Meeting: ancora progressi, accordo sul mid-level exception!

Positivo anche il proseguimento di mercoledì, trovata la stretta di mano sul mid-level, sulla stagione ancora incognite però.

Il proseguimento dell’incontro di martedì ha dato ancora un esito positivo, infatti giocatori e proprietari hanno raggiunto l’intesa su imo dei “System issues” più spinosi: il “mid-level exception”*.

L’accordo è stato fissato per $5 milioni annui, anche in questo caso i giocatori si sono dovuti chinare infatti la loro proposta era di $3 milnio; però il nodo a cui tutti gli appassionati tengono non è ancora stato risolto, che fine farà la stagione 2011/12?
Il braccio destro di Stern, Adam Silver, ha tenuto la porta aperta sulla possibilità di una regular-season ad 82 partite ma: “Per quel che riguarda la stagione, sapere se sarà ad 82 partite non é ancora chiaro”.

Fattore di novità è stata la proposta dei proprietari, un “Bonus Pool” dato ai giocatori giovani con incentivi basati sui risultati; piacentini che (se fossero stati adottati nella scorsa stagione) avrebbero avuto in Blake Griffin il beneficiario, infatti l’ala dei Clippers in un anno ha dominato la sua categoria, è apparso all’Al Star Game della domenica e vinto il ROY.

Dovremo aspettare ancora per la stretta di mano finale, all’incontro di ieri non era presente il commisioner David Stern fermato a casa dalla febbre, causata dallo stress e dalla lunghezza estenuante degli ultimi incontri.

*Una volta all’anno, le squadre sono autorizzate a firmare un giocatore per un contratto pari al salario medio di NBA, anche se la squadra si trova già sopra il tetto salariale. Questo è noto come MLE. Il MLE può essere utilizzato su un singolo free-agent o dividere tra più free-agent ed è disponibile per qualsiasi squadra che supera il tetto salariale all’inizio della offseason. Il Mid-Level Exception per la stagione 2008-09 NBA era $5,585 milioni, nella stagione 2009/10 era pari a $5,854 milioni.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B