I proprietari si fanno avanti ma…

Nel meeting di stanotte, durato 4 ore e e tenutosi a Manhattan, i proprietari e i giocatori hanno discusso del rinnovo del contratto collettivo, con i primi che hanno fatto un lieve ma sensibile passo avanti; avrebbero fissato un limite di 62 milioni dollari stipendio per tutte le squadre che potrebbero essere superati dalle franchigie nel ri-firmare i propri giocatori con contratti di medio livello: “Stiamo facendo tutto il possibile per evitare il lock-out” ha dichiarato il commisioner David Stern, chiarendo ancor di più l’ultima offerta: “Abbiamo modificato la nostra proposta in un ‘flex cap’ dove c’è uno stipendio mirato, ma le squadre possono andare sopra o al di sotto”.
Alla proposta dei proprietari però non vi è stata risposta dal comitato dei giocatori, Derek Fisher non si è detto soddisfatto dichiarando: “Oggi è stato produttivo e c’era un gran movimento, ma siamo ancora molto distanti e … il sistema del tetto salariale rigido è ancora qualcosa che facciamo fatica ad accettare” aggiungendo ” I nostri giocatori non lo vedono come una cosa risolutiva”.
Malgrado le parole di sconforto, i giocatori hanno chiesto un altro meeting questo venerdì (24/6) per provare nuovamente a discutere e dare una risposta all’ultima offerta.

NEWS: I LAKERS SU FELTON, SMITH-ATLANTA E’ ROTTURA

LE PAGELLE 2010/11

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B