Gay e la sua sfida, riprendersi i Grizzlies!

L’anno scorso non era in campo durante i Playoffs, quest’anno vuol zittire i suoi detrattori trascinando Memphis.

Pressione e non poca quella che ha Rudy Gay (25 anni) sulle sue spalle, nella scorsa stagione la spalla lo mise K.O e dovette assistere dalla panchina la marcia trionfare dei suoi Grizzlies nei Playoffs, Grizzlies nelle mani del redento Zach Randolph (30 anni)!

Quest’anno la sfortuna ha preso ancora di mira la franchigia del Tennessee togliendole per tutta la stagione proprio Z-Bo e “ridando” teoricamente i gradi di leader a Rudy, i media si sono subito fatti vivi provocando il prodotto di UConn facendogli notare che senza di lui Memphis a momenti va alle finali della Western Conference, ecco la risposta: “Dicono che quello che è accaduto l’anno scorso è stato dovuto alla mia assenza, vorrebbe dire molto per me disputare di nuovo i playoffs per dimostrare quanto è forte questa squadra e del contributo che  poso dare quando gioco”.

Poi è tornato sul suo infortunio della passata stagione: “Non volevo operarmi perché ero convinto che sarebbe passato, ma quando lavoravo sentivo troppo dolore e quindi abbiamo preso la decisione d farmi operare” e sui playoffs: “Mi hanno motivato molto, ho sentito tutti ripetere sempre le stesse cose dicendo che ero io il problema, ringrazio i miei compagni di squadra perché in diversi mi ringraziarono dicendo cose come: “Se non era per alcune tue giocate non avremmo colto vittorie importanti” mi ha fatto piacere”.

Infine la promessa: “Il cielo deve essere il nostro limite, possiamo fare tanto e ho molta voglia di mostrare a tutti quello che valgo e quello che questi ragazzi possono fare”.

Nei suoi primi 4 anni a Memphis Gay ha viaggiato a cifre notevoli a livello realizativo ma senza mai centrare i Playoffs, in questa stagione viaggia a 18.7 punti, 6.2 rimbalzi e 1.8 assist con i Grizzlies che però occupano la 10ima piazza ad Ovest col record di 10 vittorie 9 sconfitte, ad una sola gara di distanza dai Lakers (12-9) che occupano l’ultimo posto consentito per la post-season.

NEWS: PHILADELPHIA INVESTIGA SU STOUDEMIRE!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B