Pareggio per Phila e Boston, 2-0 Lakers!

Bryant e Bynum spingono sul 2-0 i Lakers con brivido, Pierce e KG d’orgoglio passano ad Atlanta mentre Turner guida i Sixers al pareggio contro i Bulls.

 

 

 

 

Eastern Conference

Chicago Bulls – Philadelphia 76ers 92-102 [TIE 1-1]
CHI: Noah 21, Hamilton 10, Watson 12, Lucas 15
PHI: Iguodala 11, Brand 12, Turner 19, Holiday 26, Allen 11, Williams 20

I Bulls subiscono il contraccolpo della perdita di Rose e si fanno battere in casa dai Sixers di Jrue Holiday e da Evan Turner (titolare nell’occasione); all’intervallo lungo Chicago ha il controllo delle operazioni guidando 55-47 ma sarà anche l’ultima volta, al rientro gli ospiti si scateneranno realizzando un parziale terrificante di 21-8 che li spingerà sul 63-68 a 5′ dal termine del periodo. Philly non tremerà e riuscirà a conservare il vantaggio ed anzi, con un 8-0 negli ultimi 2′ sempr e del 3° si porterà avanti di 13 lunghezze (68-81). Bulls sconfitti soprattutto sotto i ferri dove Noah & Co. hanno subito 52 punti (52-32 il fatturato) mentre Phila è riuscita a sfruttare la sua arma piazzando ben 25 punti in contropiede.

Atlanta Hawks – Boston Celtics 80-87 [TIE-1-1]
ATL: J.Johnson 22, Smith 16 (12 rimb), Teague 18
BOS: Pierce 36 (14 rib), Garnett 15 (12 rimb), Bradley 14

Rondo squalificato, Allen infortunato ma mai sottovalutare l’orgoglio di Paul Pierce e Kevin Garnett, le loro doppie-doppie guidano Boston ad un importante successo e pareggiano la serie; come in Gara1 i Celtics devono rimontare ma stavolta il finale è diverso, sotto di 11 (65-54) a 3’08” dalla sirena del 3°, i verdi piazzano un 12-1 a cavallo dei due quarti impattando a quota 66-66 ad inizio del 4° (con gli Hawks che tiravano 0/9). La svolta la firma “Double P” con 5 punti nel 7-0 che da il +7 (72-79) a 3’30” dalla conclusione. Atlanta riuscirà a tornare sul -3 a 1’35” ma KG, il capitano e Bradley saranno glaciali dalla lunetta (6/6). Fattor determinate di questa vittoria esterna è stata la difesa degli uomini di Rivers, rea di aver bloccato e costretto diverse volte i falchi a prendersi forzature al limite dei 24″.

Western Conference

Los Angeles Lakers – Denver Nuggets 104-100 [LAL 2-0]
LAL: Gasol 13 (10 rimb), Bynum 27, Bryant 38, Sessions 14
DEN: Gallinari 13, Faried 14 810 rimb), Afflalo 11, Lawson 25, Harrington 11, Brewer 13

Italian Job: Gallinari 13pt (4/14, 1/4, 2/2), 8 rimb (4 off), 1 persa, 1 stop

Kobe Bryant registra il secondo trentello della serie e porta sul 2-0 i Lakers ma non senza qualche patema; all’intervallo gli uomini di Brown comandano di 7 (55-48) e nel terzo decidono di rompere in due la partita, break di 14-0 nei primi 6′ di partita e vantaggio che tocca i 19 punti (71-52). Denver però non si da per vinta e a 3’20” torna a 4 punti di distacco con i liberi di Faies (95-91) con pure la palla del possibile -1, ma Lawson sbaglia la tripla e sul capovolgimento di fronte Bynum chiude le ostilità con un gioco da 3 punti. Da sottolineare che la lotta a rimbalzi ha visto i Nuggets prevalere 52-48 con ben 19 offensivi contro i 18 dei giallo-viola ma il tiro perimetrale li ha traditi con un misero 4/19 (3 di Harrington e 1 del Gallo)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B