Memphis si prende il 4° posto, Dallas K.O

Memphis, New York e Dnever confermano i loro piazzamenti , Atlanta incastra i Maverick, Chicago e San Antonio 50esima W!

 

 

 

Toronto Raptors – New Jersey Nets 98-67
TOR: Davis 24 (12 rimb), Anderson 20, Uzoh 12, Alabi 11 (19 rimb), Forbes 23
NJN: Green 10, J.Williams 10 (10 rimb), Johnson 11, Petro 9 (12 rimb), Morrow 11

Italian Job: Bargnani DNP

Ai Toronto Raptors basta il primo tempo (54-27) ad archiviare i New Jersey Nets, bene Ed Davis con 24 punti e 12 rimbalzi.

Detroit Pistons – Philadelphia 76ers 108-86
DET: Brackins 10, Hawes 16, Turner 10, Meeks 15, Young 12, Vucevic 9 812 rimb)
PHI: Stuckey 13, Gordon 23

I Sixers mandano in campo le seconde linee accontentandosi dell’8° posto ad ovest, Detroit vince con i 26 punti dalla panchina di Ben Gordon; anche qui primo tempo decisivo (65-43).

Boston Celtics – Milwaukee Bucks 87-74
BOS: Pierce 12, Rondo (15 ass), Bradley 14
MIL: Harris 16, Leuer 15, Jennings 12, Dunleavy 10

Rajon Rondo registra la 24esima partita consecutiva in doppia-cifra con gli assista (15) e Boston asfalta i Bucks senza far riposare Garnett e Pierce; i Celtics toccano il +14 (34-20) dopo 3′ del 2° quarto con la panchina.

Washington Wizards – Miami Heat 104-70
WAS: Vesely 11, Seaphin 15, Martin 12, Wall 7 812 ass), Nene 15, Evans 18
MIA: Curry 10, Cole 14

Erick Spoelstra decide di lasciare i “Three Kings” a riposo e Washington (per la seconda volta in stagione) espugna l’American Airlines Arena; partita subito segnata nel primo tempo con gli ospiti avanti 32-57, da sottolineare i 10 punti di Eddy Curry!

Charlotte Bobcats – New York Knicks 84-104
CHA: Henderson 21, Augustin 12, Walker 13, White 11
NYK: Herrelson 18, Stoudemire 21, Shumpert 12, Bibby 3 (12 ass), Smith 22, Jordan 13

Con Anthony e Chandler a riposo Woodson lascia i Knicks nelle mani i Stoudemire che, contro i Bobcats, chiude con 21 punti )9/15 dal campo). Per Charlotte 23esima sconfitta consecutiva!

Atlanta Hawks – Dallas Mavericks 106-89
ATL: J.Johnson 15, Smith 23, Hinrich 12, Teague 17, I.Johnson 10, Green 11
DAL: Nowitzki 22, Beaubois 13, Terry 11

Unica partita interessante della notte quella alla Philips Arena dove i Mavericks si giocava il 6° posto ad Ovest, ma a rovinargli la festa ci hanno pensato gli Hawks di JJ; dopo il 6-6 a 9’43” dalla sirena del 1° quarto, Dallas va nel pallone e subisce un break di 25-5 con Josh Smith reo di 10 punti, 4 rimbalzi e 4 assist, 31-11 a 2’57”, partita finita e Dallas 7^.

Chicago Bulls – Cleveland Cavaliers 107-85
CHI: Noah 13 (12 rimb), Brewer 8 (10 rimb), Hamilton 10, Butler 12, Gbson 10 (12 rimb), Lucas 25, Jmaes 10
CLE: Gee 10, Jamison 12, Thompson 13 (12 rimb), Sloan 12, Harangody 12

Chicago chiude la regular-season cogliendo la 50esima vittoria stagionale, ancora una volta John Lucas III si esalta senza Derrick Rose: segna 25 punti uscendo dalla panchina e aiuta i Bulls a battere i Cavs, all’ultima di Antawn Jamison con quella maglia.

Memphis Grizzlies – Orlando Magic 88-76
MEM: Gay 20, Randolph 13 (12 rimb), Gasol 22, Mayo 15
ORL: Turkoglu 18, Wafer 11, Harper 16

Vittoria molto importante per i Grizlies che, battendo i Magic, si assicurano il 4° posto e dunque il fattore campo contro i Clippers nei playoffs; Memphis domina toccando anche il +26 ad inizio 3° periodo, Orlando però reagisce con un 21-2 di parziale portandosi a 7 punti di distacco (58-51). A questo punto ci pensano Mayo e Gasol che combinano 8 punti in due ridando 13 punti di vantaggio (67-54) alla fine della frazione.

Houston Rockets – New Orleans Hornets 84-77
HOU: Budinger 27, Dalembet 11 (11 rimb), Lee 10, Dragic 8 (13 ass), Patterson 9 (11 rimb), Smith 8 (10 rimb)
NOH: Thomas 11, Aminu 11 (10 rimb)m Dyson 15, Watkins 13

Italian Job: Belinelli 9 pt (3/6, 1/2 da 3), 4 rimb, 2 ass, 1 rec

Con un super quarto quarto da 21-6 i Rockets battono gli Hornets con Chase Budinger protagonista (27 punti con 5/9 da 3).

Minnesota Timberwolves – Denver Nuggets 102-131
MIN: Pekovic 18 (10 rimb), Webster 11, Barea 20, Ellington 12, Beasley 13
DEN: Gallinari 17, Faried 15, Afflalo 18, Lawson 15, McGee 19, Brewer 12, Mozgov 15

Italian Job: Gallinari 17pt (5/7, 7/8 tl) 3 rimb, 4 ass, 1 rec, 1 stop

Con il K.O di Dallas i Denver Nuggets erano già certi della sesta piazza nella Western Conference; partita senza storia a Mineapolis; a decidere il match è stato il secondo quarto (32-17) con l’accoppiata McGee-Koufos molto attiva.

Utah Jazz – Portland Trail Blazers 96-94
UTA: Favors 15, Howard 12, Kanter 12 (10 rimb), Burks 18, Evans 13 (10 rimb)
POR: Hickson 20, Matthews 14, Smith 16, Thomas 10, Flynn 18 (11 ass)

Unica partita combattuta della notte in quel di Salt Lake City dove i Jazz hanno superato di misura i Blazers; Utah a +6(96-90) a 2’10”, rimonta Blazers che tocca il -2 (96-94) a 1’17”. I Jazz resteranno per 68″ nella metà campo offensiva in quanto Kanter e Evans conquisteranno 2 rimbalzi offensivi, comunque i Blazers avranno la palla della vittoria a 2″ con Matthews ma la sua tripla non andrà a segno.

Sacramento Kings – Los Angeles Lakers 113-96
SAC: Outlaw 11, Thompson 17 (10 rimb), Cousins 23 (19 rimb), Evans 21, Thomas 11, Fredette 10
LAL: Ebanks 14, McRoberts 16, Goudelock 11, Murphy 12

Kobe Bryant tenuto a riposo e quindi l’interesse sulla partita (se Kobe realizzava 38 punti era top-scorer NBA) è scemato; vincono i Kings che dopo 12′ erano già sul +11 (35-24).

Golden State Warriors – San Antonio Spurs 101-107
GSW: Wright 25, Tyler 16, Thompson 17, Gladness 14, Jenkins 16, McGuire 11
SAS: Anderson 19, Blair 22 813 rimb), Mills 34 (12 ass)

Golden State manda 6 uomini (su 7 utilizzati) in doppia-cifra a referto ma si vedono sconfitti dalla super doppia-doppia di Patty Mills (34+12); proprio 2 bombe dell’ex Blazers hanno rotto gli indugi sul 95-95 a metà del 4°. San Antonio eguaglia i Bulls nel record stagionale (50-16)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B