Belinelli-Show, Martin batte KD, Linsanity again!

Marco spara 6/7 da 3 a Milwaukee, Houston batte Okalhoma con brivido finale, vittorie in volata pure per Hawks e Blazers. Bene Mavs e Spurs.

 

Toronto Raptors – San Antonio Spurs 106-113
TOR: Johnson 10, DeRozan 29, Calderon 16 (11 ass), Carter 10, Davis 11, Butler 10
SAS: Jefferson 10, Green 13, Parker 34 (14 ass), Splitter 13, Ginobili 11, Neal 10

Italian Job: Bargnani DNP

Salgono a 9 i successi filati per gli Spurs, vincenti stanotte all’Air Canada Center con uno strepitoso Tony Parker (34+14); Raptors sotto di 5 (98-103) a 1’20” con palla in mani per accorciare, ma un fallo offensivo di DeRozan (guadagnato da Ginobili) ha compromesso quella che poteva essere un’azione importante, i due liberi di TP9 nell’azione seguente segneranno la partita.

Orlando Magic – Philadelphia 76ers 103-87
ORL: Turkoglu 11, Anderson 27, Howard 17 (14 rimb), Richadson 14, Nelson 12 (14 ass), Redick 12
PHI: Iguodala 15, Brand 13, Vucevic 10, Williams 21, Young 12

Ryan Anderson festeggia la convocazione al “3-Points Contest” sparando 7/10 dalla lunga distanza e aiutando i Magic a superare i Sixers; Philadelphia mai in partita senza mai l’opportunità di poter sfoggiare la sua arma più letale, il contropiede, dopo a 4′ dalla sirena del primo quarto Orlando guida 23-6 con Anderson reo di 4 delle sue 7 bombe nel primo quarto. I Magic manderanno 6 giocatori in doppia-cifra a referto con le doppie-doppie di Howard e Nelson.

Boston Celtics – Detroit Pistons 88-98
BOS: Pierce 10, Wilcox 17, Allen 10, Rondo 35, Johnson 10
DET: Prince 10, Monroe 22, Stuckey 25, Gordon 22, Wallace (11 rimb)

Non basta ai Celtics la grande prestazione di Rajon Rondo per vincere contro i Pistonsm trascinati dal duo Stuckey-Gordon; ad inizio ultima frazione Boston lascia troppo spazio ai tiratori avversari e Ben Gordon sfrutta queste concessioni sparando due tripla che aprono e chiudono il break di 8-0 per il +11 (76-87) a 7’52” dal termine. I verdi non riusciranno più a scendere sotto i 7 punti di distacco. Pierce e Allen 20 punti in due con 4/16 dal campo.

New Jersey Nets – Memphis Grizzlies 100-105
NJN: Humphries 10, She.Williams 10 (12 rimb), Brooks 12, Williams 26 (11 ass), Petro 10, Morrow 17, Gaines 11
MEM: Gay 25, Speights 20 (18 rimb), Gasol 12, Allen 21, Conlei 16 (10 ass)

I Nets mandando 7 uomini in doppia-cifra, ma il referto rosa se lo portano a casa i Grizzlies; a 3′ dalla fine del match Tony Allen realizza la tripla del sorpasso (93-95), tripla che ha dato vita ad un mini-parziale di 7-0 complici soprattutto le tre sanguinose palle perse dei Nets, a 1’39” Grizzlies avanti di 6 (93-99) e match in gelo.

New York Knicks – Sacramento Kings 100-85
NYK: Stoudemire 11, Walker 14, Fields 15 (10 rimb), Lin 10 (13 ass), Shumpert 11, Jeffries 10, Novak 14
SAC: Cousins 15, Evans 19, Thornton 13, Thomas 14

Dopo il career-high di punti contro i Lakers, il buzzer-beater a Toronto, stanotte Jeremy Lin ha registrato il career-high di 13 assist nel comodo successo dei Knicks sui Kings; ospiti che hanno sparato a salve (33/87, 37%) contro dei padroni di casa molto attenti (39/77, 50%), all’intervallo lungo NY guida 54-36 con Lin autore di 6 punti, 9 assist e solo una palla persa.

Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 98-87
CLE: Casspi 10, Jamison 13, Erden 18, Irving 22, Sessions 13
IND: West 10 (10 rimb), Hibbert 17, Collison 18, George 11, Price 11

Torna Kyrie Irving e i Cavs tornano a vincere, battuti i Pacers privi di Granger; il rookie ex Duke ha realizzato 12 dei suoi 22 punti nel primo quarto, consentendo ai suoi di avere la doppia-cifra di vantaggio (32-20 alla prima sirena), dopo 4′ della seconda frazione i padroni di casa toccavano il +20 (43-23) dopo un 5-0 chiuso con un gioco da 3 punti di Jamison.

Milwaukee Bucks – New Orleans Hornets 89-92
MIL: Delfino 11, Gooden 11, Jennings 18, Ilyasova 23, Dunleavy 10
NOH: Ariza 14, Ayon 12 (12 rimb), Kaman 18 (10 rimb), Belinelli 22

Italian Job: Belinelli 22 pt (1/3, 6/7, 2/2), 4 rimb (2 off), 2 ass

Partita dell’anno per Marco Belinelli, 22 punti, career-high da 3 con 6/7 e vittoria Hornets sul campo dei Bucks; a 1’15” Dunleavy riportava a contatto i suoi con la tripla del -1 (87-88) e a 23″ Ilyasova ha anche la palla per il sorpasso ma il suo tentativo non va. Il Beli non trema e col suo 2/2 da 4 punti di vantaggio a New Orleans (87-91), successivamente Ayon ruberà palla a Dunleavy decretando la W per gli uomini di Monty Williams.

Houston Rockets – Oklahoma City Thunder 96-95
HOU: Parsons 14, Scola 15, Dalembert 2 (12 rimb), Martin 32, Lowry 11
OKC: Durant 33, Westbrook 26, Harden 17

Nella battaglia tra bomber Kevin Durant chiude con 33 punti contro i 32 di Kevin Martin, ma sono i Rockets ad aggiudicarsi di misura e con brivido finale il match; proprio Martin segna il sorpasso sul 96-95 a 23″ grazie a due liberi, negli ultimi 23″ Oklahoma tirerà ben 5 volte (4 Durant, una Westbrook) ma senza trovare il fondo del secchiello.

Minnesota Timberwolves – Charlotte Bobcats 102-90
MIN: Love 30 (18 rimb), Pekovic 21, Ridnour 10, Barea 12
CHA: Maggette 18, Diaw 14, Williams 10, Walker 21

Tutto facile per i T-Wolves di Kevin Love (30+18) sui disastrati Bobcats; Charlotte tiene botta per 2 quarti e mezzo, nel finale di terza razione Minnesota firma un 14-5 che le consente di chiudere avanti 76-66 ad inizio ultimo periodo. Con un 13-4 iniziale il diario tra le due salirà a 19 punti (89-70) a 7′ dal termine.

Dallas Mavericks – Denver Nuggets 102-84
DAL:Marion 16, Nowitzki 12, Cartet 15, Kidd 13, Odom 14, Wright 10
DEN: Faried 12, Koufos 12 (14 rimb), Harrington 13, Fernandez 14, Hamilton 10, Andersen 6 (11 rimb)

Italian Job: Gallinari DNP

Malgrado un Nowitzki non in grande spolvero (5/12 per 12 punti), i Mavericks riescono comunque ad avere la meglio sui Nuggets; partita spaccata nel 2° quarto da Vince Carter, 12-1 di parziale e +16 (49-33) a 1’52” dal riposo lungo.

Phoenix Suns – Atlanta Hawks 99-101
PHX: Hill 18, Frye 13 (11 rimb), Gortat 13, Dudley 11, Nash 22 (16 ass)
ATL: Smith 30 (17 rimb), Pachulia 15, Teague 16, Green 20

Vittoria tirata anche per gli Hawks di uno straripante Josh Smith (30+17) in Arizona contro i Suns di Nash (22+16 assist); a 3’27” dalla sirena finale i falchi piazzano due bombe in 14″ firmate Radmanovic e Green per il +9 (89-98), nel finale Phoenix arriva fino al -3 (95-98) a 42″ ma nella carrellata finale di liberi sarà Atlanta ad avere la meglio.

Golden State Warriors – Portland Trail Blazers 91-93
GSW: Wright 12, Lee 29 (11 rimb), Ellis 10, Robinson 21
POR: Batum 17, Wallace 24, Camby 12 811 rimb), Felton 10, Crawford 14

Anche per i Blazers (senza Aldridge) è arrivato il successo esterno in volata contro i Warriors, stavolta deludente l’accoppiata Ellis-Curry (18 punti con 6/19 dal campo); a decidere il match sono stati 2 liberi di Jamal Crawford a 43″ per il 91-93, nel finale Robinson non troverà il canestro del pareggio.

Los Angeles Clippers – Washington Wizards 102-84
LAC: Butler 21, Griffin 23 (15 rimb), Jordan 11, Foye 10, Paul 16, Williams 11
WAS: McGee 18, Young 14, Wall 18 (12 ass), Crawford 12

Nessun problema per i Clippers di Chris Paul e Blake Griffin contro i Wizards; gli ospiti realizzano i primi 6 punti del 4° quarto accorciando sul -3 (75-72) poi Randy Foye firma un suo personale break di 5-0 che segna l’incontro sul +8 (80-72) a 9’23 dalla fine, Washington non riuscirà più a ricucire il distacco.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B