Cousins ci spera ancora: “Voglio Team USA!”

Il centro dei Kings spera ancora in una chiamata dalla nazionale dopo il forfait di Howard, ma Colangelo è rigido.

Con la vittoria di stanotte contro i Lakers i Sacramento Kings si sono congedati dalla stagione 2011/12, una stagione travagliata sia dentro che fuori lo spogliatoio con un futuro in certo in merito alla locazione che avranno gli stessi Kings.

A regalare il primo colpo di scena  è stato ad inizio stagione DeMarcus Cousins (21 anni) reo di aver guidato l’ammutinamento contro coach Smart provocando poi l’esonero di quest’ultimo; Cousins ha giocato una stagione eccellente per quel che riguarda le cifre con 18.1 punti, 11.0 rimbalzi e 1.2 stoppate di media, specie nella seconda parte di stagione grazie all’ascesa di Isaiah Thomas ma anche quest’anno l’ex prodotto di Kentucky non è venuto meno a comportamenti poco consoni.
COn la stagione alle spalle DeMarcus non vuole però andare in vacanza ma ha un songo da realizzare, giocare per Team USA ai giochi di Londra anche se la corsa al centro non lo vede nelle prime posizioni: “Cioè , voglio dire, chi non vorrebbe giocare in questa Nazionale? Chi non vorrebbe rappresentare il suo paese? IO lo vorrei tanto e spero di esserci a Las Vegas per il training camp”.

Il forfait di Dwight Howard (26 anni) ha aperto la corsa alla sua successione che vede, ora come ora, Tyson Chandler (28 anni) in testa ai candidati e presente nei 20 finalisti, il GM Jerry Colangelo è stato categorico dicendo che non ci saranno nuove chiamate: “Lo ripeto, non aggiungeremo nessuno ai giocatori già chiamati, anche con alcune perdite (Howard, Aldridge, Odom, ndr) restiamo competitivi” ha dichiarato il Colangelo, aggiungendo: “Stiamo ricevendo chiamate da un sacco di agenti con i giocatori che vogliono venire a Londra, mi fa piacere è un buon segnale, ma resteremo così”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B