Sorride Los Angeles, volano Thunder e Bulls!

Le due di Hollywood volano con Gasol e CP3, buzzer-beater per Ridnour e Ellis, Oklahoma e Chicago senza problemi, Belinelli decisivo a Cleveland.

 

 

 

 

Toronto Raptors – Detroit Pistons 103-93
TOR: J.Johnson 15, A.Johnson 11, Gray 12 (12 rimb), DeRozan 23, Calderon 6 (15 ass), Barbosa 17, Davis 10
DET: Prince 14, Maxiell 12, Monroe 30 (14 rimb), Knight 16

Italian Job: Bargnani DNP

Buona vittoria per i Toronto Raptors sui Pistons malgrado la rimonta finale degli ospiti; infatti i canadesi hanno pienamente il controllo del match sul +23 (89-66) a 8′ dalla fine, poi però Detroit piazza un 22-8 che porta gli uomini di coach Frank sul -9 a 59″ (98-89), sarà Leandro Barbosa a chiudere definitivamente le danze col dumper del 101-89 a 33″, vana la doppia-doppia di Greg Monroe da 30+14 rimbalzi.

Washington Wizards – Sacramento Kings 107-115
WAS: Young 17, Wall 21 (11 ass), McGee 9 (10 rimb), Crawford 32
SAC: Thornton 22, Thompson 9 (11 rimb), Cousins 16 816 rimb), Evans 22, Thomas 18, Garcia 12

Continua il buon momento di Isaiah Thomas, nella vittoria a Washington il rookie di Sacramento ha chiuso con 18 punti anche se inizia ad acquisire il DNA da “pistolero” (9/19 dal campo); partitat tirata decisa nel finale con un parziale di 6-0 Kings per il 103-110 a 2’36”, il tutto con Evans e Cousins rilegati in panchina. Per i WIzards invece serata da dimenticare per il duo Young-Wall, 38 punti in due con un complessivo 14/38 dal campo.

Charlotte Bobcats – Indiana Pacers 88-102
CHA: Maggette 20, Diaw 4 (11 rimb), Biyombo 9 (10 rimb), Augustin 15, Walker 14
IND: Grange 12, George 10, Collison 10, Hansbrough 22, Amundson 8 (12 rimb), Price 11, Jones 10

Neanche il ritorno di D.J Augustin e le maglie “old-style” sono serviti per dar animo ai Bobcats, battuti anche stanotte per mano degli Indiana Pacers; dopo una primo tempo equilibrato (), i Pacers sono scappati via nel terzo con un 16-6 per il +12 (66-78) a 1’28” dalla sirena della frazione, sempre nel 3° i Pacers hanno catturato 21 dei loro 24 rimbalzi offensivi finali.

Cleveland Cavaliers – New Orleans Hornets 84-89
CLE: Jamison 22 (12 rimb), Irving 6 (11 ass), Sessions 11, Gee 13, Thompson 10 (10 rimb)
NOH: Kaman 21 (19 rimb), Ayon 9 (17 rimb), Belinelli 19, Jack 16

Italian Job: Belinelli 19 pt (7/9, 1/4, 2/2), 3 rimb (1 off), 1 ass

Kyrie Irving incappa nella sua seconda peggior prestazione stagionale (2/13 dal campo) e i Cavs cadono in casa contro gli Hornets di uno scatenato Belinelli; proprio una tripla dell’italiano spacca in due la partita a 1’04” dal termine, dando il +7 (74-81), negli ultimi 25″ New Orleans non sbaglierà dalla lunetta (6/6) e respingerà la rimonta dei padroni di casa.

Oklahoma City Thunder – Boston Celtics 119-104
OKC: Durant 28, Perkins 8 (10 rimb), Cook 17, Westbrook 21, Harden 17
BOS: Pierce 23, Pietrus 16, Garnett 23 (13 rimb), Allen 21, Bradley 12

Malgrado tutto il quintetto in doppia-cifra con i 46 punti di Pierce+Garnett, i Celtics vengono spazzati via sul campo della premiata ditta Durant-Westbrook (59 punti con 10/46 dal campo); i Thunder prendono in mano le redini nel match già nel 1° periodo chiudendolo sul +10 (35-25), nel secondo quarto Boston accenna ad una rimonta ma subirà un devastante 21-1 con il quale si andrà a riposo sul 72-48 Oklahoma con i due a quota 30 punti (KD 16, Westbrook 14).

New Jersey Nets – Orlando Magic 91-108
NJN: Lopez 15, Brooks 24, Williams 23
ORL: Turkoglu 10, Anderson 14, Howard 20 (17 rimb), Redick 12, Nelson 10, Davis 16, Duhon 11

Con l’assenza di Humphries e un Brook Lopez appena rientrato, per Diwght Hward è stato un gioco da ragazzi dominare il pitturato (20+17) ed aiutare i Magic (13/29 da 3) alla vittoria; pratica sbrigata nei primi 12′ con gli ospiti che toccano il +17 (17-34) con un 9-2 negli ultimi 3′ di prima frazione, i Nets non riusciranno più ad andare sotto la doppia-cifra di scarto.

New York Knicks – Atlanta Hawks 99-82
NYK: Anthony 15, Stoudemire 7 (10 rimb), Fields 16, Lin 17, Smith 12, Novak 17
ATL: Smith 13, Green 16, Teague 18

Prima vittoria per NY al rientro di Carmelo Anthony (15 punti con 7/16), sconfitti gli Hawks privi di Joe Johnson e rei di un 32/81 dal campo finale; anche al Madison Square Garden il match si è risolto nel 1° quarto, sul +2 Atlanta (14-16) i Knicks hanno piazzato un breask di 16-0 che li ha consentito di chiudere alla prima sirena sul 30-16, nel secondo quarto altro 30ello per il 60-35 all’intervallo lungo.

Chicago Bulls – Milwaukee Bucks 110-91
CHI: Deng 16, Boozer 20, Noah 13 (13 rimb e 10 ass), Brewer 15, Rose 16, Gibson 9 (10 rimb), Korver 11
MIL: Ilyasova 15, Leuer 14, Livingston 12, Jennings 20

Tutto abbastanza comodo anche per i Chicago Bulls che trovano in Joakim Noah l’MVP della partita con una tripla-doppia! Padroni di casa sempre in controllo ma con i Bucks sempre a portata, a 5’56” dalla fine del terzo quarto la tripla di Deng apre un parziale di 11-4 per il +16 (83-67) che di fatto suggella la vittoria per gli uomini di Thibodeau.

Houston Rockets – Philadelphia 76ers 93-87
HOU: Parsons 12, Scola 19 (10 rimb), Martin 16, Lowry 13, Dragic 11, Patterson 12
PHI: Iguodala 11, Meeks 14, Williams 17, Vucevic 18, Young 15

Gli Houston Rockets rifilano il 4° K.O consecutivo ai Sixers mandando ben 6 uomini in doppia-cifra a referto; Philly che a 1’10” ha la palla del sorpasso con Young ma il mancino commette fallo in a tacco, sul capovolgimento dif ronde un gioco da 3 punti firmato Kyle Lowry darà il 4 Rockets (89-85) a 59″ dal termine.

Minnesota Timberwolves – Utah Jazz 100-98
MIN: Love 10 (10 rimb), Pekovic 15 (12 rimb), Ridnour 17, Barea 22, Williams 13
UTA: Howard 19, Millsap 25, Jefferson 18 (11 rimb), Harris 10

Per la seconda volta consecutiva i T-Wolves vincono in volata, vittime i Jazz che si sono dovuti arrendere sulla sirena; infatti, dopo il pareggio di Jefferson sul 98-98 a 7″ dal termine, Luke Ridnour trova il buzzer-beater in entrata per il 100-98 finale!

Ridnour sulla sirena!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=bEtfgsd0haA]

Phoenix Suns – Golden State Warriors 104-106
PHX: Hill 16, Frye 22, Gortat 21 (15 rimb), Dudley 17
GSW: Wright 23, Lee 22, Ellis 26, Robinson 14

Anche in Arizona finale in volata con Monta Ellis che si inventa un canestro pazzesco; pareggio a quota 104 dei Suns con Grant Hill, lo stesso veterano prende Ellis sull’ultimo possesso ma Monta tira fuori dal cilindro un fade-away alla “Kobe Bryant” e a 1″ decide l’incontro!

Magia di Monta!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=_Vy7kTRRg48]

Dallas Mavericks – Los Angeles Lakers 91-96
DAL: Nowitzki 25 (12 rimb), Haywood 4 (11 rimb), Carter 20, Terry 16
LAL: Gasol 24, Bynum 19 (14 rimb), Bryant 15, Fisher 15

Colpaccio dei Lakers che epsugnano l’American Airlines Center di Dallas battendo nel finale i Mavs; L.A sotto di -2 (82-80) a metà dell’ultimo quarto, Bryant e Bynum dalla lunetta firmano il pareggio e il sorpasso poi il “Venerabile Maestro” Derek Fisher piazza un suo personale 5-0 per il +7 Lakers (82-89) a 3’43”. I texani arriveranno fino al -2 (91-93) a 30″ dalla fine ma il 272 di Bynum dalla linea della carità chiuderà le ostilità.

Los Angeles Clippers – Denver Nuggets 103-95
LAC: Brewer 12, Faried 12, Afflalo 20, Harrington 11, Hamilton 18
DEN: Griffin 27 (12 rimb), Jordan 10 (16 rimb), Foye 11, Paul 36

Italian Job: Gallinari DNP

Sfavillante prestazione i Chris Paul (36 punti, 11/16 dal campo e 9 assist) che guida alla vittoria i Clippers sui Nuggets; partita molto equilibrata tanto da esserci stati ben 23 cambi di leadership, il 23esimo però è stato fatale ai Nuggets perché è coinciso con il sorpasso Clips (93-92) a 4′ dalla fine, il jumpr di Butler ha dato via ad un 8-0 che ha spezzato le gambe agli ospiti.

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B