Nessuna proposta dai players

L’incontro di ieri notte tra i proprietari e i giocatori, in merito al rinnovo del contratto collettivo, non ha portato a nulla; per l’ennesima volta il commisioner David Stern è stato soddisfatto dal meeting perché, come martedì, c’è stato un ottimo dialogo tra le due parti, peccato però che i giocatori non hanno proposto nessuna nuova offerta ai proprietari, di conseguenza la situazione rimane invariata, ecco le parole del rappresentante dell’unione giocatori, Derek Fisher: “C’è ancora un ampio divario, qualunque cifra in veri dollari che loro ci propongono noi siamo costretti a ridarglieli indietro, quindi non siamo disposti a cedere” aggiungendo: “Ci stanno chiedendo di andare in un posto dove vogliono che noi andiamo, quindi abbiamo espresso le nostre ragioni per cui non vogliamo continuare a muoverci economicamente”.
Al meeting erano presenti altri giocatori come Kevin Garnett, Paul Pierce e Jason Terry i quale vestivano una t-shirt grigia con la scritta “STAND”, in segno di solidarietà con la parte che li rappresenta. Il presidente dell’unione, Billy Hunter,  giocatori però ha fatto un piccolo ma molto sensibile passo avanti; come tutti sapete il 30 giugno scade il contratto e Hunter avrebbe proposto di ritardare la scadenza a luglio: “Il 30 è un giorno come altri, non deve significare la fine delle contrattazioni, la palla ce l’hanno loro, aspettiamo che trovino una soluzione che sia consona anche a noi”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B