Europei: trionfa la Spagna!

La Spagna dei Gasol e de “La Bomba” Navarro (MVP del torneo) non si ferma neanche davanti alla Francia e conquista  per la seconda volta consecutiva la medaglia d’oro agli Europei. Onore a Tony Parker e ai suoi compagni che hanno disputato un grande torneo.

Spagna – Francia 98-85 (25-20; 50-41; 75-62)
ESP: Gasol 17, Fernandez 12, Rubio, Navarro 27, Calderon 17, Reyes 2, Claver, San Emeterio, Llull 4, M.Gasol 11, Ibaka 4, Sada 4.
FRA: Noah 11, Batum 10, Seraphin 4, Albicy 1, Kahudi 3, Parker 26, Traore 4, Pietrus 4, De Colo 2, Diaw 12, Tchicambound, Gelabale 8.

Top performance:
Rimbalzi: P.Gasol 9 (1 off, ESP)
Assist: Parker 5 (FRA)
Recuperi: Calderon 3 (ESP)
Palle perse: Parker 4 (FRA)
Stoppate: Ibaka 5 (ESP)

MVP: Juan Carlos Navarro (ESP) 27punti (3/7, 3/7, 12/12), 1 rimbalzo, 5 assist, 3 perse

La finale degli Europei non tradisce le aspettative regalandonci una bella e dura partita per almeno 3 quarti: nel primo tempo gli iberici hanno il controllo del match senza neanche dover scomodare all’inizio Pau Gasol, infatti i punti arrivano dalle mani di Juan Carlos Navarro (13 punti) e Josè Calderon, ma la forza spagnola è nella difesa specialmente con l’ingresso di Serge Ibaka nel secondo quarto; pronti via e il nativo di Brazzaville spara stoppate a manetta (5 in 8′) obbligando i transalpini al tiro da fuori (6/10 da 3 nel primo tempo).
Proprio l’energia e la presenza del lungo dei Thunder nel pitturato scombussola l’attacco dei francesi costringendoli poi in difesa a fermare con i falli le incursioni della “Bomba”, il break di 9-0 a 6’18” dalla sirena dell’intervallo lungo consente alla Spagna di toccare il massimo vantaggio sul 38-26 .
C’è da dire che la Francia è anche “sfortunata” perché quando le riesce un’ottima difesa, la Spagna trova quasi sempre punti di talento sulla sirena dei 24″ com nel caso del jumper di Fernandez per il 42-31 a 4′ dalla fine.
Quando sembra esser finita, ecco la scintilla che cambia il match in favore della squadra di coach Collet; a -1’29” brutto e duro fallo di Rudy su Parker, sanzionato col fallo antisportivo la Francia da -12 (46-34) arriva fino a -5 (46-39) grazie al “furto con scasso” di Nicolas Batum ai danni di Rubio! Nel finale gli iberici chiedono un piccolo sforzo a Pau Gasol che con 4 punti personali ri-metterà 9 punti tra i suoi e gli avversari sul 50-41.

I numeri all’intervallo dicono prevalentemente Spagna specie nella percentuale dal campo: 60% contro 45%. La Francia risponde da 3 con un buon 60% contro il 34% degli ospiti che hanno tirato con 4/11. A rimbalzo c’è equilibrio (17 a 13) mentre il dato delle stoppate vede un pesante 6-0 in favore della squadra di Scariolo.

Usciti dagli spogliatoi gli spagnoli non perdono tempo e dopo neanche 2′ piazzano un parziale di 6-2 registrando il nuovo massimo vantaggio sul +13 (56-43), la Francia non demorde e sigla il contro-break (6-0) per il nuovo -7 (56-49), l’atletismo francese da parecchie noie alle furie rosse tanto da arrivare sul -6 sul 60-54, peccato che a smorzare l’entusiasmo di Noah & Co. ci pensino prima Navarro con un tripla forzata, poi una furbesca entrata di Calderon e infine 2 liberi di Marc Gasol: +13 a 3’38” dalla sirena. Addirittura il ferro ha sputato la tripla di Fernandez che sarebbe valsa il +16, Parker doma come quando vuole un irriconoscibile Rubio costringendolo al 4° fallo, dalla lunetta il PG degli Spurs riesce a riportare i suoi sotto di 9 ma grazie ad un alley-hoop di Sada sulla sirena, gli iberici chiudono avanti sempre di 14 (75-62) il terzo quarto.
Navarro è già a quota 22 punti, tutto il quintetto base spagnolo è in doppia-cifra!

Nell’ultima frazione la Francia da segnali di sbando tanto da finire sotto di 15 (79-64) dopo 1’10” con il comodo layup di Sada, il colpo del definitivo K.O lo piazza il Gasol giallo-viola segnando dall’angolo la tripla dell’84-68 a 6’50” dal termine! Onore alla Francia che almeno per tre quarti è stata in scia degli iberici più col cuore e il fisico che con la tecnica, ciò non toglie che la squadra di Tony Parker abbia disputato un signor Europeo perdendo solo dalla Spagna.
Per quel che riguarda i vincitori, che dire…una squadra tecnicamente e tatticamente perfetta e comperta in ogni ruolo da un gran giocatore, i Gasol si sono confermati insuperabili, Calderon ha mantenuto una regia regale per tutta la manifestazione per non parlare del “go-to-guy” di Scariolo, Juan Carlos Navarro: una BOMBA!


CLASSIFICA FINALE EUROPEI 2011
1) Spagna
2) Francia
3) Russia
4) Macedonia
5) Lituania
6) Grecia

QUINTETTO EUROPEI 2011
1) Tony Parker (FRA)
2) Bo McCalebb (MAC)
3) Juan Carlos Navarro (ESP)
4) Andrei Kirilenko (RUS)
5) Pau Gasol (ESP)

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B