Seattle lavora per tornare nell’NBA!

A 4 anni dalla scomparsa degli storici Sonics, la città di Seattle vuole tornare in NBA, il progetto c’è ma dipenderà dal futuro dei Kings!

Dopo il doloroso trasferimento ad Oklahoma City avvenuto nel 2008, Seattle non ha più avuto possibilità di tornare in NBA prevalentemente per problemi economici e di sede, infatti la KeyArena fu il motivo principale del trasferimento.

Adesso però la città vuole tornare protagonista nel panorama NBA e grazie ad un imprenditore locale, Christopher Hansen, starebbe pianificando il grande ritorno: l’imprenditore ha sempre voluto possedere una franchigia NBA e possibilmente nella sua città Natale,  i media locali sono venuti a possesso di documenti che testimoniano la volontà di Hansen di far costruire una nuova arena nel sud di Safeco Field: “Spero che questo progetto possa prendere forma, sono molto fiducioso che con un piccolo sforzo e la creatività si possa trovare una soluzione che soddisfi le nostre esigenze, della città e dello Stato per riavere una franchigia NBA a Seattle” sono state le parole di Hansen in una mail inviata al sindaco della città Mike McGinn.

Però, tutto questo può essere possibile solo se i Sacramento Kings non dovessero ad ottenere un accordo soddisfacente per una nuova arena nel prossimo autunno, infatti la dead-line per presentare i documenti è stata fissata per il 1° di marzo.

Da ricordare che:
– Il nome SuperSonics, il logo, ed i colori sociali sono rimasti liberi e disponibili per le future squadre con sede a Seattle, secondo quanto dichiarato dal proprietario degli Oklahoma City Thunder Clay Bennet che la storia dei Sonics verrà divisa tra i Thunder e la futura squadra di Seattle.
Kevin Durant (23 anni) vinse l’award di “Rookie Of The Year” nella stagione 2007/08 proprio con la maglia dei Sonics.

NEWS: I CLIPPERS CI PROVANO PER J.R SMITH!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B