Nowitzki gela Boston, altro suicidio Heat, Kobe 40!

Il tedesco segna nel finale e vice al Garden, Bryant 40ello ad Utah e vittoria all’OT, bene New York e Chicago senza Rose, James affossa Miami.

 

 

 

Toronto Raptors – Sacramento Kings 91-98
TOR: Bargnani 10 (10 rimb), DeRozan 13, Caldern 13 (10 ass), Barbosa 24, Kleiza 10
SAC: Cousins 21 (19 rimb), Fredette 10, Evans 29, 20 Thomas

Italian Job: Bargnani 10 pt (2/10, 0/3, 6/6), 10 rimb (1 off), 2 perse

I Sacramento Kings sfruttano la brutta serata del Mago e col duo Cousins-Evans espugnano Toronto; ospiti che comandano per tutto il match e nel finale Tyreke Evans segna 9 dei suoi 29 punti dalla lunetta, respingendo i tentativi di rimonta dei padroni di casa.

Indiana Pacers – Atlanta Hawks 96-84
IND: Granger 24, West 12, Hibbert 12 (11 rimb), Stephenson 12
ATL: Smith 16, Johnson 15, Pachualia 11, Green 10

Buona vittoria dei Pacers sugli Hawks, maturata in un superbo 3° periodo da parte degli uomini di Vogel; dopo un primo tempo chiuso sotto di 53-50, Atlanta segnerà solo 9 punti nella terza frazione contro i 29 di Indiana, tirando 2/15 dal campo. Il break di fine periodo di 9-0, con tripla di Foster sulla sirena, ha congelato il match sul +21 Pacers (80-59).

New York Knicks – Philadelphia 76ers 85-79
NYK: Anthony 27, Stoudemire 20 (10 rimb), Chandler 3 (13 rimb), Shumpert 10, Harrellson 13
PHI: Brand 11 (10 rimb), Iguodala 16, Holiday 13, Young 12, Turner 16

I New York Knicks fermano a 6 la striscia vincente dei Sixers, ai quali non riesce la tripletta del proverbiale “back-to-back-to-back”; il terzo quarto ha visto Carmelo Anthony (8/24 dal campo) salire in cattedra, infatti melo ha segnato 12 punti e 6 di questi negli ultimi (più un assist) hanno contribuito a dare il +11 ai suoi (67-56).

Boston Celtics – Dallas Mavericks 85-90
BOS: Marion 15, Nowitzki 16, Haywood 8 (11 rimb), West 12, Terry 18
DAL: Garnett 16 (10 rimb), Rondo 24.

Terza vittoria filata per i Dallas Mavericks che espugnano il Garden di Boston in volata; malgrado la pessima serata del duo Pierce-Allen (2/5 e 3/8 dal campo), i Celtics rimangono aggrappati alla gara con le giocate di Rondo, ma a 5″ dalla fine dei regolamentari Dirk Nowitzki segna col fallo portando Dallas sul +3 (85-88). Successivamente Rondo perderà palla e Terry concluderà con un comodo layup per il successo texano.

Chicago Bulls – Washington Wizards 78-64
CHI: Deng 12, Lucas 25, Korver 14, Asik 8 (14 rimb)
WAS: McGee 10 (14 rimb), Booker 8 (10 rimb), Wall 11, Crawford 14

Vittoria importate per i Bulls (privi di Rose e Hamilton) sui Wizards che trovano in John Lucas III l’eroe del match; i capitolini stanno a contatto fino a 8′ dal termine, quando Kyle Korver ha firmato un personale break di 5-0 dando il +9 (65-56).

New Orleans Hornets – Oklahoma City Thunder 85-95
NOH: Kaman 17, Okafor 10, Belinelli 10, Landry 17, Summers 10
OKC: Durant 29 (10 rimb), Westbrook 22, Harden 14

Italian Job: Belinelli 10 pt (3/5, 0/5, 4/4), 3 rimb, 2 ass, 1 rec, 1 persa

Oklahoma City soffre ma vince sul campo degli Hornets grazie al solito KD; dopo aver rimontato nel primo tempo grazie a James Harden, i Thunder non riescono a scappare se non ad inizio ultima frazione con un parziale di 8-2 che li ha portati sul +9 (72-81), gli uomini di coach Brooks amministreranno il vantaggio fino alla fine.

San Antonio Spurs – Houston Rockets 101-95 OT
SAS: Duncan 17 (11 rimb), Leonard 11, Parker 28
HOU: Scola 20, Martin 18, Lowry 22, Patterson 10

Gli Spurs si prendono la loro rivincita sui Rockets vincendo il derby al supplementare e pareggiando (1-1) negli scontri diretti; con 60″ da giocare nei regolamentari gli sperano si fanno rimontare 5 punti a 5″ dalla fine, il dumper di Green non andrà a segno e quindi overtime! Supplementare segnato dal 5-0 firmato Jefferson-Duncan che ha dato il +4 (96-92) a 35″ dalla fine e dai liberi di Tony Parker.

Denver Nuggets – New Jersey Nets 123-115
DEN: Gallinari 22, Afflalo 19, Miller 12 (12 ass), Harrington 13, Fernendez 15, Brewer 19
NJN: Brooks 10, Humphries 12, Morrow 23, Williams 16 (13 ass), Farmar 26, Gaines 11

Italian Job: Gallinari 22 pt (5/8, 2/3, 6/6), 2 rimb, 5 ass, 2 rec, 1 persa

La partita delle non difese va in scena al Pepsi Center di Denver dove a vincere sono stati i Nuggets di un bel Gallinari; uomo partita però è stato Corey Brewer, entrato dalla panchina ha segnato 17 dei 19 punti nel primo tempo, 8 di quei 17 sono arrivati nell’ultimo minuto e hanno consentito ai Nuggets di scappare sul + 17 (68-51).

Utah Jazz – Los Angeles Lakers 87-90 OT
UTA: Millsap 29, Jefferson 11 (11 rimb), Howard 18
LAL: Barnes 11, Gasol 14 811 rimb), Bynum 12, Bryant 40

Dopo i 48 di ieri sera, nella notte Kobe Bryant ha firmato a referto 40 punti (14/31 dal campo) trascinando i Lakers al successo all’Energia Solution Arena di Salt Lake City; I jazz però hanno forzato il match ai supplementari grazie ad un tap-in di Paul Millsap a 21″ dal termine, sulla sirena Kobe non toverà l’appuntamento col canestro. All’overtime è stata una tripla (prima in stagione) di Pau Gasol ha dare il vantaggio ai Lakers e successivamente un tap-in di Bynum per il +3 (85-88) a 51″ dalla fine. I padroni di casa non ci stanno, accorciano sul -1 e hanno anche la palla del sorpasso con Al Jefferson ma Bynum lo stoppa (5 stoppate) a 1″ dalla fine.

Portland Trail Blazers – Orlando Magic 104-107
POR: Wallace 15, Aldridge 23, Matthews 17, Crawford 24, Batum 14
ORL: Turkoglu 16, Anderson 16, Howard 13 (13 rimb), Richardson 15, Nelson 16, Davis 11

Gli Orlando Magic mandano ben 6 uomini a refero in doppia-cifra, ma sudano freddo nel finale contro i Blazers; la compagine della Florida domina i primi 3 quarti entrando nell’ultimo sul +23 (96-63) ma l’orgoglio dei Blazers li porterà fino al -3 (93-96) a 2’21” dall’ultima sirena, ci penserà Hedi Turkoglu con 5 punti consecutivi a sventare il pericolo.

Los Angeles Clippers – Miami Heat 95-89 OT
LAC: Butler 20, Griffin 20 (12 rimb), Jordan 8 (11 rimb), Billups 12, Paul 27 (11 ass)
MIA: James 23 (13 rimb), Bosh 16 (11 rimb), Wade 17, Chalmers 18

Altro overtime e altra sconfitta (2^ consecutiva) per i Miami Heat, stavolta loro carnefici i Clippers di Chris Paul; a 27″ dal termine dei regolamentari Clips avanti di 2 (86-84) dopo 3 tiri liberi di Billups, negli ultimi 27″ LeBron James andrà in lunetta due volte consecutive ma il #6 di Miami realizzerà un 2/4 che costringerà gli Heat allovertime. Nell’extra-time gli ospiti sbaglieranno tutto dal campo (1/8 e 0/6 nei primi 3′) aiutando i Clips a cogliere il successo.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B