Harden si sottopone alla routine di controlli

Le condizioni del sesto uomo dei Thunder si valutano giorno per giorno, lui intanto si va vedere.

Mentre tutto il mondo NBA attende con trepidanza la decisione della Lega in merito alla follia di domenica di Metta World Peace (31 anni), la vittima della porcata si sta sottoponendo a controlli giornalieri.

Domenica, dopo la gomitata, James Harden (22 anni) ha svolto immediatamente i primi controlli alla testa, controlli che tra l’altro gli davano l’OK per tornare in campo ma coach Brooks e il buon senso hanno preferito non rischiare di aggravre la situazione. Come da prassi Harden in questi giorni sta svolgendo le visite standard per capire meglio l’entità del danno e valutare quella che a tutti tratti pare essere una commozione celebrale.

Dopo aver svolto questi test l’NBA deciderà se dare o meno il via libera al ritorno di quello che molto probabilmente vincerà il trofeo di “6° uomo” dell’anno; ai Thunder sono ottimisti anche se quello che è successo a Kevin Love (23 anni) a Minnesota desta qualche preoccupazione (fuori tutta la stagione,ndr).

Per le norme NBA “Il Barba” salterà comunque l’ultimo match di regular-season in quel del Pepsi Center di Denver.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B