Meeting: parla chiaro LeBron James!

Non giungono buone notizie dall’Olympic Tower di New York City, l’incontro che doveva cominciare alle 10 (proseguimento di quello iniziato ieri) è iniziato alle pre 14 locali, neanche il tempo di iniziare a discutere e di entrare nella sala che già sono partite le prime scintille.

Fonti all’interno dello stabilimento hanno riportato che i giocatori sono molti arrabbiati, tanto che uno (non si sa chi) abbai esclamato ad alta voce e con tono di disapprovazione “Andiamo…” per poi proseguire con un “ma cosa stiamo qui a fare?”.

Il motivo è sempre lo stesso, la divisione dei profitti NBA dove i proprietari hanno chiesto un taglio fino al 46% con i giocatori che non hanno intenzione di scendere sotto il 51%.

Detto questo alla fine i giocatori tra i quali LeBron James, Dwyane Wade, Carmelo Anthony, Kevin Durant, Chris Paul e Baron Davis sono entrati nella sala per provare a trovare un accordo.

Proprio il “Choosen One” ha parlato in maniera schietta e diretta sulla situazione: “Siamo tutti qui insieme per il 53%, ok? Non scendiamo sotto il 51%, se non ci sarà un compromesso da parte dei proprietari, io e i miei colleghi siamo pronti a rinunciare a giocare” concorde alle sue parole il suo compagno di squadra Dwyane Wade (28 anni), il quale ieri ebbe un brusco diverbio con David Stern.

Attendiamo…

NEWS: LA LEGABASKET LAVORA PER BRYANT!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B