Orlando ferma i Bulls, Phoenix di misura sui Mavs

Howard guida i Magic alla vittoria contro uno Derrick Rose falloso, Phoenix batte Dallas nella “nocche latina” ma trema nel finale.

 

 

 

Chicago Bulls – Orlando Magic 94-99
CHI: Boozer 26, Noah 9 (10 rimb), Rose 17, Gibson 14
ORL: Turkoglu 13, Anderson 11, Howard 29 (18 rimb), Richardson 18

Dopo 8 vittorie consecutive i Chicago Bulls si devono arrendere agli Orlando Magic di Dwight Howard; gli ospiti sono scappati via subito nel primo periodo (22.37) toccando anche il massimo vantaggio sul +18 (22-40) dopo 2′ del secondo quarto, Chicago non si è arresa e con un break finale di 18-5 ha chiuso sotto solo di 5 (52-57) all’intervallo lungo. L’incontro si è deciso a 2′ dalla sirena finale, sul +2 Bulls (91-89), 7-0 Magic con schiacciata di Howard, tripla spezza-gambe e due liberi firmati da Ryan Anderson, nel mezzo del 7-0 Chicago ha sbagliato 5 tiri. Orlando amministrerà il vantaggio fino alla fine chiudendo poi a referto con 11/26 nel tiro pesante (42%), invece brutta serata al tiro per Derrick Rose (6/22).
Da sottolineare il brutto infortunio (ginocchio) subito da J-Rich a 2’16” quando Jameer Nelson lo ha sgambettato involontariamente su una rimessa.

Phoenix Los Suns – Dallas Mavericks 96-94
PHX: Hill 15, Gortat 16 (12 rimb), Dudley 18, Nash 11 (11 ass)
DAL: Marion 12, Nowitzki 18, Carter 18, Kidd 12, Odom 15

Il numero 8 torna presente anche allo US Airways Center di Phoenix, infatti i Los Suns hanno interrotto una striscia di 8 sconfitte consecutive contro i Dallas Mavericks; con un break di 18-4 i padroni di casa colgono il primo vantaggio nella partita sul finire di 3° quarto (78-76), nel 4° quarto riescono ad allungare sul +10 (90-80) grazie ad un 7-0 che ha visto anche una tripla di Sebastian Telfair, il tutto con 7’34”. I Mavs ci hanno provato fino alla fine facendo tremare Phoenix: a 25″ Nowitzki trovava il layup del -2 (96-94), Hill fa 0/2 dalla lunetta condendo un’ultima chance ai texani ma Beaubois sbaglierà per due volte di fila!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B