Look Around: Eastern Conference (Marzo)

Mancano una quindicina di partite alla fine della Regular Season ed eccoci qui a dare l’ultima “occhiata” ai nostri pronostici pre stagionali.

 

 

 

1) Miami Heat (37-13): secondi ad Est a tre partite di distanza dai leader Bulls ma non stanno dando l’idea di aver messo la freccia per il sorpasso. Meno convincenti in trasferta rispetto alla scorsa stagione, cercavano un lungo di peso è arrivato Turiaf, permangono i problemi alla voce point guard, anche se una squadra che ha Lebron, Wade e Bosh dovrebbe arrivare in fondo lo stesso….o no????

2) Chicago Bulls (42-12): primissimi nella conference e la riconferma al vertice a distanza di anno non sembrerebbe essere un problema. La squadra dimostra di essere probabilmente la meglio allenata della lega e la sua difesa la migliore del lotto. Certo l’inguine dolente di Rose non lascia tranquilli i tifosi di “windy city”…

3) New York Knicks (27-26): sui Knicks ci sarebbe da spendere ben più di tre righe. Intanto il licenziamento di D’Antoni dopo un inizio di marzo disastroso e l’arrivo di Woodson ha prodotto un periodo positivo per cui sono attualmente ottavi abbastanza tranquillamente. Anche se scrivere la parola tranquillamente e associarla ai Knicks è un rischio che non si vuole mai correre e adesso si è rotto anche il “fenomenale” Jeremy Lin…

4) Boston Celtics (29-22): mai sottovalutare i verdi del Massachussets e questo lo abbiamo già scritto svariate volte. Squadra in rimonta che approfittando dei passi falsi delle dirette concorrenti si sono issati al quarto posto della Conference e alzi la mano chi li vorrebbe affrontare nella post season. Una domanda ci perseguita, che gli iellatori di Portland si siano trasferiti in massa a Boston???…..

5) Orlando Magic (32-20): la telenovela Howard si è chiusa con un altra “decision” che ha guadagnato prontamente il secondo posto tra le situazioni più patetiche della lega dopo l’originale. In compenso la stagione dei Magic è un’altalena di alti e bassi che li colloca per ora al terzo posto ad Est, anche se Orlando sembra essere li quasi per caso e non sembrerebbe avere molte armi per dei play off di grande livello

6) Indiana Pacers (30-21): quinti ad Est, una delle squadre sorpresa della stagione con un entusiasmo e una grinta che potrebbe dare quella marcia in più sia per finire la Regular Season che per la post season.

7) Atlanta Hawks (31-23): gli Hawks sono sesti nelle Eastern Conference non hanno perso nessuno nel mercato di marzo, come tanti bene informati avevano pronosticato, ed il duo Johnson-Smith sembra essere in forma come mai nelle scorse stagioni. Altra squadra che in pochi vorrebbero affrontare nei play off.

8) Philadelphia 76ers (29-23): squadra in calo nell’ultimo periodo, nelle ultime dieci un 4 vinte 6 perse che parla chiaro. Paga un roster un po corto e una discontinuità della coppia Iguodala-Brand che si spera sia solo temporaneo. Da sottolineare l’incredibile stagione di Lou Williams per noi sesto uomo dell’anno.

La Sorpresa
Milwaukee Bucks (24-28): in lotta per l’ottavo posto anche se i Knicks sembrano molto avvantaggiati, l’arrivo di Monta Ellis sembrava poter essere quell’addizione che mancava ma alcune battute a vuoto ne hanno compromesso il record ma mai sottovalutare le capacità New Yorkesi del complicarsi la vita. Ad Est spendiamo due parole solo per i Bobcats ultimissimi nella lega la cui unica speranza per il futuro sembra essere la possibilità che il loro fenomenale proprietario li ceda….sarebbe un bel colpo!!!

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70

Nickname: Doc.Abbati