James risponde agli haters, Kerr a Pippen

I Dallas Mavericks hanno vinto l’anello ma, come era prevedibile, i media internazionali hanno già iniziato bombardare LeBron James che ha deciso di rispondere alle molteplici critiche, Kerr risponde a Pippen in merito al più grande di sempre, sul fronte del mercato in arrivo diversi rinnovi

NBA FINALS 2011

FINALS: LE PAROLE DEI VINCITORI, VINTI…E OUTSIDER!

I media USA ed internazionali non aspettavano altro sin da “The Decision”, LeBron James (26 anni) K.O alle Finals, e già dopo 24 ore dalla vittoria dei Dallas Mavericks è iniziato il bombardamento mediatico: “Coming Up Small” e “The Incredible Shrinking of  LeBron erano i titoli nella home page di SI.co, “Nowitz-ness failure” recitava NBA On Yahoo per fare un esempio ma fa tutto parte del business NBA.
Però i media devono guardarsi le spalle perché gli “haters” di LBJ li stanno rubando la scena; su twitter basta inserire #LeBron e vedrete una bibbia di insulti a non finire, Cleveland sembra festeggiare capodanno con Dan Gilbert gran cerimoniere e, dopo essere sbarcato a Dallas, DeShawn Stevenson (30 anni) ha mostrato una maglietta pungente contro il suo rivale: “Hey LeBron, how’s my Dirk taste?”. LeBron non si è voluto tirare indietro e, alla domanda se gli davano fastidio tutte queste critiche/insulti, ha risposto così: “Assolutamente no. Perché alla fine della giornata, tutte le persone gioiscono per il mio fallimento, alla fine della giornata si devono svegliare e affrontare sempre la stessa vita. Hanno gli stessi problemi personali che avevano oggi. Ho intenzione di continuare a vivere come voglio vivere e continuare a fare le cose che voglio fare con me e la mia famiglia ed essere felice con quello. Possono ottenere un paio di giorni o di pochi mesi, la sconfitta dei Miami Heat non realizzerà la loro vita, ma devono tornare al mondo reale a un certo punto”.
James però va contro a quello che disse qualche mese fa il suo amico Dwyane Wade (28 anni): “Quando i Miami Heat perdono, è un mondo migliore”.

G.O.A.T: Kerr risponde a Pippen
Quello che ha provocato Scottie Pippen con quelle parole sul più grande di sempre è stata una vera e propria reazione a catena, Michael Jordan non ha proferito parola (per fortuna) ma in sua difesa è arrivato un suo ex compagno di squadra, uno col quale non aveva neanche un così bel rapporto, Steve Kerr! L’ex GM dei Phoenix Suns ha pure punzecchiato Pippen: “James non è Mike, direi che è più vicino a Scottie” apriti cielo! Tutti hanno subito pensato: James come Pippen => gregario di Wade, per fortuna Kerr ha subito spiegato il perché della sua frase: “Phil Jackson usava Scottie in diversi mondi, a volte era un tiratore ma non sempre. Come James, lui è un grande talento ma offensivamente non ha un gioco costante, a volte lo trovi sul perimetro, a volte dentro l’area! concludendo: “Quando il gioco si fa duro, non ha un movimento su cui appoggiarsi ed esser certo di fare canestro”.

ALTRE NEWS
Mickael Pietrus (29 anni) ha deciso di esercitare l’opzione con i Phoenix Suns anche il prossimo anno.
– Fonti danno per certo il fatto che Dwight Howard (25 anni) resterà ad Orlando anche la prossima stagione, ma non vuole firmare l’estensione dopo giugno 2012.
Marc Jackson, neo coach dei Golden State Warriors, ha richiesto a gran voce che Monta Ellis (25 anni) non venga ceduto in quanto lo considera un perno per la sua squadra e tra le prime 3 SG della Lega.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B