I giocatori spingono per l’Opzione Nucleare!

L’incontro di ieri tra i players ha messo in evidenza il malcontento di molti giocatori, tra questi anche diversi All-Stars.

Ben 50 i giocatori scontenti NBA, tra cui diversi All-Stars come Dwyane Wade, Ray Allen e Dwight Howard, hanno partecipato alla riunione di ieri (presente anche un avvocato di alto antitrust) parlando del possibile processo di “decertificazione dell’unione giocatori” (chiamata anche “Opzione Nucleare”, tornando quindi sui binari degli agenti che già in estate avevano consigliato ai players questa scelta.

Il motivo scatenante è stato il timore di non arrivare più ad un accordo e le troppe concessioni fatte ai proprietari, uno scioglimento dell’unione manderebbe nel caos i negoziati e alzerebbe notevolmente il rischio di perdere l’intera stagione 2011/12: “Siamo ben al di là della frustrazione per le concessioni che abbiamo fatto e in cambio non abbiamo avuto nulla” ha dichiarato un giocatore.

Basterebbe che alla petizione per questo atto di dissoluzione del sindacato firmassero almeno il 30% dei giocatori, se ciò dovesse andare in porto i singoli giocatori potrebbero fare guerra alla Lega portandola in tribunale e contestando la legalità del Lockout.

Domani le parti si incontreranno a New York per negoziare di nuovo, se anche dai negoziati di domani dovesse uscire l’ennesima fumata nera, la decertificazione potrebbe divenire realtà.

Senza dubbio questo atto serve a mettere ulteriore pressione ai proprietari, sarà la mossa giusta?

LOCKOUT: SABATO DI NUOVO FACCIA-A-FACCIA, LA SITUAZIONE

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B