Paul annienta Durant, bene Rose e James

CP3 e la sua banda massacrano i Thunder, James e Rose guidano le loro squadre, T-Wolves da record a Houston, ok Mavs e Spurs.

 

 

 

 

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 74-69
PHI: Iguodala 14 (11 rimb), Young 10, Turner 12
ORL: Anderson 14 (20 rimb), Howard 17 (11 rimb)

Quarta sconfitta consecutiva per gli Orlando Magic che, anche stavolta, crollano nel secondo tempo consentendo ai Sixers di scappare; Philly chiude avanti di 4 (37-33) all’intervallo lungo poi la difesa alza il livello, Orlando sparisce dal campo e il parziale del 3° periodo dirà 21-9 Sixers per il +16 (58-42) ad inizio ultimo periodo.

Washington Wizards – Chicago Bulls 88-98
WAS: McGee 16, Young 17, Wall 20, Booker 14, Crawford 10
CHI: Korver 17, Boozer 18, Noah 14 (13 rimb), Rose 35

Altro trentello per Derrick Rose che guida i Bulls al successo nella capitale; match sostanzialmente agevole per gli uomini di Thibodeau che hanno subito preso al doppia-cifra di vantaggio nel primo quarto (10-21) dopo un mini-parziale di 7-0. Rose ha realizzato 13 dei suoi 35 nel primo periodo.

Miami Heat – New Orleans Hornets 109-85
MIA: James 22 (11 rimb), Bosh 12, Wade 22, Chalmers 11, Cole 12, Miller 14
NOH: Okafor 13, Jack 14, Landry 14, Vasquez 11

Italian Job: Belinelli 5 pt (1/4, 1/2, 0/2), 5 rimb, 1 ass, 1 rec, 2 perse

Quinta vittoria consecutiva per i Miami Heat di Wade-James (44 punti in due) che archiviano la pratica Hornets con qualche difficoltà; infatti gli uomini di Spoelstra rimontano 12 punti (33-45) nel primo tempo chiudendolo sul +2 (51-49). Ad inizio ripresa Miami spara un 9-0 che le da il +11 (60-49) che le consentirà di gestire la gara.

Milwaukee Bucks – Detroit Pistons 103-82
MIL: Delfino 10, Gooden 16, Jennings 21, Dunleavy 20
DET: Prince 14, Monroe 16 (10 rimb), Stuckey 19, Jerebko 10, Daye 10

Ai Milwaukee Bucks basta un eccellente primo periodo per sistemare dei Pistons mai in partita; infatti la prima frazione si è chiusa sul 30-16 con gli ospiti che non sono mai riusciti ad accorciare sotto la doppia-cifra, le percentuali dal campo dicono Bucks 51% (36/0) con 10/17 da 3, contro il 38% (32/83) ospite con 1/9 dalla lunga distanza.

Memphis Grizzlies – San Antonio Spurs 73-83
MEM: Sepights 10, Conley 15, Gasol 7 (12 rimb), Mayo 17
SAS: Jefferson 13, Duncan 14, Leonard 12 (10 rimb), Parker 5 (12 ass), Bonner 15, Green 11

I San Antonio Spurs sfruttano la serataccia dei Grizzlies (Gay 1 punto, Gasol 7) per espugnare il FedEx Forum di Memphis; nel primo tempo i padroni di casa tirano col 37% e si trovano sotto di 10 (35-45) all’intervallo, nella ripresa le cose non migliorano perché gli uomini di coach Hollins tirano col 31% e il vantaggio degli Spurs tocca il +20 sul 47-67 dopo un libero (su fallo tecnico) di Tony Parker.

Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 108-120
HOU: Martin 29, Lowry 11, Budinger 13
MIN: Love 29, Ridnour 11, Rubio 18 (11 ass), Beasley 34

Incredibile ma vero, Kevin Love non registra a referto una doppia-doppia ma i suoi 29 punti e i 34 uscendo dalla panchina di Mike Beasley hanno spinto i T-Wolves alla W in Texas; il 3° periodo è superbo per Minnesota, registra il record di franchigia realizzando ben 42 punti e tirando col 62% dal campo (15/24), dal +2 di fine primo tempo al +15 (81-96) di fine terza frazione.

Utah Jazz – Portland Trail Blazers 93-89
UTA: Howard 11, Millsap 19 (15 rimb), Hayward 12, Harris 13, Miles 15
POR: Aldridge 25, Batum 15, Crawford 14

Silenziosamente i Jazz continuano la loro ottima marcia nella Western Conference e nella notte hanno superato i Trail Blazers pur tirando col 38% dal campo; la svolta del match arriva dopo 3′ di gioco dell’ultimo quarto, sotto di 5 (74-79) Utah piazza un parziale di 13-0 che la spinge sul +8 (87-79) a 4’13” dal termine. Portland recupera fino al -1 (90-89) a 5″, Miles va in lunetta sbaglia il secondo ma Hayward strappa il rimbalzo cruciale per la vittoria Jazz.

Phoenix Suns – Dallas Mavericks 99-122
PHX: Hill 12, Gortat 17 (10 rimb), Dudley 15, Telfair 13
DAL: Marion 20, Nowitzki 10, Carter 21, West 25, Terry 11

Senza Steve Nash per i Dallas Mavericks dell’ex Vince Carter non ci sono stati problemi a cogliere il successo in Arizona; partita chiusa già all’intervallo sul +18 (48-66) Mavericks con ben 15 punti per Carter e 13 per Delonte West.

Los Angeles Clippers – Oklahoma City Thunder 112-100
LAC: Butler 22, Griffin 22, Billups 13, Jordan 11 (11 rimb), Paul 26 (14 ass), Williams 12
OKC: Durant 36 (13 rimb), Westbrook 31, Cook 12

Uno spaziale CP3 annienta i 67 punti del duo Durant-Westbrook (in due hanno combinato per 27/49 dal campo) e trascina i Clippers ad un’importante vittoria sui Thunder; i Clips dominano in lungo e in largo la partita toccando il +16 sul 44-28 dopo 3′ del 2° quarto, i Thunder ci mettono l’orgoglio e rimontano fino al -6 (52-46) ma i padroni di casa sparano ben 4 bombe consecutive (2 di Mo Williams, una per Billusp e Butler) congelando definitivamente il match sul +18 (64-46).

Bim,Bum,Bam Clippers!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ofYp8T8vOsc&hd=1]

Lo scaldabagno di Blake GRIFFIN!!!!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=3w_Vy0lDk_A&hd=1]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B