Miami trema, Terry vince il derby, bene le L.A

Gli Heat tremano ma superano i Bulls, Terry e Irving decidono i loro match, Nene condanna i Nuggets, ok Lakers, magic sempre peggio.

 

 

 

Miami Heat – Chicago Bulls 97-93

Boston Celtics – Cleveland Cavaliers 87-88
BOS: Pierce 18, Bass 13, Garnett 14, Allen 22
CLE: Jamison 10, Varejao 18, Irving 23, Gee 14

Torna Ray Allen nelle file dei Celtics ma i suoi 22 punti non sono serviti ad evitare la sconfitta contro i Cavs; a 4’25” dalla fine della partita Boston comanda di 11 (87-76) poi però va in black-out senza più realizzare un canestro ne dal campo ne dalla lunetta, Cleveland prende fisica e rimonta fino al -1 (87-86) a 1’04”, poi ci pensa Kyrie Irving che realizza il layup de sorpasso decisivo a 2″ dalla sirena.

Irving uccide i Celtics
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Lj66SuIg6tg]

New Jersey Nets – Toronto Raptors 73-94
NJN: Morro 14, Williams 24
TOR: DeROzan 27, Bayless 17, Calderon 10, Kleiza

Italian Job: Bargnani DNP

Prima vittoria stagionale senza Bargnani per i Raptors, che trovano in DeMar DeRozan il leader nella W a New Jersey; dopo aver chiuso il primo tempo sul +5 (39-44), i canadesi trovano subito nel 3° periodo il break (12-2) che li porta sul+15 (56-41), DeRozan segnerà 19 dei suoi 27 punti nel secondo tempo assicurando la W ai suoi.

Orlando Magic – Indiana Pacers 85-106
ORL: Anderson 11, Howard 24 (13 rimb), Richardson 13, Duhon 14
IND: Granger 24, West 16, Collison 11 (10 ass), Hill 16

Continua il momento tragico degli Orlando Magic, dopo il -26 di New Orleans arriva un altro -20 (21) ma stavolta tra le mura amiche, loro carnefici gli Indiana Pacers; nel primo tempo gli uomini di Van Gundy piazzano un break di 22-4 che li consente di cancellare il -15 e chiudere avanti di 3 (51-48) all’intervallo lungo. Poi però in apertura di secondo tempo arriva il 10-1 Indiana che inchioda i Magic sul -8 (52-58), nell’ultimo quarto Orlando lascerò il parquet. Per i Pacers grande errata al tiro col 51% (45/88) contro il 48% (31/64) dei Magic.

Dallas Mavericks – San Antonio Spurs 101-100 OT
DAL: Nowitzki 10 (13 rimb), Carter 21, Beaubois 14, Terry 34
SAS: Jefferson 12, Duncan 12, Neal 19, Green 12

Sono serviti un supplementare e i 34 punti dalla panchina di Jason Terry per regalare il derby ai Dallas Mavericks contro gli Spurs; proprio “The Jet” ha realizzato sulla sirena dei regolamentari il dumper del 91-91, dumper arrivato dopo una stoppata di Beaubois su Gary Neal. Nell’overtime speroni avanti di 3 (95-98) a 1’18”, Nowitzki accorcia e ancora Terry piazza 4 punti consecutivi per il +3 Mavs (101-98) a 17″ dalla sirena. Nel finale ancora Gary Neal avrà il tiro libero per pareggiare a quota 101, ma lo sbaglierà!

New Orleans Hornets – Atlanta Hawks 72-94
NOH: Okafor 13, jack 10, Vasquez 10
ATL: Williams 14, Teague 24

Italian Job: Belinelli 4 pt (2/5, 01 da 3), 1 rec

Malgrado un Joe Johnson da 4/15 dal campo, gli Hawks passano agevolmente sul campo degli Hornets; ai falchi è bastato un ottimo primo quarto chiuso sul +16 (11-27) per poi amministrare la vittoria.

Minnesota Timberwolves – Los Angeles Lakers 101-106
MIN: Love 33 (13 rimb), Pekovic 13, Beasley 18 (12 rimb), webster 10
LAL: Gasol 28, Bynum 21, Bryant 35 (14 rimb)

Pau Gasol e Kobe Bryant combinano per 53 punti e aiutano i Lakers ad espugnare il Target Center di Minnesota; dopo aver toccato anche il +18, i giallo-vila si fanno rimontare nel secondo tempo tanto da trovarsi avanti solo di 1 (97-96) a 2’07” dal termine. Poi il trio Bynu-Gasol-Bryant si rimette al lavoro e piazza un break di 8-0 che gela il match. Doppia-doppia al rientro per Mike Beasey, male Rubio con 5 punti e 4 assist.

Denver Nuggets – Los Angeles Clippers 105-109
DEN: Gallinari 17, Nene 18, Miller 16 (10 ass), Harrington 16, Fernandez 12
LAC: Griffin 17 (13 rimb), Jordan 8 (13 rimb), Billups 32, Paul 25, Williams 12

Italian Job: Gallinari 17 pt (3/10, 2/4, 5/6), 7 rimb, 2 ass, 2 perse

Davanti agli occhi di Tim Tebow i Denver Nuggets non riescono a superare i Clippers dell’ex di giornata, Chauncey Billups (32 punti); partita equilibrata decisa solo nel finale, Denver subisce un mini-parziale di 3-0 e va sotto 105-107 a 18″ dalla sirena, palla a Nene che però commette un terribile sfondamento, sul capovolgimento di fronte Paul chiuderà i giochi dalla linea della carità.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • max

    James come sempre ha rovinato una partita pazzesca con l’ultimo minuto: 2 palloni trattenuti per 24 secondi e 2 sassi e 2 tiri liberi sbagliati.è inutile nascondarelo: quando sono arrivati all’ultimo minuto sul +4 miami con palla in mano volevo vedere se James era,finalmente,pronto per sobbarcarsi la sua squadra sulle spalle e chiudere la partita…purtroppo la risposta è stata la solita:quando si tratta di ragionare ed avere la capacità di leggere le situazioni crolla…oggi ha davvero rischiato di far perdere una partita già vinta agli heat e deve ringraziare che dall’altra parte ha trovato,oggi,un Rose che a sua volta è crollato nel momento di dare la mazzata finale.A miami è andata di lusso ma non sempre trovi chi sbaglia un 2/2 dalla lunetta.

  • Alessandro

    C’è da dire che se Miami ha interamente condotto la gara l’80% del merito va proprio a quel ragazzone tanto bistrattato.. purtroppo deve crescere nella gestione dei finali, ma se ci fosse stato un Wade decente il problema non si poneva