Giocatori e proprietari ricorrono al mediatore!

Visto che le due fazioni, da sole, non riescono ad arrivare ad un accordo, settimana prossima si chiamerà in causa un mediatore.

Verrebbe da dire che siamo arrivati “all’ultima spiaggia” ma se questo è l’unico modo per porre fine al lock-out, ben venga!

Ci stiamo riferendo all’ultima idea della Lega proposta ai giocatori, chimera in aiuto un mediatore che possa aiutare le parti a trovare quella stretta di mano che da quasi 4 mesi non arriva: “Abbiamo decisi di accettare la proposta della Lgea” ha dichiarato Billy Hunter in un’intervista radiofonica al “WFAN-AM” di New York.

Il nome di colui che cercherà la mediazione è quello di George Cohen, direttore del Federal Mediation e del Conciliation Service, lo stesso ha confermato la sua presenza durante i prossimi meeting, le sue parole dopo la nomina ufficiale: “Ho partecipato in maniera informale agli incontri tra l’NBA e NBPA” aggiungendo: “E ‘evidente che la controversia in corso comporterà un grave impatto, non solo alle parti direttamente coinvolte, ma anche di grande preoccupazione, i datori di lavoro e uomini che lavorano e donne che offrono servizi relativi alla partite di basket, e più in generale, sull’economia di ogni città in cui è prevista quei giochi da giocare”

Cohen è una “vecchia volpe” del mestiere, in passato fu chiamato in causa sia dalla MLB e dalla NFL, sempre con ottimi risultati.

I meeting in teoria dovevano cominciare già da lunedì prossimo ma, non è ancora chiaro il perché, ma inizieranno martedì 18 ottobre, domani a Los Angeles Billy Hunter incontrerà i giocatori per fare il piano della situazione in vista dei prossimi incontri.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B