Cadono i Bulls, bene Grizzlies, Spurs forza 10!

I Bulls cedono il passo ai Nets, mentre Memphis e Portland battono Warriors e Hawks. Suicidio Cllippers con San Antonio!

 

 

 

Los Angeles Clippers – San Antonio Spurs 100-103 OT

Chicago Bulls – New Jersey Nets 85-97
CHI: Deng 14, Boozer 16, Watson 10, James 16, Gibson 14
NJN: Humphries 24 (18 rimb), Brooks 19, Williams 29

Senza Derrick Rose e Rip Hamilton cadono i Bulls in casa per mano dei New Jersey Nets di un ispirato Deron Williams (29) attenendo la loro sesta vittoria fuori dalle mura amiche. Gara sorprendentemente in discesa per gli ospiti già dal primo quarto (chiuso 19-34) grazie a un 67% (14/21) dal campo a fronte di un misero 30 % (7/22) per Chicago. Nella ripresa Boozer & co. tenteranno poi la rimonta ma Humphries e S. Williams faranno la voce grossa sotto le plance portando a casa una vittoria inaspettata.


Memphis Grizzlies – Golden State Warriors 104-103
MEM: Gay 19, Speights 16, Gasol 17 (13 rimb), Allen 11, Conley 15, OJ Mayo 18
GSW: Lee 14, Ellis 33, Curry 36

Bella vittoria al FedEx Forum per i Grizzlies che mandano tutto il quintetto base in doppia cifra superando dei buoni Warriors dei soli grandi Ellis e Curry (69 punti in due).
Primo tempo giocato a ritmi altissimi un quarto per uno e chiuso 66-64 per gli ospiti. Nella ripresa la partita rimane in bilico fino a 5” dalla fine quando Tony Allen manderà avanti i suoi con in tap-in il per il +1 Memphis e David Lee con un fallo sull’ultimo possesso per Golden State vanificherà un possibile buzzer-beater.

Portland Trail Blazers – Atlanta Hawks 97-77
POR: Aldridge 19 (10 rimb), Batum 22, Felton 14, Matthews 13
ATL: Williams 10, Smith 14 (10 rimb), Johnson 19, Green 17

Nicolas Batum con 22 punti a referto guida i Blazers a una comoda vittoria al Rose Garden contro gli Atlanta Hawks nel giorno del ritorno di LaMarcus Aldridge. Svolta decisiva del match ad inizio secondo quarto quando sul 33-28 i padroni di casa mettono a segno un parziale di 19-9 chiudendo il primo tempo davanti 52-37 e gestendo la partita nella seconda frazione. Stravinta la sfida sotto canestro dove Portland domina con 50 rimbalzi contro i 27 degli ospiti.

N.S

Dal sangue verace romagnolo, ma cresciuto 19 anni in quel di Como (in parte assieme proprio a FMB), si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. È un inguaribile tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams e le IPA luppolate e la jersey dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S