Los Angeles Lakers – Chicago Bulls 87-88

Bryant e i Lakers steccano la prima in casa perdendo nell’ultimo minuto contro i Bulls del solito Rose e di un grande Luol Deng.

 

 

 

Los Angeles Lakers – Chicago Bulls 87-88 (22-20, 34-29, 12-20)

Lakers: Ebanks 8, McRoberts 6, Gasol 14, Bryant 28, Fisher 2, Murphy 7, World Peace 4, Blake 12, Goudelock 6 Kapono ne, Walton ne, Barnes ne
All: Brown

Bulls: Deng 21, Boozer 15, Noah 6, Hamilton 6, Rose 22, Brewer 6, Asik 3, Watson 6, Gibson 3, Korver ne
All: Thibodeau

Top Performance:
Rimbalzi: Noah 9 (5 off, CHI)
Assist: Bryant 6 (LAL)
Recuperi: Deng 4 (CHI)
Palle perse: Bryant 8 (LAL)
Stoppate: Gasol 3 (LAL)

MVP: Luol Deng (CHI) 21 punti (7/19, 1 /4, 13/19) 7 rimbalzi, 3 assist, 4 recuperi, 2 falli e una stoppata

Primo Tempo

Primi punti della stagione allo Staples Center per Pau Gasol, mentre il “nuovo” Metta World Peace parte dalla panchina panchina. Noah risponde per i Bulls segnando i primi e unici suoi 6 punti della partita nei primi 2’ di gioco (6-8 Lakers). Bene in difesa i gialloviola di coach Brown con Ebanks su tutti a limitare gli attacchi dei Bulls. Sul finire del quarto Brewer con un parziale di 4-0 porta in vantaggio i Bulls (18-14) che chiudono davanti con la tripla di C.J. Watson (22-20). Derrick Rose non pervenuto.
Nel secondo quarto i Lakers cercano di scappare con Blake e Goudelock ma Rose e Boozer sfruttano bene alcuni sbandamenti difensivi dei padroni di casa.
Sul 45 pari sale in cattedra il Black Mamba che porta a +5 LA, ma dall’altra parte si svegla l’MVP della scorsa stagione che rispnde a Bryant e poi con l’aiuto di Deng porta a +7 i suoi all’intervallo.

Numeri all’intervallo

– Kobe Bryant top scorer dell’incontro con 14 punti e 6/10 dal campo.
– Deng, Boozer e Rose top scorer dei Bulls con 10 punti.
– Bene Gasol (10 punti) e C.J. Watson (6 punti).
– Deng chiude con un +12 di valutazione. Suoi gli ultimi 6 punti che danno il +7 all’intervallo ai Bulls.
– Lakers maggiormente reattivi a rimbalzo (19 contro i 12 dei Bulls, di cui ben 8 offensivi).

Secondo tempo

Rientrati dagli spogliatoi i Lakers prendono in mano la gara e pareggiano (63-63) con Bryant a 5’ dalla fine del terzo periodo. Fisher da il vantaggio e LA con la vecchia guardia sfrutta l’assenza di Rose dal parquet (parziale di 8-0 senza l’MVP della scorsa stagione in campo).
L’ultimo periodo si apre con la tripla di Goudelock, e i due pesantissimi canestri di Murphy e Blake per il +8 Lakers (68-76). Il più 10 lo sigla Metta con un canestro alla sua maniera e poi però succede l’incredibile: a 1’ dalla fine Bryant sigilla il +6 LA (81-87) poi Deng, Boozer e Rose riportano i Bulls a -1. A 24” dal termine, Bryant perde palla, Deng intercetta e Rose segna un pazzesco canestro del sorpasso (88-87). A 4” dal termine, Bryant riceve e va dentro, ma l’incredibile Deng lo stoppa, vanificando le speranze dei Lakers. Appuntamento con la vittoria rimandato a stasera contro i Kings.

– N.S. –

N.S

N.S

Dal sangue verace romagnolo, ma cresciuto 19 anni in quel di Como (in parte assieme proprio a FMB), si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. È un inguaribile tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams e le IPA luppolate e la jersey dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S

  • Ironclaw

    Lakers troppo Kobe dipendenti. A parte Gasol a sprazzi il resto veramente poca cosa…
    Complimenti a Chicago, ottimo collettivo!