Rose non si da tregua: “Non deluderò di nuovo!”

Brucia ancora il finale di Miami alla stella dei Bulls e si impone di non mancare più l’appuntamento nei momenti clou.

I due tiri liberi sbagliati e il tiro finse sbagliato a Miami sono ancora ben impressi nella mente di Derrick Rose (23 anni) il quale non se li è ancora perdonati.

Dopo i 35 punti realizzati a Washington, la stella di Chicago è voluto tornare sugli eventi di domenica a Miami dichiarando: “Non so ferito solo me e i miei compagni, ma tutta la città di Chicago” aggiungendo: “Era una partita molto importante per noi e per i tifosi, è una rivalità, ci sono in campo i migliori giocatori della Lega e se sei tra quelli non puoi sbagliare quando conta”.

D-Rose si appella ai tifosi con una promessa: “Chiedo scusa alla città e ai tifosi, prometto che non li deluderò più” poi racconta: “Viviamo per questi momenti, voglio che la gente si ricordi di me non solo per le giocate acrobatiche ma anche per i canestri decisivi, quello che è successo domenica mi ha ferito ma sono sicuro che mi aiuterà in futuro”.

In questa stagione l’MVP della passata stagione ha già deciso un match punto-a-punto realizzando il canestro decisivo a Natale a L.A contro i Lakers, non è però la prima volta che D-Rose trema dalla lunetta infatti, quando vestiva la maglia dei Memphis Tigers, fece 1/2 dalla lunetta nella finale collegiale contro Kansas, consentendo a Mario Chalmers di pareggiare sulla sirena.

SHORT NEWS: BROOKS E HILL AI BOX, NOWITZKI OTTIMISTA SUI MAVS

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B