
Giusto ieri vi parlavamo di un possibile futuro di Dwight Howard (25 anni) lontano dalla Florida con Chicago e Los Angeles Lakers pronte ad accaparrarselo, oggi il lungo dei Magic ha ribadito la sua fedeltà: “Ve lo ripeto ancora una volta, la mia prima opzione era, è e resterà Orlando!” aggiungendo: “Voglio rispettare e portare avanti il mio patto con questa grande franchigia”.
Howard ha un contratto che lo lega ai Magic fino alla prossima stagione, con un’opzione da $19 milioni per la stagione 2012/13, i Magic anche quest’ann0 hanno mancato l’obiettivo uscendo addirittura al 1° turno dei Playoffs per mano degli Atlanta Hawks, tutti sanno quanto siano alte le ambizioni del 3 volte miglior difensore della Lega, lui dice che vuole portare a termine il suo cammino con Orlando, però continua a slittare l’estensione del contratto.

Caso Pippen: risponde Kareem
Destano ancora polemiche le famose parole di Scottie Pippen in merito sul più grande giocatore di sempre, stavolta a rispondere all’ex Bulls ci ha pensato l’ex leggenda dei Los Angeles Lakers Kareem Abdul-Jabbar: “Io non ho nulla contro Scottie, è stato un grande giocatore ed è una brava persona, ma il suo commento è totalmente fuori strada, mi spiace dirlo ma ha detto una cavolata”.
Addirittura, a difendere Michael Jordan, è stato un suo acerrimo rivale come Isiah Thomas che ha dichiarato ad ESPN: “Se LeBron andrà a avanti a migliorarsi così potrà eclissare Jordan, ma ora come ora MJ rimane il più grande”.

ALTRE NEWS
– L’agente di Kyrie Irving (anni), Jeff Wechsler, ha confermato che la prima opzione del suo cliente sono i Cleveland Cavaliers
Ricky Rubio (20 anni) ha oltrepassato la dead-line per firmare con i Minnesota Timberwolves, tale atto non gli consentirà di giocare nell’NBA fino alla prossima apertura del nuovo anno fiscale.
Kevin McHale ha accettato la proposta di divenire il nuovo allenatore degli Houston Rockets.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B