L’offerta dei proprietari nel dettaglio

Andiamo ad analizzare gli altri dettagli dell’ultimatum imposto dalla Lega, ma i giocatori…

Ieri vi avevamo parlato dei “5 passi” che potrebbero compiere i giocatori, invece oggi vi parliamo in modo più specifico dell’ultimatum emanato dal Commisioner David Stern.

Come tutti sapete Stern, nella sua ultima offerta, ha proposto una stagione con inizio il 15 dicembre e da ben 72 partite con i playoffs posticipati di una settimana nell’anno delle Olimpiadi, grazie a Chris Broussard di ESPN andiamo a vedere gli aspetti economici e dei fastidiosi “system issues”
– Il mid-level annuale per i luxury tax teams sarà di $3 milioni (nella precedente offerta era di $2,5 milioni)
– I luxury tax team potranno eseguire il sign-and-trade nei primi due anni dopo l’accordo, un aspetto molto importante visto che la prossima stagione vi saranno free-agent del calibro di Dwight Howard (25 anni), Chris Paul (25 anni) e Deron Williams (27 anni), con quest’ultimo che ha fatto capire che se è possibile vorrebbe sloggiare dai Nets.

Fino a qui sembra che si viaggi sugli stessi binari, ma ecco i problemi:
– Nella nuova offerta le squadre hanno il permesso di mandare i propri giocatori nella D-League per i primi cinque anni della loro carriera, possono anche ridurre la paga ad un pro-rata dell’importo di $75 mila.

-Il sindacato sostiene che il problema è che i proprietari hanno cambiato la definizione di tax payer, in tal modo i “Bird Rights” verrebbero distrutti.

Le voci che danno l’NBPA verso un “no” si fanno però sempre più insistenti…vedere la HP di SI.com

NCAA: NORTH CAROLINA-MICHIGAN STATE 67-55

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B