Miami innamorata di Cole, parla Nowitzki sui Mavs!

Gli Heat hanno trovato nel rookie un nuovo asso, il tedesco spiega le difficoltà dei suoi, Curry ancora infortunato.

Norris Cole (23 anni), dopo appena 2 partite, ha conquistato il pubblico degli Heat e nel match di stanotte contro i Celtics si è pure guadagnato il coro di “MVP! MVP! MVP!” dopo aver segnato 9 punti consecutivi.

Dirk Nowitzki (31 anni) non ha avuto peli sulla lingua nel descrivere la situazione dei suoi Mavericks: “Sembriamo vecchi, lenti e fuori dal gioco” aggiungendo: “Credo che questa squadra abbia ancora del potenziale, ci serve solo di lavorare molto, necessitavamo di qualche settimana in più di training-camp”

– I Boston Celtics, durante la free-agency, avevano mostrato un particolare interesse verso il centro Erick Dampier (36 anni) ma poi si disinteressarono, adesso invece potrebbe riaccendersi la fiamma per l’ex Dallas visto la carenza sotto i ferri.

Kyrylo Fesenko (25 anni) ha accettato l’offerta per un anno a $1,07 milioni con i Golden State Warriors.

Ricky Rubio (21 anni) si è detto lusingato dei complimenti di LeBron James (26 anni) fatti su Twitter (@KingJames): “Mi fa piacere che uno come lui mi abbia fatto i complimenti”.

– Continua il calvario di Stephen Curry (23 anni), il PG dei Warriors si è di nuovo infortunato alla caviglia destra durante il match vinto contro i Bulls lunedì, si tratta della seconda distorsione in neanche una settimana, probabile un suo forfait mercoledì contro i Knicks.

Drew Gooden (30 anni) è stato sospeso per una gara per il fallo antisportivo rifilato a Gerald Henderson nel match di lunedì tra Bobcats e Bucks.

– Invece a Washington sono già cominciati i problemi, dopo il K.O interno con i Nets all’opening game, il centro Andray Blatche (25 anni) si è lamentato del suo utilizzo provocando molte reazioni, i giocatore ha risposto su Twitter (@drayblatche) così: “Dovete stare tutti zitti! Non mi sono lamentato con i miei compagni o col coach, ho solo detto che ho giocato male e che preferisco giocare in post basso”.

– Il nuovo coach dei Toronto Raptors, Dwane Casey, ha spiegato il perché del miglioramento dei suoi rispetto alla passata stagione: “L’anno scorso c’era troppo spesso una pessima gestione della palla specialmente nella distribuzione” aggiungendo: “Ho insegnato lorda credere nei loro compagni e di passare sempre all’uomo libero”.

LE PARTITE DELLA NOTTE (27/12/11)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B