Sixers cinici a NY, Mayo stronca Denver, ok Ellis

Philly espugna il Garden, Lakers in volata sui Celtics, Clippers e Nuggets sconfitte in casa, sorride Howard, Irving ancora decisivo.

 

 

 

 

New York Knicks – Philadelphia 76ers 94-106
NYK: Anthony 22, Fields 13, Lin 14, Chandler 8 (12 rimb), Smith 12
PHI: Brand 13, Iguodala 19, Turner 24 (15 rimb), Williams 28, Young 14

Non è bastato il ritorno di Tyson Chandler per evitare la quinta sconfitta consecutiva per i New York Knicks, loro carnefici i 76ers di un sempre più ispirato Evan Turner; primo tempo equilibrato (49-51) poi Philly cambia marcia e scappa via nel 3° quarto grazie anche ad un break di 8-0 che ha spinto gli ospiti sul +11 (62-73) a 3’50” dalla sirena del 3° il tutto con gli uomini di D’Antoni che sparano salve (33/80 a fine gara), il match va in gelo dopo i primi 4′ dell’ultima frazione, 10-4 di parziale e +21 (77-98) Phila. Jeremy Lin chiude con 14 punti (5/18 dal campo), 7 assist e 6 perse (su 16 di NY), mentre Melo Anthony chiude con 22 punti (5/13).

Los Angeles Lakers – Boston Celtics 97-94

Toronto Raptors – Milwaukee Bucks 99-105
TOR: Bargnani 11, A.Johnson 12, DeRozan 21, Bayless 16, Davis 4 (10 rimb), Kleiza 10, Barbosa 12
MIL: Ilyasova 31 (12 rimb), Gooden 21, Jennings 11, Dunleavy 19, Udrh 11

Italian Job: Bargnani 11 to (4/7, 0/3, 3/4), 8 rimb (2 off), 2 ass, 1 rec, 3 perse

Un’altra grande prestazione di Ersan Ilyasova ha consentito ai Bucks di vincere in Canada contro i Raptors; quarto periodo che vede cambiare la leadership ben 7 volte, a decidere l’incontro è stato purtroppo Andrea Bargnani, un suo sfondamento in contropiede a 1’17” sul -4 Toronto (97-101) ha consegnato la partita in mano ai verdi.

Orlando Magic – Indiana Pacers 107-94
ORL: Q.Richardson 10, Anderson 12, Howard 30 (13 rimb), Redick 18
IND: Granger 18, Hibbert 10, George 22, Hansbrough 19, Jones 10

Senza Jason Richardson (infortunio) e Hedo Turkoglu (squalifica), Dwight Howard si carica sulle spalle i Magic e li trascina alla vittoria sui Pacers, vincendo anche la serie stagionale (3-1); partita sostanzialmente decisa nei primi 15′, Orlando chiude avanti 36-22 il primo quarto e comincia il 2° con un parziale di 8-2 (due triple di Duhon) per toccare il massimo vantaggio sul 44-24.

Cleveland Cavaliers – Houston Rockets 118-107
CLE: Gee 11, Jamison 28, Irving 21, Sessions 15, Samuels 11, Gibson 11
HOU: Scola 30, Dalembert 15 (10 rimb), Dragic 20, Budinger 16

Lui Scola e Goran Dragic combinano per 50 punti ma a vincere saranno i Cavaliers di Jamison e Irving (49 punti in due); i texani chiudono avanti di 3 (81-84) il 3° periodo ma i primi 6′ del 4° periodo saranno fatali perché i padroni di casa firmano un 14-7 che li spinge avanti 98-91 con 5’48” da giocare. Houston arriva fino al -4 (103-99) a 2′ dal termine, poi è Irving-Show, il rookie segna 7 punti consecutivi nell’arco di 60″ e manda in ghiaccio la partita.

Denver Nuggets – Memphis Grizzlies 91-94
DEN: Nene 15, Afflalo 15, Harrington 15, Brewer 15, Miller 14
MEM: Allen 10, Conley 13, Mayo 22, Cunningham

Italian Job: Gallinari (0/4, 0/1 da 3), 5 rimb (1 off), 4 ass, 1 stop

Rudy Gay non brill a (7 punti 3/13 dal campo) ma in compenso O.J Mayo ne spara 22 uscendo dalla panchine e Memphis espugna il Pepsi Center di Denver; si arriva in volata con Denver a -2 (89-91) dopo due liberi di Miller a 1’19”, a appena 22″ arriva la tripla spezza gambe proprio di Mayo che gela l’arena dando più di un possesso di distacco. I Nuggets avranno però una chance di pareggiare a 8″ dal termine ma Miller si farà scippare la palla da Conley. Brutta serata al tiro per il Gallo.

Sacramento Kings – Atlanta Hawks 99-106
SAC: Cousins 28 (12 rimb), Thornton 12, Fredette 12, Salmons 14
ATL: J.Johnson 21, Smith 28, Pachulia 10 (13 rimb), Hinrich 12, Teague 16, Williams 12, Radmanovic 5 (10 rimb)

Atlanta manda 6 uomini (tutto il quintetto) in doppia-cifra e si porta a casa il referto rosa nella trasferta a Sacramento; match molto equilibrato per quasi tre quarti ma, a 4’31” dalla sirena de 3°,, Jeff Teague realizza la tripla del +3 (68-71), tripla che darà via ad un parziale di 20-8 a cavallo con il 4° periodo, +12 Hawks (76-88) dopo 3′ dell’ultima frazione, vantaggio poi amministrato fino alla fine.

Los Angeles Clippers – Golden State Warriors 93-97
LAC: Griffin 27 (12 rimb), Foye 16, Paul 23, Evans 11 812 rimb)
GSW: Wright 20, Lee 18 (10 rimb), Udoh 14, Ellis 21 (11 ass), Thompson 11

Anche i Los Angeles Clippers entrano nel club delle vittime di Monta Ellis, vano il 50ello della coppia Paul-Griffin (20/37 dal campo); i Clips rincorrono tutta la partita ma a 4’30” impattano sull’83-83 dopo una schiacciata di Griffin, i Warriors vanno in palla e perdono per due volte consecutive la palla ma L.A non ne approfitta e in un attimo si ritrova sotto di 7 (84-91) a 1’19” dalla fine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B