Utah vede i playoffs, Miami e Wade K.O!

I Jazz battono i Magic e la sconfitta dei Suns li lancia ai Playoffs, Denver c’è, Miami perde di misura e Wade si infortuna. Ok Rose.

 

 

 

Phoenix Suns – Denver Nuggets 107-118
PHX: Gortat 18 (11 rimb), Brown 28, Telfair 15
DEN: Gallinari 13, Faried 18, Afflao 19, Lawson 29 (10 rimb) McGee 11, Brewer 10

Italian Job: Gallinari 13 pt (4/10, 1/3, 2/2), 2 rimb, 4 ass, 1 palla rec, 2 stp

Sconfitta pesantissima per i ragazzi di Nash & co. in chiave post-season. I Suns, infatti, si trovano ora appaiati con i Rockets a 1.0 partite di distanza dall’ottavo posto, occupato dai Jazz. Il match però, non è mai stato in ballo, i Nuggets trovano il +21 a 3′ dalla fine del terzo quarto, gap che si porterà massimo a -10 da parte di Phoenix con Nash che passa Oscar Robertson nella classifica degli assist (DAILY VIDEO) ma che non ha inciso, bene dall’altra parte Lawson a segno con 29 punti e 10 rimbalzi.

Indiana Pacers – Philadelphia 76ers 106-109 OT
IND: West 32 (12 rimb), Hibbert 11, George 16, Hill 10, Hansbrough 17, Granger 4 (11 rimb)
PHI: Iguodala 16, Brand 20, Holiday 17, Williams 19, Young 15

Si ferma a 7 W consecutive la striscia degli Indiana Pacers, superati agli overtime, tra le mura di casa dagli ormai stabili ottavi Philadelphia 76ers. Le due squadre viaggiano a braccetto per tutta la partita, ed entrambe a 36” dalla fine, hanno un possesso a testa per chiudere, ma ne’ Holiday ne’ Brand riecono a sfruttare l’occasione. Overtime decisi dall’errore da 3 di George Hill a 18”dal termine, sul 107-106 per phila, partita poi chiusa dal jumper di Holiday a 15’dalla fine. Inutile nel complesso la super prestazione di West (32 punti+12 rimb).

Miami Heat – Washington Wizards 84-86
MIA: Haslem 6 (15 rimb), Pittman 12, Chalmers 16, Miller 16 (10 ass)
Was: Seraphin 17, Wall 13 (13 ass), Martin 22, Nene 11

Incredibile vittoria dei Washington Wizards, che compiono probabilmente uno dei successi più inaspettati dell’anno, superando i Miami Heat (con Lebron e Bosh in borghese e Wade  fuori dopo 2 minuti causa infortunio all’indice della mano sinistra). Partita equilibrata, nella quale i Wizards hanno principalmente dato il meglio nel primo tempo, poi l’equilibrio spezzato con il layup della vittoria da Nene a 0.6” dalla sirena. Heat che con questa sconfitta salutano definitivamente le ultime speranze di ottenere il primato a est.

Wall & Nene battono Miami
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=XNv3H_QGrd4]

Chicago Bulls – Dallas Mavericks 93-83
CHI: Deng 22, Boozer 12 (10 rimb), Hamilton 19, Rose 11, Korver 11
DAL: Nowitzki 17, West 13, Beaubois 13, Carter 15

Nel match della notte, vittoria e primato per i Bulls, che battono i Mavericks di Nowitzki dopo una partita lottata solo nel primo tempo. Infatti, a 4′ dalla fine del terzo quarto i Dallas, dopo essere stati sempre indietro, con un jumper del loro leader trovano in +1. Poi, Rose e Deng prendono la squadra in mano e infilano un decisivo break di 10-0 che porterà il 66-56 finale. Il vantaggio dei Bulls rimarrà poi inalterato fino alla fine della partita.

Memphis Grizzlies – Portland Trial Blazzers 93-89
MEM: Gay 21, Spieghts 13 (11 rimb), Gasol 12, Mayo 14, Cunnigham 12
POR: Babbit 10, Hickson 23 (10 rimb), Matthews 16, Crawford 21

Quarta vittoria consecutiva per i Grizzlies di Rudy Gay, che superano in un match tiratissimo di Blazzers di Hickson (23 punti + 10 rimbalzi). Nel primo tempo la squadra di casa fissa il +11 e poco dopo il +15, poi il blackout e Portland che a 20” dalla fine si porta a -3. a 9” dalla fine Matthews ha la tripla della vittoria, stoppata però prontamente da Rudy Gay.

Gay salva i Grizzlies
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=NIeigrnMVVU]

Houston Rockets – GOlden State Warriors 99-96
HOU: Scola 13, Lee 20, Dragic 18, Patterson 10, Budinger 11
GSW: Thompson 24, Jenkins 16, Rush 19

Vittoria importantissima per i Rockets che rimangono quindi, ancora appesi ad un filo di speranza per andare a giocare la post-season. Come già detto, la squadra di Scola&co. è appaiata con i Suns a 1.0 partita di distanza dall’ottavo posto. Match strano, comunque quello giocatosi. I rockets dominano il primo quarto ottenendo il +11, ma inconbono nella rimonta dei Warriors, trascinati da un ispirato Thompson. A 9′ dalla fine poi, Dragic trova la tripla del +10, ma ancora una volta i Rockets subiscono la rimonta. Warriors allora che si fanno sotto a 9” dalla fine sul 96-97. Il layup di Patterson chiude definitivamente i conti.

Milwaukee Bucks – New Jersey Nets 106-95
MIL: Ilyasova 17 (17 rimb), Gooden 16, Ellis 12, Jennings 30, Livingston 12
NJN: Wallace 18 (11 rimb), Humpries 12, Brooks 17, Galines 11

Passano senza problemi a New Jersey, i Bucks di Jennings (30 punti stanotte), che aiutati da un Ilyasova determinante in difesa (17 rimbalzi e 3 stoppate). Il match nell’ultimo quarto si complica, grazie alla rimonta firmata Wallace, dopo un primo tempo dominato dai Bucks. a 4” dalla fine questi trovano infatti il -1. Poi Jennings si sveglia e piazza due triple di fila e porta il 102-93 decisivo a 2′ dalla fine.

Utah Jazz – Orlando Magic 117-107 OT
UTA: Millsap 18, Jefferson 21 (10 rimb), Hayward 12, Harris 21, Favors 16 (11 rimb)
ORL: Richardson 21, Anderson 21, Davis 17 (13 rimb), Redick 15, Nelson 23

Una delle vittorie più importanti dell’anno per i Jazz, che si assicurano, almeno per ora l’ottavo posto a ovest, che dovranno però difendere con le unghie e i denti, splendida la vittoria ai danni dei Magic, maturata ai supplementari. I Magic, sono i primi ad ottenere un gap di vantaggio nel primo e nel terzo quarto, detronizzato però subito dalla squadra di Millsap e Favors. Le due squadre nell’ultimo quarto viaggiano a insieme. Magic avanti 101-99, arriva prima il fallo in attacco dei Jazz, ma poi il tap-in del pareggio a 21” dalla fine. Harris stoppa poi la tripla di Orlando e si va allora agli overtime, dominati dai Jazz e dalle triple di Harris.

Harris stoppa Nelson per l’OT
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=MogySKHdRPA]

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B