Rose conquista Hollywood, Déjà vu Miami

L’MVP incanta ancora nella città degli angeli, Wade si ripete a Minnesota, prime W per Boston e Dallas, giganteggia Howard.

 

 

 

 

Charlotte Bobcats – Orlando Magic 79-100
CHA: Maggette 20, Diaw 10, Augustin 14, Mullens 12
ORL: Turkoglu 15, Anderson 23, Howard 20 (24 rimb), J.Richardson 16, Redick 11

I Bobcats pagano un po’ la stanchezza degli impegni precedenti tanto da partire con 0/5 nei primi 8′ e trovarsi sotto 0-11, il primo canestro di Charlotte arriva dopo 4′ con Diaw. Dall’altra parte mostruoso Howard (20+24) e ancora una volta molto bene Ryan Anderson (5/12 da 3).

Indiana Pacers – Cleveland Cavaliers 98-91 OT
IND: Granger 22, West 14 (10 rimb), Hibbert 17 (13 rimb), Collison 11, Hill 15, Hansbrough 11 (12 rimb)
CLE: Jamison 12, Varejao 14 (13 rimb), Parker 12, Irving 20, Gee

Il primo supplementare della stagione va in scena ad Indianapolis tra Pacers e Cavs; Anthony Parker segna a 17″ la tripla del sorpasso sulla’82-84 ma David West gli risponde col suo tipico dumper per la parità, l’ultimo tiro è nelle mani del rookie Irving (20 punti) che però non va a segno. Nell’OT Danny Granger cambia marcia segnando 5 punti consecutivi chiudendo un break di 7-0 a 1’29” dalla fine, 93-87 Pacers e partita chiusa.

Boston Celtics – Detroit Pistons 96-85
BOS: Pierce 12, O’Neal 19, Allen 17, Bass 17
DET: Prince 10, Jerebko 10, Monroe 22, Knight 10, Daye 11

Nella prima casalinga i Celtics ritrovano Paul Pierce (12 punti in 22′) e colgono la loro prima W; proprio il capitano e Ray Allen segnano, dopo 43″ del 3° quarto, il match con due triple consecutive portando Boston sul +13 (56-43), vantaggio ben gestito fino alla fine.

Atlanta Hawks – New Jersey Nets 105-98
ATL: Williams 11, Horford 12, Johnson 21, Teague 22, Pachulia 11
NJN: Humphries 10 (13 rimb), Okur 15, Gaines 10, Williams 23, Brooks 21

Atlanta fatica ma nel finale di partita riesca ad avere la meglio sui Nets del duo Williams-Brooks; nel quarto periodo D-Will tira on 4/8 dal campo e porta da solo New Jersey fino al -2 (98-96) a 1’46”, il PG di Avery Johnson ha anche la palla per il pareggio ma la sua rovesciata non va, da li 5 punti consecutivi di Joe Johnson che chiude la pratica.

Memphis Grizzlies – Houston Rockets 113-93
MEM: Gay 10, Randolph 23, Gasol 20, Pargo 14, Mayo 10, Pondexter 13
HOU: Budinger 11, Martin 21, Lowry 15

Tutto facile per i Grizzlies che tirano col 56% (45/80) dal campo contro i Rockets; padroni di casa sempre avanti (57-51 all’intervallo). Ad Inizio secondo tempo memphis non sbaglia un tiro con le seconde linee (8/8) e volerà sul +21 (88-67), Houston tirerà 6/20 nella terza frazione.

New Orleans Hornets – Phoenix Suns 78-93
NOH: Landry 17, Okafor 10 (16 rimb), Landry 17, Belinelli 8 (10 rimb), Jack 12
PHX: Hill 10, Frye 10 (16 rimb), Dudley 16, Nash 7 (12 ass), Warrick 18, Brown 11

Italian Job: Belinelli 8 pt (1/7, 2/6, 0/1), 10 rimb (3 off), 2 rec, 1 persa

Ancora senza Eric Gordon (ginocchio destro) per i Suns arriva una comoda vittoria a casa degli Hornets (28% dal campo); dopo un primo quarto chiuso sul 22 pari, gli ospiti scappano via e nel terzo quarto toccano il +17 (51-68) dopo un parziale di 10-0. Male Belinelli con 3/13 dal campo.

Minnesota Timberwolves – Miami Heat 101-103
MIN: Love 25 (12 rimb), Rubio 12 (12 ass), Ellington 11, Tolliver 10, Randolph 14, Williams 10
MIA: James 34 (10 ass), Bosh 20, Wade 19, Cole 12

Stesso copione di Charlotte per i Miami Heat che rimangono imbattuti (4-0); LeBron James segna a referto 34 punti e Dwyane Wade segna, in alley-oop, il canestro decisivo a 4″ dalla sirena. A 8″ Tolliver ha avuto la possibilità di dare il vantaggio a Minnesota dalla lunetta ma con 1/2 ha segnato solo la parità, sulla sirena vano il tentativo di Ellington. Bene Rubio con la sua prima doppia-doppia da 12+12.

Wade si ripete
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=CUsQwrQ68jw]

Milwaukee Bucks – Washington Wizards 102-81
MIL: Ilyasova 16, Bogut 13 (15 rimb), Dunleavy 13, Jennings 22, Delfino 15
WAS: Lewis 14, Blatche 9 (10 rimb), Crawford 24

Ai Milwaukee Bucks basta un superbo primo tempo chiuso sul 65-41 per archiviare i Wizards che hanno avuto solo 6 punti (1/9) dal campo) da John Wall.

Dallas Mavericks – Toronto Raptors 99-86
DAL: Marion 12, Nowitzki 18, Terry 17, Mahinmi 19, Carter 10
TOR: Bargnani 30, DeRozan 11, Calderon 11, Barbosa 20

Italian Job: Bargnani 30 pt (9/15, 2/3, 6/8), 7 rimb, 1 ass, 3 perse, 1 stop

Malgrado la sontuosa prestazione del Mago, i Toronto Raptors non riescono ad espugnare Dallas, che trova anche lei la sua prima vittoria stagionale; dopo un break di 14-0 canadese i texani si ritrovavano sotto 61-68 a 3’56” dalla sirena del terzo quarto, time-out di Carlisle e all’uscita contro-break di 16-2 Mavs chiuso da un 3/3 dalla lunetta di Carter per il +7 (77-70). Match poi chiuso da Terry a -4’40” col dumper del +11 (92-81)

Utah Jazz – Philadelphia 76ers 102-99
UTA: Haywaod 15, Millsap 14 (14 rimb), Favors 20 (11 rimb), Harris 19. Miles 10
PHI: Iguodala 16, Brand 12, Hawes 15 813 rimb), Holiday 22, Williams 20

Derrick Favors realizza il suo career-high a quota 20 punti e i Jazz trovano la prima vittoria ma non passeggiando; a 29″ Philly si fa sotto sul -2 (101-99) e addirittura ha due possibilità prima con Williams e poi con Hawes di pareggiare a 5″ dalla fine, Harris va in lunetta ma fa 1/2 lasciando a “Sweet-Lou” l’ultima possibilità, ma la tripla del #23 dei Sixers non anserà a segno.

Los Angeles Clippers – Chicago Bulls 101-114
LAC: Butler 16, Griffin 34 (13 rimb), Jordan 12, Williams 13, Paul 15 (14 ass)
CHI: Deng 19, Boozer 10, Noah 19. Hamilton 16, Rose 29 (16 ass)

Dopo aver ucciso i Lakers a Natale, Derrick Rose demolisce i Clippers mandando in scena una prestazione superlativa (29+16 assist)! I Clippers tengono botta e toccano il -3 (84-87) dopo 3′ con Thompkins, però i Bulls rispondono con gli interessi piazzando un break di 10-0 (5 punti di Brewer) volando sul +13 (84-97) a 7’26” dal termine. Paul e Griffin firmano due doppie-doppie ma vane contro tutto il quintetto dei Bulls che va in doppia-cifra.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B