Nowitzki regola i Clips, James-Wade ok a MIL

Il tedesco decide il match con i Clippers, Miami primo urrà su Milwaukee, tornano al successo gli Hornets, bene Phila e Orlando.

 

 

 

Charlotte Bobcats – Philadelphia 76ers 89-98
CHA: Maggette 22, Diaw 2 (10 ass), Williams 14, Walker 21, Mullens 13
PHI: Meeks 11, Holiday 19, Young 20, Williams 23, Vucevic 8 (10 rimb)

Ancora una volta i Sixers devono ricorrere alla loro panchina per cogliere la vittoria, Young e Williams combinano per 43 punti e per i Bobcats non basta il solo Kemba Walker; Charlotte lotta per tre quarti tanto da aver la possibilità di pareggiare sul 69-69 a 4″ dalla fine della terza frazione, Carroll però perde palla e da li parte un mini-parziale Phila di 8-0 per il +10 (67-77) dopo 3′ nell’ultimo quarto. Per Charlotte si tratta del K.O consecutivo numero 15!

Orlando Magic – Minnesota Timberwolves 102-89
ORL: Turkoglu 14, Anderson 13, Howard 11, Richardson 17, Nelson 14, Redick 14
MIN: Love 19 (15 rimb), Pekovic 16 (13 rimb), Rubio 11, Beasley 13, Barea 11

Kevin Love vince la battaglia dei rimbalzasti contro Dwight Howard (15 a 7) ma sono i Magic che si portano a casa il foglio rosa mandando tutto il quintetto base in doppia-cifra; anche stavolta il tiro da 3 punti ha situato i Magic (12/30, 40%), sono state le bombe consecutive di Nelson e Redick a 4’38 dalla fine che hanno segnato il match: +14 (96-82).

Milwaukee Bucks – Miami Heat 96-114
MIL: Delfino 24, Gooden 12, Jennings 12, Udrih 11
MIA: James 35, Wade 22, Chalmers 13, Cole 10

Al terzo tentativo i Miami Heat riescono finalmente a battere i Milwaukee Buks in questa stagione e lo hanno fatto con i 57 punti del duo James-Wade; Heat che hanno rimontato da -6 (41-35) nel 2° quarto con un break di 12-2 per il +4 (43-47) a 3′ dall’intervallo lungo. Nel 3° periodo gli uomini di Spoelstra sono partiti a fuoco, 14-4 in 3’30” per il +15 (54-69) da li in poi i Bucks non hanno più dato problemi.

New Orleans Hornets – Utah Jazz 86-80
NOH: Ayon 13, Kaman 27 (13 rimb), Belinelli 13, Vasquez 12 (10 ass)
UTA: Jefferson 14 812 rimb), Bell 11, Favors 14, Kanter 6 (12 rimb)

Italian Job: Belinelli 13 pt (2/8, 1/5, 6/6), 2 ass, 2 rec, 1 persa

Dopo 8 sconfitte consecutive i New Orleans Hornets tornano alla vittoria superando i Jazz grazie ad un ottimo Chris Kaman; dopo aver chiuso il primo tempo avanti di 5 (41-36), gli Hornets hanno messo in campo nel escono tempo una difesa molto solida condita da molti contropiede, tanto da piazzare un terrificante 20-4 che li ha portati sul 61-42 con 4’35” da giocare nel 3° quarto.

Dallas Mavericks – Los Angeles Clippers 96-92
DAL: Marion 16, Nowitzki 22, Haywood 10, Carter 10, West 10
LAC: Butler 23, Griffin 20, Paul 16, Williams 11, Martin 10

Continua il momento positivo (4 W filate) per i Dallas Mavericks che nella notte ha superato in volata i Clippers; partita tirata, a 60″ dalla fine i Clips sono sotto solo di 1 punto (90-89), sale in cattedra Dirk Nowitzki che segna 4 punti consecutivi per il +5 a 21″. Sembra chiusa ma una tripla di Chris Paul riapre i giochi tanto che L.A ha anche la palla del sorpasso, ma la tripla di Butler a 3″ si spegnerà sul ferro e West chiuderà le danze dalla lunetta.

Golden State Warriors – Phoenix Suns 102-96
GSW: Lee 28 (12 rimb), Ellis 18, Robinson 11, Thompson 10
PHX: Hill 10, Frye 18, Gortat 25 (12 rimb), Dudley 11, Nash 7 (14 ass), Morris 10

Stavolta è David Lee che si mette sulle spalle i Warriors e li trascina alla vittoria sui Suns; anche qui arrivo in volata con i Suns che, sotto 94-91, hanno la possibilità di pareggiare con Dudley ma anche per lui il tentativo non andrà a buon fine, sul capovolgimento dell’azione Udoh segnerà il gancio del 96-91 a 35″ dalla sirena.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B