Millsap ferma gli Spurs, Memphis mira i Clippers!

I Jazz stoppano la marcia degli Spurs, Gay & Mayo battono i Clippers, Lakers corsari senza Kobe, botta-rospista Denver-Phoenix.

 

 

 

 

Charlotte Bobcats – Washington Wizards 85-113
CHA: Henderson 12, Walker 16, Maggette 23
WAS: Vesely 11 (11 rimb), Seraphin 10, Crawford 20, Singleton 18, Mack 11, Martin 19, Mason 17

Tra le peggiori della classe sono i Washington Wizards ad avere la meglio sui Charlotte Bobcats; a decidere la partita è stato un break di 10-2 nel primo quarto che ha spinto i capitolini vanti 22-12 dopo che i Bobcats avevano rimontato dallo 0-8 iniziale.

Orlando Magic – Detroit Pistons 119-89
ORL: J.Richardson 22, Anderson 14, Davis 16 (16 rimb), Redick 20, Nelson 18
DET: Prince 21, Gordon 11, Villanueva 10

Prima vittoria senza Dwight Howard per i Magic che trovano nel suo migliore amico, Glen Davis, il go-to-guy per battere i Pistons; ospiti avanti 10-12 nel 1° poi Clark stoppa Monroe e da li parte un mega parziale di 42-18 in 14′ che segna la partita sul +22 (52-30) Magic a 5’37” dall’intervallo.

Indiana Pacers – Toronto Raptors 103-98
IND: Granger 18, George 15, Hill 18, Barbosa 14
TOR: Anderson 17, A.Johnson 16, DeRozan 10, Davis 11 (10 rimb), Kleiza 18

Italian Job: Bargnani DNP

Vittoria sofferta per Indiana contro Toronto (priva di Bargnani); Pacers al comando negli ultimi minuti ma i Raptors sono attaccati e 2 liberi di Kleiza firmano il -5 (95-90) a 54″, a salvare coach Vogel ci pensa l’ex Spurs George Hill, sua la tripla del +8 a 33″ che i fatto decide l’incontro.

Milwaukee Bucks – Oklahoma City Thunder 89-109
MIL: Ilyasova 18, Gooden 14, Jennings 13
OKC: Durant 19, Ibaka 13, Sefolosha 14, Westbrook 26, Harden 16

Pesante per la corsa ai Playoffs ma non clamoroso il K.O interno dei Bucks contro i Thunder di Russell Westbrook; a 4’10” dalla fine del 3° i Bucks arrivano sul -10 (66-76) con una tripla di Ilyasova ma poi Skiles e Jennings si beccheranno un tecnico a testa e gli ospiti geleranno la partita con un 11-0 per il +21 (66-87) a 38″ dalla sirena della frazione.

Memphis Grizzlies – Los Angeles Clippers 94-85
MEM: Gay 16, Speights 12, Gasol 18, Conley 13, Mayo 13, Randolph 10
LAC: Griffin 19, Jordan 14 (14 rimb), Foye 11, Paul 21, Bledsoe 11

I Memphis Grizzlies mandano 6 uomini a referto in doppia-cifra e con la vittoria di stanotte si portano a sole 0.5 gare di distanza dal 4° posto occupato proprio dai Clippers; con un perentorio 9-0 L.A si porta sotto sul 86-83 a 55″ dalla conclusione, risponde Rudy gay con una schiacciata e con due liberi arrivati dopo una sanguinosa persa di Chris Paul, +7 a 30″ e game over per i Clips.

New Orleans Hornets – Los Angeles Lakers 91-93
NOH: Kaman 16, Belinelli 20, Vasquez 18, Landry 20 (11 rimb)
LAL: Gasol 25, Bynum 18 (11 rimb), Sessions 17

Italian Job: Belinelli 20 pt (3/8, 4/7, 2/2), 2 rimb, 2 ass, 2 rec

Marco Belinelli torna nel quintetto base (Gordon OUT per schiena), segna 20 punti ma gli Hornets cedono di misura di fronte a Pau Gasol e ai Lakers (senza Bryant); a segnare il match però è stata una tripla scoccata da Ramon Sessions a 26″ dalla conclusione che ha dato il +6 (86-92), Vasquez risponde per le rime con un’altra tripla, Gasol fa 1/2 dalla lunetta ma è sufficiente per cogliere il successo finale.

Minnesota Timberwolves – Phoenix Suns 90-114
MIN: Love 25 (13 rimb), Pekovic 11, Barea 16, Beasley 12, Williams 10
PHX: Brown 17, Nash 14, Morris 21, Redd 13, Telfair 14

I Suns non mollano nella corsa all’8° posto e piazzano un’importante W in trasferta sul campo dei T-Wolves, rei però di un 32/83 dal campo contro il 47/82 dei rivali; con due super parziale (21-9) nel 1° quarto e (21-4) nel 3° gli uomini di Gentry hanno costruito la vittoria, con il secondo break il vantaggio ha toccato i 22 punti di vantaggio sul 55-77 a 4’18” dalla fine, ottimi il rookie Markif Morris e Michael Redd (34 punti in due uscendo dalla panchina).

Denver Nuggets – Golden State Warriors 123-84
DEN: Gallinari 15, Faried 27 (17 rimb), Afflalo 15, Lawson 10, Harrington 10, McGee 13, Brewer 13
GSW: Lee 10, Thompson 17, Robinson 16

Italian Job: Gallinari 15 pt (2/5, 2/5, 5/6), 5 rimn, 6 ass, 2 perse, 1 stop

Ritorno scintillante per il Gallo che aiuta i suoi Nuggets ad asfaltare i Warriors, rimanendo in corsa con i Suns per l’8° posto ad Ovest; partita finita dopo i primi 12′ con i padroni di casa avanti 37-13, di quei 37 11 portano la firma di uno scatenato Faried e 8 proprio del #8 di coach Karl.

Utah Jazz – San Antonio Spurs 91-84
UTA: Millsap 18 (10 rimb), Jefferson 12 (10 rimb), Hayward 16, Harris 25
SAS: Blair 13, neal 14, Bonner 10, Splitter 14

Greg Popovich mette a riposo Duncan, Ginobili e Parker e gli Spurs non strappano il 12° referto orsa consecutivo, a fermare la loro corsa sono stati i Jazz di Paul Millsap; proprio l’ala grande ha messo una seria ipoteca sul match con un 6-0 tutto con in mezzo una schiacciata in tap-in (vedi nella PIC OF THE NIGHT) a 43″ per il +8 Jazz (90-82).

Portland Trail Blazers – Houston Rockets 89-94
POR: Crawford 18, Aldridge 20, Felton 14, Hickson 12 (10 rimb)
HOU: Scola 12, Camby 9 (11 rimb), Dragic 22, Budinger 15, Lowry 13

Infine gli Houston Rockets passano al Rose Garden di Portland con il solito Goran Dragic protagonista; a 10′ dal termine Aldridge riporta i suoi sotto di 5 (70-75) però Scola e Budinger annichiliscono i padroni di casa con un 11-3 per il +13 (73-86) a 7′ dalla direna.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B