NCAA Look Around: gennaio

Quest’ultimo mese è passato senza particolari scossoni, le energie si gestiscono visto che fra poco più di 30 giorni partirà la March Madness!

l’unica nota dolente sono i campioni in carica di Connecticut che nelle ultime 6 partite è riuscita a vincere solo in due contro Notre Dame e West Virginia con Lamb che nell’ultimo periodo ha mostrato un po’ stanchezza che si è fatta vedere con i molti errori al tiro, soprattutto da 3 rispetto all’inizio di stagione.
Nessuno fra gli addetti ai lavori però si aspettava una UCLA cosi priva di talento e di giocatori di spessore, l’uomo più atteso era Joshua Smith che in questa doveva alzare il suo livello per portare i Bruins avanti ma che sta addirittura peggiorando rispetto alla stagione passata trovando meno spazio in campo. Altro menzionamento è per Creigton che è salita alla ribalta con alcune dirette sulla rete nazionale, è giunta a 10 vittorie consecutive con un McDermott sempre più decisivo.

Il Personaggio: Michael Snaer
Il Personaggio del mese è senza dubbio Michael Snaer, Junior di 22 anni che è passato alla ribalta nazioale per aver segnato il canestro della vittoria nella partita fra Florida State e Duke, vinta dai Seminoles 76-73 in quella che è stata la prima vittoria di Florida contro una squadra di ranking dopo 11 anni. In questo ultimo mese sta giocando a un livello superiore rispetto al resto della stagione con oltre 15 punti a partita. E’ una Shooting Guard atletica, simile a DeShawn Stevenson, la sua prospettiva in NBA non è però immediata ne certa, viene dato intorno alla seconda metà del secondo giro del draft del 2013.

La Sorpresa: Murray State
Murray State, l’unica squadra rimasta imbattuta dopo quasi 3 mesi di campionato, 21-0 il record della squadra del Kentucky che sta vivendo forse la sua migliore stagione da quando è iniziato il programma di basket nel 1925; la partenza con 21 vittorie consecutive è la migliore della storia della scuola, il record precedente risaleva alla stagione 1935-36 quando la squadra di Carlisle Cutchin inizio la stagione 16-0. Senza dubbio il merito di questo strepitosa stagione è di Isaiah Canaan che sta giocando a quasi 19 di media e Donte Poole che al suo anno da Senior ha trovato finalmente il quintetto e le cifre sono aumentate a 15 punti e 2 rubate di media in 30 minuti in campo.

RicordoAir Force Falcons (Apollo 1)
Questo mese ci spostiamo nella Accademia della Air Force, questa “università” forma i nuovi piloti della forza aerea statunitense, per entrare in questa scuola bisogna essere cittadini statunitensi, rispettare gli standard fisici e mentali, ma la più curiosa è quella di non avere parenti a carico, visto l’alto rischio di morte che questo mestiere comporta. Passando al lato sportivo della scuola troviamo una squadra da bassa classifica con sole 4 apparizioni al torneo finale, l’ultima nel 2006.
Da segnalare che Greg Popovich ha trascorso qui i suoi anni di college fra il 1968 e il 1970.
Pur non essersi formati in questa scuola vogliamo ricordare Gus Grissom, Edward White e Roger Cheffee, tre aviatori statunitensi morti il 27 gennaio del 1967 sulla navetta dell’ Apollo 1 in seguito ad un tragico incidente.

Top 3
Iaiah Canaan (Murray State): Sta portando Murray State verso una stagione da record, 18,7 punti di media, 7 in piu rispetto alla scorsa stagione, miglioramenti in ogni categoria, sfiora il 50% nei tiri da 3, oltre l’82% nei tiri liberi a fronte del 74% dell’anno passato.

LeBryan Nasg (OSU): Uno dei Freshmen piu sottovalutati dell’intera Division I, il nativo di Dallas si sta mostrando più in palla negli ultimi tempi, nella vittoria contro Missouri#2 ha realizzato il suo Carter High con 27 punti in 37 minuti con il 67% dal campo.

UNLV Rebels: Quest’anno sono diventati popolari grazie alla vittoria sulla corazzata North Carolina nel mese di
Novembre, quello che poteva sembrare un’expoloit di inizio stagione si sta trasformando in una stagione da ricordare con 20 vinte e 3 perse.

Flop 3
Peyton Siva (Louisville): Deve e doveva fare di piu per non meritarsi un posto nella flop 3, in calo rispetto alla scorsa stagione, da lui ci si aspettava di piu soprattutto dal punto di vista realizzativo e nel tiro da 3, il 17% non è minimamene sufficiente per una PG-G

Connecticut Huskies: L’ultimo mese non è stato da ricordare, 2 vittorie nelle ultime 6 partite dopo il capodanno, Drummond, nonostante la sua atleticità esplosiva non sembra essere il giocatore decisivo che si credeva.

USC Trojans: Dopo i vari Mayo, DeRozan, Gibson e Hackett non sono riusciti piu a trovare il bandolo della matassa e il risultato è un poco invidiabile 6-16 come record(1-8 in Pac-12). Prima della vittoria del 28 gennaio venivano da 9 sconfitte consecutive.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste