Lopez domina Dallas, B-Easy-Williams show a L.A!

A Dallas il centro dei Nets risorge e decide il match, Beasley e Williams impressionanti, vincono in volata Boston, Houston e Chicago con super Rose.

 

 

 

Cleveland Cavaliers – Boston Celtics 83-86
CLE: Casspi 10, Irving 24, Sessions 13, Thompson 13 (10 rimb)
BOS: Pierce 12, Bass 12, Garnett 18, Allen 22, Rondo (11 ass), Wilcox 5 (11 rimb)

Vittoria in volata per i Boston Celtics sul campo dei Cavs di Kyrie Irving; protagonista della partita Ray Allen, sua la schiacciata del sorpasso sull’81-82 a 48″ dal termine, schiacciata arrivata da una persa di Irving. Negli ultimi 3″ KG e Allen non tremeranno dalla lunetta (4/4) e la preghiera di Parker per il pareggio non andrà a segno.

Indiana Pacers – Golden State Warriors 102-78
IND: Granger 25, West 10, Hibbert 12, George 11, Collison 11, Hansbrough 15
GSW: Lee 12, Ellis 14, Rush 14

I Pacers mandano ben 6 uomini in coppia-cifra a referto nella vittoria sui Warrios; successo conquistato nei periodi centrai li quando, dopo aver chiuso il primo tempo con un 8-0 (52-38), gli uomini di Vogel hanno aperto il 3° quarto con un terrificante 10-2 che ha dato il +22 (60-42). A dare il colpo di grazia ci ha pensato Danny Granger, reo di 11 punti in 3′ per il 77-48 a 4’29” dalla sirena del 3° periodo.

Detroit Pistons – Philadelphia 76ers 68-97
DET: Monroe 20, Stuckey 17
PHI: Iguodala 12, Brand 10, Meeks 12, Holiday 10, Williams 13, Young 20

Dopo 5 sconfitte consecutive i Sixers tornano al successo espugnano il Palace di Detroit; la svolta arriva ad inizio 2° quarto con Phila che piazza un break di 11-0 per il +13 (20-33) dopo 4′ di gioco, in questo 11-0 5 punti di Young che chiuderà il primo tempo a quota 14 (su 20 finali). Per i Pistons serataccia al tiro con 25/79 (31%) condita anche da 22 palle perse.

Chicago Bulls – New Orleans Hornets 99-95
CHI: Deng 14 (11 rimb), Boozer 14, Noah 15 (16 rimb), Rose 32
NOH: Ariza 16, Kaman 17 (11 rimb), Vasquez 12, Jones 10, Jack 10, Henry 12

Italian Job: Belinelli 6 pt (3/4, 0/3 da 3), 3 rimb, 1 ass, 2 perse

I New Orleans Hornets danno filo da torcere ai Bulls ma Derrick Rose allontana il pericolo; infatti l’MVP, sul 95-95 a 52″ dal termine, segna i 4 punti finali che daranno la vittoria ai suoi anche se a 4″ farà 0/2 dalla lunetta.

Milwaukee Bucks – Washington Wizards 119-118
MIL: Delfino 11, Ilyasova 13 (11 rimb), Gooden 15 (10 rimb), Jennings 14, Mbah a Moute 13, Dunleavy 28, Harris 11
WAS: Singleton 16, Booker 20 ( 11 rimb), Wall 19, Crawford 19, Mason 14, Evans 15

Altro finale in volata nel Wisconsin con i Bucks che sul filo di lana battono dei coriacei Wizards; a 6″ dalla sirena finale John Wall realizza il dumper del sorpasso Washington sul 117-118, ultimo possesso per Milwauke con jennings che tira, sbaglia ma rimbalzo sbuca Ilyasova che col suo tap-in firma il contro-sorpasso a 2″ dalla fine. Roger Mason si incarica dell’ultimo tiro ma commetterà passi.

Houston Rockets – Toronto Raptors 88-85
HOU: Scola 15 (10 rimb), Dalembert 10, Martin 14, Lowry 26
TOR: J.Johnson 16, A.Johnson 10, DeRozan 17, Barbosa 11, Davis 5 (15 rimb)

Italian Job: Bargnani DNP

Anche i Rockets hanno dovuto sudarsi fino alla fina la W contro i Raptors; a 11″ dal termine Kevin Martin fa 1/2 dalla lunetta per il +3 (86-83) Houston ma Lina Kleiza manca il bersaglio per il pareggio a 3″, successivamente Martin sarà più freddo e con un 2/2 manderà i titoli di coda.

Dallas Mavericks – New Jersey Nets 92-93
DAL: Marion 11, Nowitzki 24 (10 rimb), Haywood 18 (10 rimb), Beaubois 11, Terry 12
NJN: Lopez 38, Humphries 10 (15 rimb), Williams 12 (12 ass), Green 10, Morrow 15

All’American Airlines Center di Dalla rinasce col botto Brook Lopez che, alla sua terza partita dal rientro, spara 38 punti in faccia alla difesa dei Mavs e consente ai Nets di cogliere un importante successo; proprio il centro proveniente da Stanford ha realizzato a 42″ dal termine i due liberi per il 92-93 New Jersey, nel finale Jason Kidd per due volte avrà in mano la tripla per vincere la partita ma in entrambe le volte la palla si fermerà sul ferro.

Sacramento Kings – Utah Jazz 103-96
SAC: Evans 13, Thompson 10, Cousins 22 (18 rimb), Thornton 21, Thomas 18
UTA: Howard 15, Jefferson 12, Hayward 11, Harris 18, Favors 7 811 rimb), Miles 13, Burks 11

Nella serata in cui i fratelli Maloof annunciavano l’accordo con l’NBA per restare a Sacramento, i Kings battono con autorità gli Utah Jazz con ancora Isaiah Thomas in prima fila; i padroni di casa lottano punto a punto nell’ultimo quarto quando, a 1’46”, un 3-0 firmato Salmons (jumper) e Thomspon (1/2 dalla lunetta), da il +4 (98-94) ai Kings. Utaj risponde con Howard per il -2 ma sarà l’ultimo canestro degli ospiti, nell’ultimo minuti Marcus Thornton gelerà il match dalla lunetta (5/6).

Los Angeles Clippers – Minnesota Timberwolves 97-109
LAC: Griffin 30, Jordan 14 (14 rimb), Foye 13, Paul 27
MIN: Love 10, Pekovic 12, Williams 27, Beasley 27, Webster 11

Kevin Love non va in doppia-doppia (10+7), Griffin e Paul combinano per 57 punti ma i T-Wolves riescono comunque ad espugnare L.A grazie ai 54 punti (uscendo dalla panchina) del duo Williams-Beasley; l’ex prodotto di Arizona segna 13 dei suoi 27 punti finali nei primi 6′ del 4° periodo, gli ultimi 3 di quei 13 sono arrivati con una tripla per il +8 (82-90). A metà periodo è Mike Beasley che si mette in proprio realizzando anche lui 13 punti, la sua tripla a 2’37” segna il +17 (87-104).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B