Rose gioca ma soffre, tornano il Barone e CP3!

La superstar dei Bulls è tornata ma il dolore c’è, Davis e CP3 pronti a tornare in campo, Mayo e la sua dimensione, Hibbert-Pacers niente rinnovo?

– Nella notte Derrick Rose (23 anni) è tornato sul parquet chiudendo 22 punti e aiutando i Bulls a superare i Pistons, ma la preoccupazione per il suo infortunio all’alluce del piede destro rimane; il giocatore teme che questo fastidio possa condizionare il suo gioco per i resto della stagione. Inoltre stanotte i Bulls hanno giocato senza Luol Deng (26 anni), il quale si è slogato il polso sinistro e in questi giorni lo staff medico sta valutando la situazione, non è da escludere l’operazione.

– Stando da quello che si dice a New York, l’esordio stagionale di Baron Davis (32 anni) è previsto per questo sabato quando i Knicks affronteranno i Rockets a Houston. Il Barone ha iniziato ad allenarsi con il gruppo e si dice molto fiducioso e carico: “Ci sono molte aspettative su di me, a dir la verità non ne ho mai avute così tante” concludendo: “Ma va bene così, sono sempre pronto a nuove sfide”.

– Buone notizie per i Los Angeles Clippers, Chris Paul (26 anni) è tornato ad allenarsi e molto probabilmente tornerà in campo (dopo 11 giorni dal suo infortunio) mercoledì nel derby contro i Lakers. Inoltre CP3 ha finalmente trovato una casa e si è preso, niente meno, l’ex villa della cantante Avril Lavigne a Bel Air per un ammontare di $9,5 milioni.

– Ad Indiana situazione complessa quella tra il lungo Roy Hibbert (25 anni) e la franchigia; il prodotto di Georgetown vuole restare con i Pacers ma non ha accettato la prima proposta di estensione del contratto.

– A San Antonio verrà ritirata la maglia #12 di Bruce Bowen, aiutò gli Spurs a vincere ben 3 dei 4 anelli conquistati nell’era Popovich-Duncan.

– Molto curioso il metodo con cui coach Erik Spoelstra fa allenare i suoi due playmaker, Mario Chalmers (25 anni)e Norris Cole (23 anni); infatti i due usufruiscono di un polsino stile quaterback NFL, ovvero un polsino con sopra elencati gli schemi offensivi: “Mi sembra di essere Payton Manning!” ha dichiaro SuperMario.

O.J Mayo (24 anni) ha risposto così alle critiche sul suo gioco troppo difensivo: “Sto bene così come sono e posso essere una minaccia offensiva” aggiungendo: “Coach Hollins mi dice che miglioro giorno dopo giorno, io penso a giocare a basket di squadra e a far girare la palla, se lo schema è stato disegnato per un mio tiro, a mi accorgo che c’è un compagno messo meglio di me, io gliela passo” Mayo dalla panchina sta rendendo molto bene  con 11.3 punti in 24′ di utilizzo.

Players Of The Weeks
Eastern Conference: Dwight Howard (ORL), 19.5 punti (3-1), 18.8 rimbalzi, 2.8 assist e 2.8 stoppate con doppia-doppia da 24 punti e 25 rimbalzi (Vs SAS)
Western Conference: Marc Gasol (MEM), 19.5 punti (4-0), 9.8 rimbalzi, 4.5 assist e 2.5 stoppate con 6 stoppate (Vs SAC).

– La situazione dei New York Knicks si fa sempre più difficile tanto da far arrabbiare (in un’intervista telefonica) il giornalista Stephen A. Smith, ecco lo sfogo

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=mwJTRThOIbo]

LE PARTITE DELLA NOTTE (23/01/12)

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B