Bryant loda Sessions e vuole vincere l’anello!

La stella dei Lakers si è lasciata andare congratulandosi con la dirigenza e incitando i suoi a credere nel titolo.

I Los Angeles Lakers, malgrado le difficoltà dentro e fuori dal campo, stanno disputando una distinta stagione trovandosi solo alle spalle degli scatenati Oklahoma City Thunder  e delle vecchie volpi dei San Antonio Spurs nella Western Confernece; recentemente i giallo-viola hanno espugnato per la seconda volta in stagione l’American Airlines Center di Dallas e Kobe Bryant (33 anni), nel post-partita, si è scatenato pompando al massimo i suoi e difendendo un amico.

Prima di tutto ha criticato l’atteggiamento dei tifosi dei Mavs che hanno contestato a,oblungo Lamar Odom (32 anni): “Non capiscono cosa lui è in grado di fare, non è facile per lui inserirsi in una squadra che aveva dei meccanismi ben delineati, trovo molto stupido contestarlo”.

Poi ha speso belle parole sul neo-arrivato Ramon Sessions (24 anni), definendolo un ottimo innesto: “Sono entusiata di averlo in squadra con me, mi toglie molta pressione e mi consente di giocare davvero come una SG” specificando: “È un playmaker vero e proprio, prende le sue responsabilità e mette in ritmo tutti, ruolo che prima spettava a me, adesso invece posso dedicarmi solo al mio ruolo, prendere la palla e tirare”.

L’arrivo di Sessions è stato progettato per molto tempo dalla sgangherata dirigenza Lakers, ovvero il tanto criticato duo Buss Jr.-Kupchack, ma Kobe ha voluto lodarli per il lavoro svolto e chiarire il loro rapporto: “Ho un ottimo rapporto con Jimmy e Mitch, a volte usciamo a cena, parliamo spesso, le persone sbagliano a pensare che eni Lakers non ci sia comunicazione tra noi e loro” aggiungendo sul Buss Jr.: “È un bravo ragazzo e vuole fare la cosa giusta per aiutarci a vincere il titolo. La cosa più importante, che è stato lo stesso con suo padre dal quale sta imparando molto, non pende scelte avventate ma si prende sempre il suo tempo per fare la cosa giusta”.

Infine il “Black Mamba” lancia la sua sfida: “Non ho mia capito perché sin dall’inizio della stagione non siamo stati considerati come una squadra contendente” aggiungendo: “Ci sono io ok, c’è Andrew (Bynum, ndr) e abbiamo ancora Pau (Gasol, ndr), ditemi un’altra squadra che può vantare questi 3 giocatori? Inoltre abbiamo dei fighter come Barnes e Metta World Peace che vorrei sempre avere con me” concludendo con l’orgoglio che lo distingue da tutti gli altri: “Forse ci sono 2 squadre che possono impensierirci, noi possiamo vincere il titolo quest’anno, abbiamo le carte in regola”.

SHORT NEWS: MIAMI PUNTA ALLEN, STAGIONE FINITA PER RUDY!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B