Woodson cerca l’impresa: educare J.R Smith!

Il coach dei Knicks vuol provare nell’impresa non riuscita ai suoi colleghi in precedenza, placare la furia del J.R!

Nella rocambolesca rimonta subita lunedì dai New York Knicks ad Indianapoli, tra le noti dolenti, c’è stata anche l’espulsione di J.R Smith (26 anni), l’ex Nuggets ha commesso un fallo antisportivo di tipo “Flagran 2” (poi revisionato in flagrant 1 oggi, ndr) a 10″ dalla fine facendo su Leandro Barbosa scuotere la testa a tutto l’ambiente Knicks, specie a coach Mike Woodson.

È risaputo che J.R non è un giocatore gestibile chiedere a coach Byron Scott agli Hornets prima e poi George Karl a Denver dopo,  Mike D’Antoni si potrebbe definire un privilegiato visto che potava vantare la fiducia e il rispetto del giocatore mentre coach Woodson vuole provare dove i suoi colleghi hanno fallito: trasformare Smith un vero professionista.
Stanotte NY andrà a far visita agli Orlando Magic, queste sono state le parole di coach Woodson sul suo 6° uomo: “Si deve dare una calmata, non posso permettermi di avere un giocatore che ha un redimenti come se fosse su delle montagne russe” aggiungendo: “È un ragazzo di grande talento, può uscire dalla panchina e cambiare una partita su entrambi fronti di gioco, ma non può giocarmi così una sera e non quella dopo”.

Smith, col cambio di decisione, ha evitato la squalifica e ha dichiarato che proverà a strade più calmo: “Devo cercare di canalizzare meglio le mie energie durante la partita, sia che vinciamo o perdiamo devo tenere la calma, è uno degli aspetti sui quali parlo di più col coach”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B