Miami devasta L.A, Mavs corsari nello Utah!

Lakers massacrati a Miami da James e dagli Heat, a Houston W per i Rockets dopo un OT sugli Hornets, Nowitzki non brilla ma Dallas c’è ad Utah!

 

 

 

Miami Heat – Los Angeles Lakers 98-87

Houston Rockets – New Orleans Hornets 90-88 OT
HOU: Scola 13, Dalembert 15 (17 rimb), Martin 32, Lowry 10, Lee 17
NOH: Ariza 10, Smith 17, Okafor 8 (12 rimb), Belinelli 15, Jack 15

Italian Job: Belinelli 15 pt (5/9, 1/3, 2/3), 4 rimb (1 off), 1 ass, 1 rec, 1 persa

Al Toyota Center di Houston è servito un supplementare ai Rockets per sbarazzarsi dei poveri Hornets, giunti al loro 6° K.O consecutivo; Kevin Martin segna a referto 27 dei 58 punti realizzati dai suoi nel primo tempo chiuso sul 58-49, vantaggio che tocca anche il +12 alla fine del 3° quatto sul 75-63. Rockets che però vanno nel pallone e nel quarto periodo e a 18″ dalla fine Jarret Jack ha perfino l’occasione di sorpassare i texani dalla lunetta, l’ex Raptors però non sarà impeccabile e firma il pareggio a quota 82, Kevin Martin non troverà la tripla sulla sirena, quindi overtime! Supplementare deciso solo ad 11″ dal termine grazie ad un tap-in di Samuel Dalembert, tap-in che ha chiuso un break di 6-0 nell’ultimo minuto. L’ultima chance degli ospiti è nelle mani del Beli, che però manca l’appuntamento col buzzer-beater

Utah Jazz – Dallas Mavericks 91-94
UTA: Millsap 16 (13 rimb), Jefferson 22, Miles 17, Burks 10
DAL: Marion 22, Nowitzki 12, Odom 11, Kidd 2 (11 ass), Terry 10, Beaubois 17

Malgrado un Dirk Nowizki da 12 punti con 5/12 dal campo, i Dalla Mavericks sudano le proverbiali “7 camice” ed espugnano Salt Lake City; mach tirato tanto che siamo sulla’87-87 a 2’48” dalla sirena finale, proprio da quel momento Dallas riuscirà con Terry e Marion a piazzare un 1-2 scappando in poco tempo sul +5 (87-92), vantaggio che segnerà le sorti del match per i Jazz.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B