Colpo Pacers, Lawson spezza i Bulls, che Melo!

Indiana sorprende Miami, Nuggets corsari allo United Center, vendetta di CP3, Houston vince con le riserve, bene Celtics e NY con super Anthony.

 

 

 

Toronto Raptors – Orlando Magic 101-117
TOR: J.Johnson 13, Forbes 21, Calderon 9 (11 ass), Kleiza 18
ORL: Anderson 28, Howard 23 (10 rimb), Nelson 18, Davis 13, Redick 12

Italian Job: Bargnani 8 pt (3/10, 0/1l 2/2), 3 rib (1 off), 1 persa

Ryan Anderson spara 8/13 da 3, Dwight Howard domina l’area e per Magic arriva un comodo successo in Canada; dopo appena 3′ di gioco il punteggio sul tabellone luminoso diceva 0-10 Orlando, a 5′ dalla fine del 1° quarto gli ospiti si spingevano addirittura sul +16 (8-24), partita mai iniziata per Toronto.

Washington Wizards – Detroit Pistons 77-79
WAS: Seraphin 12, Cawford 20, Wall 14
DET: Prince 18, Monroe 10 (10 rimb), Stuckey 24, Jerebko 9 (12 rimb)

Rodney Stuckey si traveste da eroe e salva i Pistons nella capitale sul fil di sirena; a 5″ dal termine il rientrane Nene segnava la parità sul 77-77 ma il PG di Detroit è riuscito in un lampo a trovare il jumper della vittoria lasciando solo 2 decimi di secondo sul cronometro.

Stuckey castiga i Wizards
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=zOnADgTpgSg]

Charlotte Bobcats – Boston Celtics 95-102
CHA: Henderson 21, Mullens 18, Brown 16
BOS: Pierce 36 (10 rimb), Bass 15, Garnett 24, Bradley 11, Rondo 7 (13 ass)

Ancora senza Ray Allen ma ancora senza problemi i Celtics trovano la W vincendo a casa dei poveri Bobcats; dopo un primo tempo molto equilibrato (50-52), i verdi scappano via nei primi 3′ del 3° piazzando un parziale di 13-4 tutto firmato dal duo Pierce-Bradley, +11 (65-54) a 8′ dalla sirena della frazione e partita di fatto segnata.

Indiana Pacers – Miami Heat 105-90
IND: Granger 25m West 10 (12 rimb), Hibbert 11, George 16, Collison 20, Barbosa 14
MIA: James 24, Bosh 14, Wade 24, Chalmers 13

Gli Indiana Pacers si tolgono la soddisfazione di vincere l’ultima partiate della serie stagionale (3-1 Miami) contro i Miami Heat che hanno avuto LeBron James da 9/21 dal campo; più di una volta i Pacers hanno provato l’allungo ma si son sempre fatti riagganciare dal duo Wade-James però, a 5’57” dalla fine del 3° sul +3 locale, il duo Granger-Collison ha confezionato 10 punti spingendo la loro squadra sul +12 (75-63) e poi sul +13 grazie alla tripla di Barbosa a 43″ dalla fine. Miami non riuscirà stavolta a rimontare lo svantaggio.

New Jersey Nets – Utah Jazz 84-105
NJN: Wallace 14, Humphries 2 (10 rimb), Brooks 10, Williams 17 (11 ass), Green 20, Williams 13
UTA: Miles 10, Millsap 24 (23 rimb), Harris 9 (11 ass)

Importante vittoria in trasferta per gli Utah Jazz che raggiungono a pari record (23-17) i Rockets e i Nuggets nella corsa ai Playoffs (rispettivamente 7^, 8^ e 9^); i Nets inseguono per gran parte del match, quando riescono ad arrivare a contatto sul -3 (69-72) dopo 60″ del 4°, gli ospiti rispondono prepotentemente con un 18-4 che ridà la doppia cifra di vantaggio (73-90) a 5’46” dalla fine del match.

New York Knicks – Milwaukee Bucks 89-80
NYK: Anthony 28 (12 rimb), Chandler 13, Davis 13, Shumpert 11, Smith 9 (10 rimb)
MIL: Jennings 15, Dunleavy 26

Senza Amar’e Stoudemire (schiena e a tempo indefinito) e Jeremy Lin, Carmelo Anthony torna a fare Carmelo Anthony trascinando i Knicks ad una cruciale W in chiave Playoffs, battuti i diretti rivali all’8° posto; nel secondo tempo i Bucks si sciolgono letteralmente (42-28 il parziale del 3°+4° quarto) e New York riesce a trovare la fuga col tiro pesante, saranno infatti le triple di Shumper prima per il +7 (75-68) e poi quella di J.R per il +10 (84-74) a sancire la W casalinga. Malissimo il duo Ellis Jennings (2/14 e 6/22).

Chicago Bulls – Denver Nuggets 91-108
CHI: Boozer 14, Watson 17, Korver 14, Lucas 14
DEN: McGee 10, Afflao 22, Lawson 27, Harrington 17, Miller 12

Italian Job: Gallinari DNP

Stavolta John Lucas e C.J Watson non possono salvare i Bulls dalle accelerazioni di Ty Lawson, i Nuggets espugnano lo United Center e restano in cosa per un posto nei Playoffs; l’inizio del 3° quarto è stato determinante anche a Chicago, i padroni di casa hanno sbagliato le loro prime 4 conclusioni dal campo subendo un break di 10-0, 52-64 dopo appena 3′ e partita poi amministrata dagli uomini di Karl.

Houston Rockets – Sacramento Kings 113-106 OT
HOU: Parsons 16, Scola 18 (14 rimb), Lee 16, Dragic 14 (10 rimb), Boykins 10, Budinger 11, Patterson 24
SAC: Evans 12, Cousins 38 (14 rimb), Thronton 27, Williams 10

Non basta il career-high di DeMarcus Cousins ai Kings per vincere nel Texas, Houston con la panchina riesce a scamparla; Patterson porta tutti al supplementare con un jumper a 8″ (99-99), ultimo tiro per Marcus Thornton ma niente da fare. Nell’overtime i Rockets partono forte con un 8-3 che da il +5 (107-102) a 1’44” dalla fine, Sacramento comincerà a tirare a salve con i soliti aiutando la causa degli avversari. La panchina di McHale ha chiuso con 47 punti contro i soli 13 di quella dei Kings.

Los Angeles Clippers – New Orleans Hornets 97-85
LAC: Griffin 20, Paul 25 (10 ass), Young 17
NOH: Johndon 11, Landry 14 (10 rimb), Aminu 15

Italian Job: Belinelli 7 pt (2/3, 1/5 da 3), 1 persa

Chris Paul si prende la sua rivincita e batte la sua ex squadra firmando a referto una doppia-doppia da 25 punti e 10 assist; vittoria arrivata con un gran finale di primo tempo, avanti di 5 (37-32) i Clips hanno piazzato un 12-4 che li ah spinti sul +13 (49-36) a 2’15” dal riposo.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B