Van Gundy-Howard, lui sa ma stella smentisce!

Il coach ammette che la sua stella gli rema contro ma Howard smentisce ai media con un siparietto durante l’intervista.

Come se non fosse bastata una telenovela sul suo futuro, Dwight Howard (26 anni) torna a far parlare di se e, ancora una volta, non per quello che combina in campo.

Nei giorni scorsi vi avevamo parlato di come il futuro di coach Stan Van Gundy sulla panchina dei Magic fosse a rischio e che questo rischio era stato procurato dalle pressioni di Howard alla dirigenza; prima del match di stanotte contro i Knicks i due hanno voluto parlare con i media e il coach non ha esitato, alla domanda se fosse vero o se sapeva che Howard gli remasse contro ha risposto così: “Si, lo so” aggiungendo: “Non è la prima stagione che affronto così, ma non mi da fastidio, io esco ogni sera e faccio il mio lavoro” inoltre Van Gundy, a microfoni spenti, ha detto che è dall’estate del 2011 che “Superman” spinge per il suo esonero”.

Logicamente Howard dopo esser stato nominato “Mr.Loyalty” non poteva di certo passare come la “pecora nera” o il “cattivo” di turno e, mentre il suo coach parlava della partita contro NY, si è unito a lui abbracciandolo (siparietto al quanto imbarazzante) chiedendo quale fosse il piano partita, risposta del Van Gundy: “Fermare Carmelo Anthony” poi Howard ha sorriso ripetendo le parole del coach e aggiungendo: “Sono un giocatore dei Magic, non il GM o il proprietario, io non prendo decisioni del genere” e poi manda un messaggio ai giornalisti: “Quindi dovete smettere di scrivere queste cose ogni settimana cercando di creare qualcosa anche perché nulla è vero”.

Ecco a voi il video del siparietto
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=y08gvGpGCwA]

LE PARTITE DELLA NOTTE (5/3/12)

ROOKIE RACE (5/3/12)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B