Bryant e il suo silenzio, Rondo non migliora!

Kobe chiarisce in poche parole il perché del suo lungo silenzio e smentisce i problemi con una persona, il PG dei Celtics non è ancora guarito dall’infortunio dei Playoffs contro Wade. Stern non vuole lo stipendio

VIDEO: DURANT ILLUMINA HARLEM!

Ogni estate ha il suo tormentone musicale, ovunque vai senti sempre quella canzone che volente o nolente ti accompagna per tutte le vacanze, ebbene il “Black Mamba” sta diventando pian piano quel tormentone; la stella dei Los Angeles Lakers dopo un lungo silenzio è uscita dalla tana e da giorni occupa costantemente le facciate dei giornali e dei siti internet.
Per lo più si è parlato del suo futuro lontano dagli States col Besiktas in pressing, dopo aver chiuso la porta in faccia ai turchi, Kobe ha finalmente parlato della sua squadra e, senza dirlo apertamente, ha fatto capire i motivi del suo lungo silenzio smentendo anche delle voci: “Abbiamo parlato, ci siamo incontrati, abbiamo parlato a lungo e ci siamo incontrati molte volte” e la domanda sorge spontanea, con chi??? E qui arriva la risposta che indirettamente smentisce le malelingue, infatti Bryant parla dei meeting e delle telefonate avvenute con coach Mike Brown! Quindi, se Bryant non era indispettito verso l’ex allenatore dei Cavaliers, con chi ce l’aveva?
Se si fa 1+1 la risposta è basilare: il bersaglio è Jim Buss (figlio di Jerry e nuovo direttore esecutivo dei Lakers, ndr) il quale si è permesso si NON consultare “The Kombo” per il dopo Jackson, ha spedito via senza ritegno la scelta dei giocatori, Brian Shaw e ha deciso di puntare fortemente sul centro di cristallo Andrew Bynum (23 anni), per molti visto come un peso dentro e fuori dal campo.
Questo non fa star sereni i tifosi giallo-viola perché un Kobe Bryant (32 anni) arrabbiato verso il coach lo conoscono e lo conosciamo, ma un Bryant mal posto verso la dirigenza…è pur sempre un serpente velenoso!

Boston: Rondo non ha recuperato
I Playoffs per i Boston Celtics sono finiti l’11 maggio all’American Airlines Arena di Miami contro gli Heat (4-1) nelle Semifinali di Conference, in quella Gara5 Rajon Rondo (25 anni) non poté dare il suo contributo in quanto era ancora convalescente dalla brutta botta al gomito sinistro subita nella Gara3 (scontro con Wade, ndr).
Sono passati quasi 3 mesi da quella serie ma, ancora ad oggi, il PG dei Celtics non riesce a sentirsi sicuro quando gioca/allena, ESPN riporta che l’ex Kentucky può eseguire un’ampia gamma di movimenti ma non si sente ancora sicuro quando deve andare incontro a contatti pesanti, tipo la virata che gli rifilò LeBron James in Gara2: “Sto bene, il gomito migliora di giorno in giorno, avrò un altro check-up in settimana. E’ ancora gonfio ma so ch andrà migliorando”.

NBA: Stern rifiuta lo stipendio
In una breve n0ta rilasciata ad NBA.com, il commissioner David Stern ha dichiarato che non intende percepire lo stipendio nel periodo del lock-out; lo stipendio annuale di Stern si aggira intorno a $9 milioni, più basso sia di quello di Bud Selig (MLB) $17 milioni che di quello di Rogel Goodel (NFL) di $13 milioni.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B