Williams, il dopo Paul e le lodi a Belinelli!

Il coach degli Hornets parla della stagione, della squadra ed elogia il nostro portacolori. Inevitabile commento su CP3!

Senza dubbio le partenze di David West (31 anni) e soprattutto di Chris Paul (26 anni) ad inizio stagione hanno condizionato l’andamento dei New Orleans Hornets, per non contare poi del brutto infortunio che li ha privati di Eric Gordon (24 anni), ma coach Monty Williams è orgoglioso dei suoi e del lavoro che svolgono ogni giorno.

A SI.com l’allenatore non si è soffermato sull’addio del suo ex PG ma ha voluto lodare l’impegno dei suoi giocatori: “Considerato tutto il caos e gli infortuni di questa stagione, sono sempre impressionato dal modo in cui la squadra gioca. È vero non abbiamo avuto il talento che c’era l’anno scorso, ma da una parte è stato bene perché la squadra ha giocato come tale in attacco e ha difeso duramente” però un commento sul post-partenza CP3 c’è stato: “Ho pregato prima dell’inizio della stagione, ho visto la nostra squadra e ho pregato perché essa potesse combattere ogni notte. Sapevo che i nostri tifosi eranoo sconvolti dopo l’addio di Chris Paul, ma penso che con ragazzi come Jason Smith, Marco Belinelli e Jarrett Jack sia stato più facile”.

L’intervistatore punzecchia il coach provocandolo sul fatto che i tifosi si aspettavano altri eroi, ma Williams risponde premiando i miglioramenti e il duro lavoro dell’ex Warriors: “Belinelli è un mostro! Un vero mostro, lui impersonifica quello che io voglio che la squadra sia” aggiungendo: “Non si lamenta mai, lavora sodo, lui e Jason (Smith, ndr) sono stati due belle sorprese”.

Infine l’ex giocatore degli Spurs lancia una frecciatina indiretta a David Stern in merito al famoso stop alla trade che avrebbe portato Paul ai Lakers, anche se non lo ammette Williams avrebbe gradito di più quella trade che avrebbe portato Lamar Odom (32 anni), Kevin Martin (29 anni) e Luis Scola (31 anni) in Lousiana.

LE PARTITE DELLA NOTTE (17/4/12)

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B