Miami-Chicago 2-2, Phoenix torna a sognare!

Miami con James& Wade batte Chicago ancora senza Rose, Milwaukee e Houston dicono addio ai Playoffs mentre Phoenix torna in piena corsa.

 

 

 

Indiana Pacers – Milwaukee Bucks 118-109
IND: Granger 29, West 21 (14 rimb), Hibbert 12, George 14, Hill 22, Barbosa 10
MIL: Mbah a Moute 16 (11 rimb), Gooden 15, Ellis 12, Jennings 27, Dunleavy 23

Con la vittoria di stanotte gli Indiana Pacers consolidano definitivamente il loro 3° posto ad Est e condannano allo stesso tempo i Milwaukee Bucks; dpo una partenza fuoco (10-19 dopo 7′) Indiana si spegne sbagliando 13 tiri consecutivi subendo il sorpasso dei Bucks sul 34-40. La reazione però è immediata e ad inizio 3° periodo a riva il parziale (10-2) che da il +14 (66-52) che affossa gli ospiti.

Detroit Pistons – Minnesota Timberwolves 80-91
DET: Prince 18, Villanueva 6 (12 rimb), Bynum 17, Gordon 14
MIN: Randolph 15 (10 rimb), Pekovic 23, Barea 13 (12 ass), Williams 11, Beasley 13

Tornano a vincere i T-Wolves e lo fanno al Palace di Detroit dove i Pistons hanno pagato la stanchezza delle 4 partite in 5 giorni; sotto di 6 (15-21) Detroit ha sbagliato 19 dei 20 tiri presi con 5 perse, a 4′ dall’intervallo il vantaggio ospite era passato a +15 (21-36).

Miami Heat – Chicago Bulls 83-72
MIA: James 27, Wade 18, Chalmers 16
CHI: Deng 11, Boozer 10, Noah 15 (10 rimb), Lucas 16

Nel loro ultimo scontro diretto stagione i Miami Heat (con Wade ma senza Bosh) battono i Bulls (privi di Rose) grazie alla doppia-doppia di LeBron James; chiave della della partita la difesa casalinga, nel primo quarto Chicago ha tirato 10/14 campo e nei restanti tre quarti ha totalizzato 15/56! Il break spezza gambe è arrivato nell’ultima frazione, avanti di 3 (68-65) a 9′ dalla conclusione Wade e Battier piazzano un 7-0 chiuso con la tripla dell’ex Duke per il +10 (75-65) a 6′.

New Orleans Hornets – Houston Rockets 105-99 OT
NOH: Aminu 17, Gordon 27, Landry 20 (10 rimb), Ayon 9 (10 rimb), Belinelli 13
HOU: Scola 11, amby 14, Lee 15, Dragic 23, Budinger 22

Italian Job: Belinelli 13 pt (1/3, 3/7, 2/2), 2 rimb, 1 ass

Anche gli Houston Rockets, dopo un supplementare, devono dire ormai addio alla post-season, Gordon ne fa 27 e la doppia-doppia di un ritrovato Landry sdanno la W a New Orleans; i Rockets hanno da che mangiarsi le mani, a 15″ dal termine Courtney Lee va in lunetta sulla’87-86 locale, Lee mette il primo ma sbaglia il secondo! Ultimo tiro per Gordon ma niente buzzer-beater. L’overtime lo domina Landry, segna i primi 5 punti del 9-0 che darà il +7 (96-89) a 1’32” dalla fine.

Phoenix Suns – Los Angeles Clippers 93-90
PHX: Dudley 18, Frye 16, Gortat 14, Nash 13, Telfair 13
LAC: Butler 17, Griffin 16 (11 rimb), Foye 11, Paul 19 (10 ass)

I Suns invece tornano a crederci fortemente all’ultimo posto ad Ovest, vittoria di misura sui Clippers e aggancio a pari record (33-30) con i Jazz; a decidere il match è stata la freddezza dalla lunetta di Nash e Frye negli ultimi 25″ ma soprattutto la stoppata di Sebastian Telfair ai danni di Chris Paul a 7″ sul +1 Suns (91-90), dopo il gesto del cuginetto di Marbury Mo Williams ha avuto la palla del sorpasso da 3, ma il suo tiro si è spento dal ferro consentendo a Frye di chiudere i giochi.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B