Howard-Magic si traballa, Love tergiversa

Il centro dei Magic inizia a perdere fiducia nei Magic, i Thunder perdono Maynor, Love si loda ma non estende con Minnesota.

– Sono passate 9 partite e la fiducia di Dwight Howard (26 anni) egli Orlando Magci sta calando sempre più, malgrado il record di 6-3, “Superman” starebbe riportando in voga la voglia di essere ceduto e molti indizi dicono che il suo addio dalla Florida coinciderà con la dead-line del 15 marzo, sfruttando così l’Al Star Game per l’ultimo saluto. Il GM Otis Smith ha subito smentito duramente queste voci confermando la volontà di Dwight di restare ad Orlando.

Kevin Love (23 anni) anche quest’anno è il re delle doppie-doppie e lui non si nasconde più: “Credo di essere tra le prime 4 ali forte della Lega, credo che bisogna sempre credere di sentirsi i migliori quando si scende in campo” poi sulla spinosa estensione di contratto l’ex UCLA tergiversa: “Non lo so, sono felice di giocare per i T-Wolves, io non conosco la risposta a questa domanda, è tutto nelle mani del mio agente” il suo agente, Jeff Schwartz, ha fissato al 15 di questo mese un ultimatum a David Khan per proporre l’estensione.

– Gli Oklahoma City Thunder hanno perso per l’intera stagione il PG Eric Maynor (24 anni), strappo del legamento anteriore del crociato del ginocchio destro per lui.

– L’agente di Andrew Bogut (27 anni), Bruce Kaider, ha fatto spade che il suo assistito tornerà presto con i Bukcs; il centro ha giocato appena 4 partite prima di lasciare la squadra per problemi famigliari. L’agente ha rassicurato i tifosi che il giocatore sta bene in quanto su Twitter (@AndrewMBogut) Bogut non scrive da più di 6 giorni.

– L’ex NBA Jamal Mashburn (11 mila punti in carriera) starebbe pensando di comporre un team di owner per rilevare alla Lega i New Orleans Hornets; Mash, dopo essersi ritirato dalla pallacanestro, è diventato un business-man di gran successo vantando un portafoglio che comprende 37 Papa John’s locations (pizzerie), 30 Outback Steakhouse, due concessionarie auto e una società immobiliare.

– Mancano 9 giorni alla ufficializzazione dei 18 “finalisti” di Team USA che poi si contenderanno i 12 posti per Londra 2012, dopo aver steso una carrellata di nomi qualche giorno fa, da qualche tempo sono partite le auto-nomination come quella LaMarcus Aldridge (26 anni) che, a parer suo, meriterebbe di essere preso in considerazione, e quella di Andre Iguodala (27 anni) che è convinto di essere nei 18 finalisti e di giocarsi un posto per i Giochi, Dre era presente ai Mondiali di Turchia 2010.

Carmelo Anthony (27 anni) scenderà in capo stanotte nel match casalingo dei Knicks contro i Bobcats ma, nelle due trasferte precedenti, ha accusato problemi fisici dicendo di non sentirsi bene, specie dopo la vittoria a Detroit.

– Per Eric Gordon (23 anni) continuano i problemi al ginocchio destro tanto che dovrà stare lontano dai campi 2/3 settimane.

– Saranno invece solo 3 le partite che Michael Beasley (22 anni) salterà causa una distorsione al piede destro, la prima l’ha già scontata la scorsa notte a Washington.

LE PARTITE DELLA NOTTE (08/01/12)

La diretta di stanotte

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B