Cade Miami in casa, Pacers corsari a L.A!

Jennings guida i Bucks a Miami, i Pacers rifilano il 3° K.O filato ai Lakers, bene i Nets e i Clippers, Boston perde Ray Allen.

 

 

 

 

Washington Wizards – Boston Celtics 94-100
WAS: McGee 13, Young 19, Wall 27, Crawford 12
BOS: Pierce 34 (10 ass), Garnett 17, Bass 13, Pietrus

Paul Pierce torna grande (34 punti con 10/15 dal campo) e guida i Celtics al successo contro i Wizards; a differenza del loro primo incontro, i capitolini stanno bene in partita e lottano punto a punto con i verdi, la svolta arriva a 4’30” quando, sul +2 ospiti, Bass e Pierce siglano un 5-0 che lancia sul +7 i verdi, vantaggio mantenuto fino alla fine.

Los Angeles Clippers – Toronto Raptors 103-91
LAC: Butler 15, Griffin 18, Jordan 16 (16 rimb), Foye 15, Billups 5 (14 ass), Williams 26
TOR: DeRozan 15, Barbosa 19, Kleiza 16

Italian Job: Bargnani DNP

Ai Clippers basta un eccellente primo quarto per superare i Raptors ad L.A con un Billups da 14 assist; Toronto resiste solo nei primi 4′ (6-9) poi gli ospiti volano sul +18 (9-27) nei minuti restanti chiudendo avanti di 16 la prima frazione. Senza Bargnani e con un DeRozan fallosissimo (4/19) i Raptors non riusciranno più a rimontare cogliendo l’8° K.O consecutivo.

New Jersey Nets – Charlotte Bobcats 97-87
NJN: Brooks 20, Humphries 8 (10 rimb), Williams 19 (10 ass), Morrow 19, Farmar 13
CHA: Henderson 15, Walker 16, Higgins 10, Biyombo 11, Brown 11

Il do Brooks-Williams si conferma come colonna portante dei New Jersey Nets, vincenti sui Bobcats che perdono per infortunio D.J Augustin; nel secondo quarto coach Silas manda in campo le seconde linee e i Nets li puniscono andando sul +13 (38-25) con un 5-0 realizzato da Farmar e Morrow, Charlotte proverà a rimontare ma non riuscirà mai ad andare sotto i 10 è unti di distacco.

Miami Heat – Milwaukee Bucks 82-91
MIA: James 28 (13 ass), Bosh 23, Chalmers 12
MIL: Livingston 10, Bogut 13, Jennings 23, Jackson 10, Ilyasova 16

Secondo K.O interno della stagione per i Miami Heat che, oltre aver tirato col 37% dal campo, non sono riuscir a contenere Brandon Jennings; i Bucks sfruttano al meglio gli errori dei padroni di casa e guidano sempre nel match, a 5′ dalla fine della partita l’ex Roma mette a segno la tripla che spezza le gambe a James &Co. portando i suoi sul +7 (72-79). James e Bosh provano a reagire nei minuti finali ma un 4-0 Bucks metterà nel congelatore la partita sull’80-87.

Los Angeles Lakers – Indiana Pacers 96-98
LAL: Barnes 14, Gasol 8 (10 ass), Bynum 16, Bryant 33, World Peace 11
IND: Granger 16, West 15, Hibbert 18, George 13, Collison 12, Hill 11

Proprio come un anno fa gli Indiana Pacers sbancano lo Steples Center di L.A superando i Lakers, stavolta però lo hanno fatto in rimonta; dopo una prima frazione che ha visto i giallo-viola comandare di 13 lunghezze (27-14 con 11 di Bryant), gli ospiti sono tornati in partita e hanno ribattuto colpo su colpo nell’ultimo quarto. A 1’57” L.A comanda 94-91 dopo un break di 4-0 di Barnes e Fosher, di risposta ne arriva uno uguale che da il vantaggio ospite (94-95) a 1’15”. Da quel momento gli uomini di coach Brown non segneranno più un canestro e Indiana manderà i titoli di coda dalla lunetta. Per Kobe Bryant 33 punti ma con 14/30 e 0/3 da 3.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • max

    un’unica annotazione: miami è la seconda in casa che perde e non la prima 🙂

  • Ops! Grazie per l’annotazione!