Ginobili solo Virtus, Jay-Z mantiene i Nets!

Il campione argentino parla delle offerte ricevute e delle sue papabili decisioni, il co-proprietario dei New Jersey Nets rivela il futuro della sua squadra, Fisher parla prima del meeting di stasera, Bologna non molla la presa su Kobe, Forbes analizza Michael Jordan

– Il tormentone di mercato che sta tenendo banco è quello che vede coinvolti la Virtus Bologna e Kobe Bryant (32 anni, CLICCA QUI per votare il sondaggio!), nella notte la compagine bolognese ha ribadito la sua offerta ovvero $5 milioni per un anno e continua a sperare in una futura risposta del diretto interessato (domani sarà a Milano, ndr). Però non dimentichiamoci anche dell’altro obiettivo delle “Vu Nere” ossia l’ex Manu Ginobili (34 anni)! Il campione dei giochi Pan-Americani con l’Argentina ha spiegato la situazione: “Ho avuto molte offerte, ultimamente alcuni team brasiliani mi hanno cercato ma sia io che il mio agente abbiamo rifiutato” poi però ammette: “Si, ho ricevuto un’offerta dalla Virtus Bologna, io e mia moglie abbiamo passato momenti bellissimi in Italia e devo dire che se dovrò scegliere dove giocare, la Virtus è in cima alla lista delle preferenze”.

– Come tutti voi sapete, i New Jersey Nets nella stagione 2012/13 non giocheranno più in quel di New Jersey ma si trasferiranno a Brooklyn, molti si aspettavano un totale cambio anche nel nome della squadra ma il co-proprietario Jay-Z ha dichiarato: “Non vedo l’ora di giocare a Brooklyn, la squadra si chiamerà al 100% Brooklyn Nets” anche il nome dell’arena è già stato confermato chiamandosi “Barclays Center“: “Quell’arena segnerà una svolta per questa franchigia e per il panorama NBA, giocare a Brooklyn sarà un appuntamento atteso dai giocatori” il rapper/imprenditore ha quindi lanciato la sfida ai cugini dei New York Knicks e al loro storico Madison Squadre Garden ma attenzione, quest’ultimo è in fase di restaurazione con idee davvero notevoli!

– Stasera andrà in scena l’incontro tra i giocatori e i proprietari, nella giornata di ieri avevamo scritto l’importanza di questo meeting,  oggi vi riportiamo le parole del presidente dei players Derek Fisher. Come nell’ultima occasione, il capitano dei Los Angeles Lakers ha voluto scrivere una lettera ai membri della sua fazione, ecco alcuni punti salienti: “Non tutti i proprietari sono d’accordo sul tetto salariale di tipo hard, credo che questa frazione possa divenire un beneficio per noi” aggiungendo: “Siamo noi che guidiamo e portiamo avanti questo business, vi chiedo solo di avere pazienza e di stare uniti” concludendo: “non possiamo vendere noi stessi per una risoluzione immediata”.

– Secondo una ricerca della rivista “Forbes“, Michael Jordan avrebbe guadagnato più soldi come testimonial che come giocatore; Kurt Badenhausen ha analizzato che nell’ultimo anno MJ ha confezionato la bellezza di $60 milioni con le collaborazioni con: Nike, 2K (E’ presente nelle ultime due cover), Gatorade, Hanes, Upper Deck e Five Stars Fragrances. Inoltre l’ex Bulls possiede ristoranti e una concessionaria d’auto nel North Carolina.
Al picco della sua carriera con i Chicago Bulls e con gli sponsor che vivevano per lui, “His Airness” percepiva “solo” $50 milioni, fatta eccezione per gli ultimi due anni dove ha totalizzato $63 milioni.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B