Fisher uccide i Mavs, Thunder corsari a Boston

Fisher salva i Lakers, Durant espugna Boston, Memphis asfalta i Bulls senza Rose, Philadelhia vola, Irving c’è, Billups salva i Clippers

 

 

 

New York Knicks – Orlando Magic 93-102

Memphis Grizzlies – Chicago Bulls 102-86
MEM: gay 24, Speights 16 812 rimb), Gasol 19 (10 rimb), Conley 20
CHI: Deng 20, Boozer 13, Gibson 16, Watson 17

Senza Derrick Rose messo in panchina per precauzione, ai Memphis Grizzlies basta il primo tempo per archiviare i Bulls; dopo un primo quarto chiuso sul +7 (28-21) e giocato gran parte del secondo sul +10, i Grizzlies scappano via definitivamente a 4’06” con un parziale di 16-3 (7 di Gay e 5 di Conley) che li porta sul 58-38 all’intervallo lungo.

Philadelphia 76ers – Milwaukee Bucks 94-82
PHI: Iguodala 18, Hawes 11 (10 rimb), Holiday 24, Williams 17
MIL: Leuer 11, Bogut 20 (11 rimb), Hattis 12, Udrih 10

I Sixers continuano a volare tra le mura amiche del Wells Fargo Center (6-0), battuti i Bucks con un super Iguodala; gli uomini di coach Collins hanno ucciso la gara a metà del terzo quarto quando, dopo un 5-0 Bucks che li portava sul 56-50, Holiday e Iguodala hanno sparato due triple allungando sul +12 (62-50). Nell’ultimo periodo Philly gestirà il vantaggio e centrerà la 10ima vittoria stagionale.

Washington Wizards – Houston Rockets 106-114
WAS: Young 13, Wall 38, McGee 8 810 rimb), Blatche 11, Crawford 17
HOU: Scola 18,Dalembert 20, Martin 25, Lowry 16

Nella capitale i Wizards tengono botta ai Rockets per due quarti prima di crollare; dopo il 58-58 segnato da McGee, i texani provano la prima fuga volando sul 60-69, poi firmano l’11-2 che vale il +19 (83-64) a 4′ dalla sirena della frazione. Vano il career-high di John Wall (38 punti con 13/22 dal campo ).

Charlotte Bobcats – Cleveland Cavaliers 94-102
CHA: Henderson 17, Mullens 9 (12 rimb), Walker 14, Augustin 24, White 15
CLE: Casspi 14, Jamison 20, Varejao 14 812 rimb), Irving 25, Gee 10

Bella e tirata la partita tra Bobcats e Cavs che ha visto trionfare in volata gli ospiti; dopo aver rimontato ** nel primo tempo, negli ultimi 3′ le franchigie si rispondono colpo-su-colpo con Cleveland che riesce a spuntarla grazie a 4 punti consecutivi di Varejao che hanno dato il +3 (94-97) a 54″ dalla fine. Nella sfida tra i due rookies se l’aggiudica Kyrie Irving (25 punti) su Kemba Walker (14 punti), il quale ha perso un sanguinoso pallone sul -1 Bobcats a 1’07”.

New Orleans Hornets – Portland Trail Blazers 77-84
NOH: Okafor 12 (10 rimb), Jack 21, Kaman 12
POR: Wallace 14, Aldridge 22, Matthews 10, Felton 2 (12 ass), Batum 19

Italian Job: Belinelli 2 pt (1/5, 0/3 da 3), 3 rimb

I Blazers sudano ma trovano nella terza frazione il break che li consente di vincere a New Orleans; Portland sempre al comando con i padroni di casa che però non mollano fino a metà del terzo quarto, gli ospiti piazzano un parziale di 13-1che li spinge sul +16 (40-56) a 4′ dalla fine del quarto.

Los Angeles Clippers – New Jersey Nets 101-91
LAC: Butler 20, Griffin 23 (14 rimb), Jordan 12, Foye 13 (10 ass), Billups 20
NJN: Humphries 14, Okur 15, Brooks 19, Williams 14, Petro 10

I Clippers creano, disfano e vincono in volata nel match casalingo contro dei Nets mai domi Sembrava una passeggiata per gli uomini di coach Del Negro quando, nel primo quarto, avevano toccato il +17 (27-10) con un break di 16-0 negli ultimi 7′, poi però l’assenza di Chris Paul si fa sentire e gli ospiti hanno rosicchiato punto dopo punto fino ad impattare a quota 81 a metà del quarto periodo con una tripla di D-Will. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato Chauncey Billups, sua la tripla a 1’09” dal termine, gelando le speranze di coach Avery Johnson.

Atlanta Hawks – Toronto Raptors 93-84
ATL: Smith 28 (15 rimb), Johnson 27, Teague 13
TOR: Butler 10, Davis 7 (11 rimb), Johnson 13 (10 rimb), DeRozan 10, Calderon 13 (11 ass), Barbosa 22

Italian Job: Bargnani DNP

Gli Atlanta Hawks colgono un’altra vittoria col ufo Smith-Johnson, a perire stavolta i Raptors; partita equilibrata tanto che vede i canadesi sotto solo di 2 lunghezze (73-71) ad inizio ultima frazione, proprio nei primi 4′ di gioco Atlanta scappa sul +10 (81-71) con un parziale di 10-0 con 6 punti di Josh Smith, vantaggio custodito fino alla fine dai falchi.

Boston Celtics – Oklahoma City Thunder 88-97
BOS: Pierce 24, Garnett 12 (12 rimb), O’Neal 12, Rondo 12, Pietrus 14
OKC: Durant 28, Sefolosha 19, Westbrook 26

E fanno 7 vittorie consecutive per gli Oklahoma City Thunder, rei di aver espugnato il Boston Garden ed inflitto ai Celtics il 5° K.O consecutivo; come sempre l’orgoglio dei verdi non li fa precipitare tenendoli a contatto fino a 2’27” sul -3 (80-83), poi ecco un break di 12-5 Thunder con tre triple realizzate da Sefolosha, Durant, Westbrook e ancora l’ex Biella che gela il match sulla’85-95 a 24″ dal termine.

Minnesota Timberwolves – Sacramento Kings 99-86
MIN: Love 33 (11 rimb), Ridnour 25, Ellington 15
SAC: Salmons 11,Cousins 10, Thornton 12, Thompson 12, Evans 9 (10 ass) Gacia 12

Kevin Love e Luke Ridnour guidano i T-Wolves contro i Kings grazie proprio all’ex PG dei Bucks; sul punteggio di 75-73 Minnesota a 7’10” dal termine, coach Adelman rimette Rinour sul campo di gioco insieme a Rubio (17 assist in due!), col quintetto piccolo i padroni di casa troveranno il break decisivo a 5’43” di 8-0 per il +11 (87-76). Per Kevin Love 13esima doppie-doppia-consecutiva.

Los Angeles Lakers – Dallas Mavericks 73-70
LAL: Bynum 17 (15 rimb), Bryant 14, Fisher 13
DAL: Nowitzki 21, Odom 19, Mahinmi 9 (10 rimb)

Niente 40ello per Kobe Bryant (14 punti e 7/22 dal campo) ma i Lakers riescono a battere di misura i Mavs fermando a 5 la loro striscia di successi filati; giallo-viola avanti 70-65 a 2′ dalla sirena finale ma a 9″ i texani impattano a quota 70 con un running shot di Jason Terry. Tanto per cambiare a salvare i Lakers ci ha pensato il “Venerabile Maestro”, tripla di Derek Fisher con 3″ sul cronometro, a Vince Carter (infortunato) non riuscirà la replica sulla sirena.

Fish save the day!
[Youtube:http://www.youtube.com/watch?v=-QplAHRQ53k]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B