Due parole con…Martina Bestagno!

In esclusiva per NBA-Evolution, Martina Bestagno, centro della nazionale e di Ragusa che ci dice la sua su NBA, NCAA e molto altro.

 

 

 

 

1) Elena Delle Donne stella di Delawere University, sta battendo tutti i record nella NCAA femminile, molti la paragonano al LeBron James delle donne, cosa ne pensi?
Elena penso sia la Taurasi della nuova generazione! Sa fare tutto e molto bene é un grandissimo talento, mi piace anche molto la sua storia personale avendo scelto un college vicino a casa per stare vicino alla sorella malata, poteva scegliere college con programmi più prestigiosi ma comunque ce l’ ha fatta! E’ un grandissimo esempio di vita.

2) Diana Taurasi e Sue Bird non sembrano volersi fermare, anche in Eurolega dettano legge, secondo te chi è la più forte delle due ex Huskies?
II mio idolo in assoluto di quella annata delle Huskies è un altra giocatrice Ashja Jones che ora sta giocando a Madrid! L’ ho vista giocare ad Alessandria da piccolina e ho avuto anche l’ onore di allenarmici assieme ed è un 4-5 molto potente ma con mano dolcissima!La mia huskies preferita è lei

3) Su Twitter (@Martybest4) hai scritto che ti Pau Gasol e Kevin Garnett ti ispirano, ci sono altri giocatori e perché?
Mi ispirano tutti i giocatori in cui giocano nel mio ruolo! Loro due sono grandissimi, giocano spalle a canestro ma sono bravissimi anche nell’ 1vs1 frontale! In NBA direi loro due, nel campionato italiano il mio preferito è Lavrinovic, è una macchina

4) Tra le donne invece?
Tra le donne appunto Jones, Lauren Jackson e ho avuto l’onore di giocare contro Milton Jones e Montanana a Praga e sono due grandissime giocatrici!

5) Qualche giorno fa hai scritto su Facebook di un tuo viaggio negli states, sirene NCAA o WNBA?
Sirene estive più che altro, purtroppo il mio treno dell’NCAA è già passato perche avevo già firmato un contratto professionista e la WNBA è un sogno! Io lavoro ogni giorno per diventare il meglio che posso, se questo significa Wnba o no sarò comunque contenta di fare ogni giorno tutto il possibile

6) Stai seguendo la March Madness NCAA? Qual’è la tua candidata alla vittoria? Giocatore che più ti ha stuzzicato?
Seguo l’ NCAA e il mio bracket è andato a farsi benedire al primo turno! Non ti saprei dire, Syracuse anche senza Fab Melo sta avendo una reazione di orgoglio,ma dopo l’ uscita di Duke può succedere proprio di tutto!

7) Arriviamo all’NBA, la stagione è alle sua ultime 20-30 partite, chi vedi favorita per il titolo?
Con la stagione così corta e intensa è un terno al lotto, dipenderà molto dagli infortuni, credo che le squadre più giovani possano avere una marcia in più! Azzardo finale Thunder-Heat ma non ci azzecco mai

8) Kobe Bryant è sempre uno dei migliori giocatori della lega ma Kevin Durant e LBJ incalzano, chi può lasciare il segno più grande in NBA?
Sono una grandissima tifosa di Kobe! LBJ è fortissimo ma mi sembra che gli manchi un po’ il killer instict che ha fatto grandi Kobe o MJ! Durant è un talento straordinario e spero di vederlo in finale quest’ anno!

9) Da poco più di un mese sei in A2 a Ragusa dove ritroverai il coach dei tempi di Bologna, quanto ha influito nella tua decisione?
Ho scelto Ragusa anche perchè conosco Savini, mi ha detto che si lavorava bene e molto e in tranquillità e per me sono cose fondamentali .Inoltre allenarsi tutti i giorni con giocatrici come Machanguana è uno spettacolo, grande donna e professionista, è una possibilità unica per me!

10) Veniamo al tuo gioco, quali aspetti senti di dover migliorare o comunque lavorarci di più?
Sento di dover migliorare in tutto, quando sentirò di non doverlo più fare probabilmente smetterò! Mi piace l’ idea di migliorare ogni giorno, spingersi sempre un po’ più in la!

11) Prospettive per il futuro?
Per adesso cerchiamo di fare bene qui a Ragusa perchè ho e abbiamo tutte le carte in regola per fare bene, poi chi lo sa.

Intervista realizzata da Stefano Bei

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste