Bryant stende i Raptors, Rondo-Show, ok Miami

Vittoria con brivido per i Lakers in Canada, Rondo guida Boston sui Bulls ma con brivido finale, Miami e Washington facili, bene Utah e Ellis (33 punti).

 

 

 

Toronto Raptors – Los Angeles Lakers 92-94
TOR: Calderon 30, Barbosa 12, Kleiza 15
LAL: Gasol 16 (17 rimb), Bynum 14, Bryant 27

Italian Job: Bargnani DNP

I Los Angeles Lakers chiudono il loro tour di 6 trasferte (3-3) vincendo a Toronto ; dopo un primo quarto dominato dagli ospiti (34-19 col 70% dal campo per L.A), Toronto reagisce e nell’ultimo quarto se la gioca punto a punto tanto che a 3’13” dalla fine Josè Calderon realizza la tripla del pareggio che da il via ad un 7-0 Raptors per il +4 (88-84) a 2’11” dalla sirena finale! I padroni di casa però non uccidono la parità, a 31″ Metta World Peace trova il layup del sorpasso (90-91) dopo un’ottima difesa del Mamba, ma a 16″ ancora Calderon trova il jumper del contro-sorpasso (92-91). Ultimo possesso per i Lakers, palla a Bryant (9/23 dal campo per lui) che segna col suo classico fade-away gelando l’Air Canada Center sul 92-93, Toronto non riesce a rispondere per infrazione di 5″ su rimessa con gli arbitri che non hanno sentito la richiesta di time-out.

Il morso el “Black Mamba”
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=GnaPDQP7DpU]

Boston Celtics – Chicago Bulls 95-91
BOS: Wilcox 11, Garnett 13 (12 rimb), Allen 11, Rondo 32 (10 rimb, 15 ass), Johnson 12
CHI: Deng 10, Boozer 22, Watson 22, Noah 16

Seconda partita senza Derrick Rose e stavolta i Bulls (6-3 nelle 9 trasferte consecutive) devono cedere di fronte ai Boston Celtics di uno scatenato Rajon Rondo (32+10+15); Chicago tiene botta per tutta la gara senza però scendere mai sotto i 3/5 punti di distacco, partita condizionata dagli errori di entrambe le franchigie, nell’ultima frazione però gli ospiti calano e arriva la svolta pro-Celtics: break di 14-4 per il +14 (86-72) a 5′ dal termine, break condito da due bombe firmate Allen e Pierce più due alley-oop in 21″ di Rondo, ma Boston si rilassa e Chicago torna sul -3 (91-88) a 1’23”. A 27″ Watson si prende una tripla molto forzata per cercare il pareggio, il tentativo non va e Rondo chiude le danze

Detroit Pistons – Washington Wizards 77-98
DET: Prince 10, Monroe 27, Stuckey 11
WAS: McGee 22 (11 rimb), Wall 9 (15 ass), Vesely 10, Lewis 10

Vittoria senza problemi dei Wizards sul campo dei Detroit Pistons con John Wall autore di 15 assist; proprio Wall, dopo 33′ senza segnare, trovaa un gioco da 3 punti per il sorpasso Washigton (61-62) a 3′ dalla fine del terzo quarto, da quel gioco da 3 punti partirà uno spaventoso parziale di 22-2 (9 punti di Wall) che darà il +18 (63-81) dopo appena 2′ di gioco nell’ultimo quarto.

Atlanta Hawks – Miami Heat 87-107
ATL: Johnson 12, Green 17
MIA: James 23 (13 rimb), Bosh 14 (16 rimb), Wade 21, Chalmers 15, Cole 10

Nessun problema anche per i Miami Heat dei “Three Kings” alla Philips Arena contro degli Hawks non in serata (35/90, 38% dal campo); a 4’30” dalla fine del primo quarto Atlanta è sotto di 1 (18-19), Miami segna gli ultimi 11 punti della frazione più i primi 4 del 2° quarto, +16 (18-34) e match nel freezer. Heat che hanno dominato le plance catturando 52 rimbalzi (13 offensivi) contro i soli 38 (12 offensivi) dei falchi.

Golden State Warriors – Houston Rockets 106-97
GSW: Lee 15 (13 rimb), Ellis 33, Curry 14, Rush 10, Thompson 14
HOU: Parsons 11, Scola 14 (13 rimb), Martin 28, Lowry 10, Lee 11

Nella sfida tra bomber è Monta Ellis (33 punti, 13/23 dal campo) ad avere la meglio su Kevin Martin (28 punti, 7/16 dal campo) trascinando i Warriors ad un importante successo; si decide tutto ad inizio 4° periodo con gli uomini di Jackson che piazzano un 17-6 con Robinson, Udoh e Thompson protagonisti, 93-79 Warriors a 7’24” dal termine, vantaggio amministrato fino alla fine.

Memphis Grizzlies – Utah Jazz 88-98
MEM: Gay 22, Speights 7 (11 rimb), Gasol 17, Allen 12, Conley 17
UTA: Hayward 23, Millsap 16, Jefferson 21 (15 rimb), Bell 10

Bella vittoria esterna degli Utah jazz sul campo dei Memphis Grizzlies, quest’ultimi rei di ben 18 palle perse (Gay 5); Memphis insegue per quasi tutta la gara però, a 5’04” dalla sirena del 3° quarto, Conley trova il sorpasso con un gioco da 3 punti per 61-59, gioia che durerà molto poco visto che gli ospiti risponderanno con un 10-2 che segnerà il match (63-69) in quanto i Grizzlies non troveranno più il sorpasso.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B